lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAttualitàPlatinette rompe il silenzio e parla della sua dolorosa malattia: “E' un...

Platinette rompe il silenzio e parla della sua dolorosa malattia: “E’ un disturbo mentale”. Ecco le sue parole!

Platinette ha rilasciato un’intervista molto toccante e profonda in cui ha parlato apertamente della malattia che lo affligge da quasi tutta la sua vita: l’obesità. Il famoso conduttore radiofonico e televisivo si è aperto su un argomento estremamente personale durante un’intervista concessa ad Adnkronos in occasione della Giornata mondiale dell’obesità del 4 marzo. Ha confessato di convivere con un grave problema di obesità sin dall’adolescenza, un peso che ha portato con sé fin da giovane.

Il legame di Platinette con l’obesità ha radici profonde, risalenti a un evento doloroso della sua giovinezza: una delusione d’amore che ha lasciato un segno indelebile nel suo percorso di vita quando aveva soltanto 18 anni. Questo grande dolore emotivo è stato la scintilla che ha innescato un ciclo di sofferenza fisica e psicologica che lo ha accompagnato per gran parte della sua esistenza.

Le parole di Platinette

Affrontare l’obesità non è solo una battaglia fisica, ma anche un percorso emotivo intricato, caratterizzato da lotte interiori e sfide personali. Platinette ha scelto di condividere apertamente la sua esperienza per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa delicata questione, spesso sottovalutata, mettendo in luce l’importanza di comprendere e sostenere coloro che affrontano situazioni simili.

Riconoscendo di essere affetto da questa malattia, Platinette evidenzia come l’obesità vada considerata non solo come un problema di salute fisica, ma soprattutto come un disturbo mentale che richiede un approccio integrato. Criticando l’approccio tradizionale dei nutrizionisti, che spesso propongono soluzioni dietetiche generiche e rigide, Platinette sottolinea l’importanza di un supporto psicologico nell’affrontare questo problema complesso.

Platinette ammette di non essere riuscito a superare l’obesità da solo e ribadisce che l’educazione alimentare e l’attività fisica non sono sempre sufficienti per affrontare questa sfida. In conclusione, Platinette evidenzia che esistono molteplici approcci per il recupero della salute e che è fondamentale affrontare l’obesità con un approccio personalizzato e comprensivo. La sua testimonianza offre uno sguardo autentico e approfondito sui complessi problemi legati all’obesità e sottolinea l’importanza di affrontarli con compassione e sostegno.

Cos’è successo dopo l’ictus e l’operazione

Platinette, durante un’intervista, ha aperto il suo cuore riguardo alla sua lotta contro la dipendenza dal cibo e le sue vecchie abitudini. Ha ammesso di vivere in un costante equilibrio, cercando di gestire al meglio la sua condizione.

Mauro Coruzzi, noto anche come Platinette, ha affrontato con determinazione il problema dell’obesità, testando varie strategie per perdere peso con l’aiuto di una nutrizionista. Tuttavia, nonostante i suoi sforzi, alla fine ha dovuto ricorrere alla chirurgia bariatrica. Ha spiegato che questa scelta è stata fondamentale per la sua sopravvivenza, soprattutto dopo aver subito un ictus ischemico nel 14 marzo 2023.

Nonostante l’intervento chirurgico abbia avuto un impatto significativo sulla sua vita, Platinette ha chiarito che non può essere considerato una soluzione a lungo termine e che non può essere ripetuto. Ha ammesso di non essere un esempio da seguire in questo senso, riconoscendo apertamente di avere un rapporto complicato con il cibo.

La sua testimonianza sincera offre uno sguardo autentico sulle sfide legate all’obesità e alla chirurgia bariatrica, sottolineando l’importanza di affrontare il problema con un approccio personalizzato. La storia di Platinette dimostra che, nonostante le difficoltà, è possibile trovare la determinazione per superare le proprie battaglie e lavorare per migliorare la propria salute e benessere.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments