Raduno mondiale del Volpino Italiano e del Mastino Napoletano 16 settembre

I guardiani storici delle Masserie

Due storiche razze canine da lavoro per la prima volta insieme in un raduno mondiale, a Porto Viro (RO) per recuperare i fasti antichi quando convivevano nelle masserie dell’Italia Meridionale: il Volpino Italiano riconosciuto ufficialmente nel 1913 ed il Mastino Napoletano dal 1946.

La giornata di sabato 15 settembre sarà dedicata alle riunioni dei rispettivi Consigli e a dibattiti di carattere tecnico e scientifico sulle razze, ma il clou dell’evento è atteso per la giornata di domenica 16.

 

Il Volpino Italiano

Un evento nell’evento, con un preciso obiettivo: recuperare il carattere autentico della razza, che la distingue dagli altri cani dello stesso Gruppo 5.

Il giudice francese Roger Barenne è chiamato ad assegnare sia i titoli di campione mondiale (Unione Mondiale Associazioni Volpino Italiano), che i CAC per il campionato italiano (Associazione Tecnica Amatori Volpino Italiano), giudicando tutte le classi competitive dai baby ai veterani. Queste classi sono riservate ai Volpini Italiani di colore BIANCO, ROSSO e CHAMPAGNE con pedigree.

Lo scopo è far emergere i soggetti più aderenti allo standard dal punto di vista di un giudice straniero specialista dello Spitz Tedesco (già presidente del club francese dello Spitz Tedesco & Volpino Italiano), che può quindi rilevare con facilità quelle caratteristiche estranee al Volpino Italiano autoctono provenienti dalla razza affine tedesca. L’indirizzo zootecnico dovrebbe prevedere di escluderle dal tessuto genetico, per riportare il nostro volpino alla totale tipicità verace. Non partecipare a questo raduno, sia da parte degli allevatori che dei privati, dimostrerebbe miopia cinofila e timore di confrontarsi per trovare una convergenza di selezione a favore del futuro del Volpino Italiano.

Il Volpino Italiano rustico

Il giudice Antonio Crepaldi avrà la competenza per la classe RSR (ex LIR). Questa classe è finalizzata ad ammettere nel Registro Supplementare Risconosciuti del Libro Genealogico i tanti soggetti rustici presenti nelle nostre campagne, rispondenti allo standard ma sprovvisti di pedigree. Si tratta in particolare di esemplari di colore rosso, ma ve ne sono anche bianchi e champagne. Per tali soggetti è prevista l’assegnazione del certificato di tipicità e di conseguenza il pedigree ENCI come capostipiti, che permetterà di allevare nel pieno rispetto delle normative applicabili.

Il Volpino Italiano nero

Sempre domenica 16 i terrà per la prima volta un raduno conoscitivo del Volpino Italiano Nero. Si tratta di un incontro tecnico a scopo sperimentale, per considerare la consistenza quantitativa e qualitativa di questa varietà di colore. Il mantello nero è stato previsto ufficialmente dall’ENCI dal primo standard del 1913 fino al 1955. L’ATAVI ha richiesto di reintegrarlo mediante l’ammissione al Registro Supplementare Aperto, per il quale l’ENCI ha avviato una specifica procedura.

Da una prima indagine conoscitiva, si è riscontrata una presenza significativa di soggetti con il mantello di questo colore, in particolare nelle Regioni dell’Italia Meridionale.

È un’occasione irripetibile, sia per la razza che per i singoli esemplari. Si invitano quindi tutti i proprietari di volpini italiani neri (unicolore, con bianco, con focature) a presentare i loro soggetti per i rilievi biometrici (osservazione e misurazione) e genetici previsti dall’ENCI. Con l’occasione saranno presi in considerazione anche soggetti di colori mai ammessi nello standard, come per esempio il grigio, quelli con pezzature, ecc.

Tutti i Volpini verranno esaminati sotto il profilo morfologico e caratteriale da una commissione unitaria UMAVI / ATAVI, saranno prelevati campioni biologici ai fini dell’analisi del DNA per la ricerca genetica, utile a completare il dossier per la richiesta del nuovo riconoscimento ufficiale.

 

Il Mastino Napoletano

La signora Andrea Spiriev, Ungherese, allevatrice di Mastini Napoletani con l’affisso Fruit d’Amour, giudicherà i soggetti presentati in tutte le classi competitive per il titolo mondiale (Associazione Tecnica Internazionale Mastino Napoletano) e per l’assegnazione del CAC per il campionato italiano (Società Amatori Mastino Napoletano).

Si tratta di un giudice particolarmente apprezzato per la sua competenza e l’amore nei confronti della razza. È questa l’occasione giusta per dimostrare che ci sono ancora Mastini Napoletani “tipici” e che possono essere apprezzati anche in esposizione e non soltanto nei cortili. L’invito è rivolto in particolare a quanti vanno ripetendo che nelle esposizioni vengono sempre privilegiati soggetti “ipertipici” o “linfatici”.

L’esperta giudice Spiriev valuterà anche la tipicità di ogni esemplare presentato in classe non competitiva RSR, al fine di attribuire il pedigree come capostipite a quelli che saranno riconosciuti tali. È quindi possibile presentare soggetti rispondenti allo standard ma sprovvisti di pedigree, recuperati nelle campagne e meritevoli di essere ammessi al Libro Genealogico, anche al fine del miglioramento della razza.

 

Per maggiori informazioni

L’iscrizione nelle classi competitive, da baby a veterani e nella classe RSR (riconoscimento di tipicità come capostipite), deve essere effettuata entro il 31 agosto 2018. Il costo dell’iscrizione è di 10€ per la classe RSR, 15€ per baby e juniores, 32€ per giovani e adulti. I Volpini neri e quelli di altri colori non compresi nello standard ovviamente non pagano.

Le iscrizioni non accompagnate dalla ricevuta dell’avvenuto pagamento saranno cestinate. Per il pagamento contattare Segreteria Gruppo Cinofilo Delta: antonio.crepaldi2607@alice.it oppure Ettore Crepaldi tel. 3356879611

Pagamento: IBAN: IT04X0103068730000001717229 intestato a Antonio Crepaldi (specificare causale).

L’iscrizione dei Volpini neri e di altri colori attualmente non previsti dallo standard si effettua sul posto.

Tutti i soggetti presentati per le valutazioni devono essere provvisti della necessaria copertura antirabbica. I Volpini neri presentati per l’ammissione allo standard devono essere iscritti all’Anagrafe Canina e muniti di microchip/tatuaggio identificativo.

Altri riferimenti:

Sul sito del Mastino Napoletano

Sul sito del Volpino Italiano

Su FACEBOOK

Forum Raduno mondiale del Volpino Italiano e del Mastino Napoletano 16 settembre

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  sio 1 mese fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #268119

    AdminAdmin
    • Genere: Maschio
      • @admin

      I guardiani storici delle Masserie Due storiche razze canine da lavoro per la prima volta insieme in un raduno mondiale, a Porto Viro (RO) per recuperare i fasti antichi quando convivevano nelle masserie dell’Italia Meridionale: il Volpino Italiano e il Mastino Napoletano.
      Oltre alle consuete classi competitive (da baby a veterani) finalizzate all’assegnazione del titolo di campione del mondo e del CAC ai fini del campionato italiano, in quest’occasione ci aspettiamo di poter riconoscere la tipicità di soggetti “rustici” provenienti dalle campagne, da iscrivere nel Registro Supplementare Riconosciuti del Libro Genealogico.
      Evento unico anche perché consentirà di esaminare i Volpini Italiani di colore nero, colore ammesso nello standard fino al 1955, per il quale è stata avviata una procedura di rammissione.
      [Leggi l’intero articolo su: Raduno mondiale del Volpino Italiano e del Mastino Napoletano 16 settembre]

      1 utente ha ringraziato l'autore per questo post.
      #268130

      sioModeratore
        • @sio

        Bellissimo evento, se avete possibilità andate!

      Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

      Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.