titoli giudizi nelle expo canine

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia titoli giudizi nelle expo canine

Questo argomento contiene 127 risposte, ha 20 partecipanti, ed è stato aggiornato da  sio 2 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 128 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #17200

    dino0977
    Utente
    • Località: Cosenza
    • Genere: Maschio
      • @dino0977

      per “salvaguardarla” non dovrei guardare al futuro?
      cioè: riconvertirla, adattandola leggermente, a un altro uso?
      NON LINCIARMI DINO: è forse uno dei motivi per cui il Corso, da cane-fattore, è diventato cane-borghese

      Non mi arrabbio non ti preoccupare :-).
      Anche perchè sono d’accordo con te! Per salvare una razza, sopratutto una razza che ha poco futuro ”lavorativo”, oramai il lavoro di bovaro porcaro e quant’altro è quasi svanito, bisogna sicuramente guardare al futuro, e cercare di adattare le capacità del cane a qualcosa di consono al suo utilizzo. Questo però non vuol dire cancellare il passato, snaturare non solo caratterialmente ma anche morfologicamente un cane. Così facendo non si guarda ne da nessuna parte, si crea semplicemente un’altra razza.
      Detto questo mi trovo d’accordo anche con Celeste e con Lori, andare in expò significa accettare tranquillamente i giudizi dei giudici senza cercare lo scontro, senza fare liti. Andare in expò è un lavoro duro, fatto di sacrifici, di tanti chilometri macinati, e di tanto allenamento, per riuscire a presentare al meglio il proprio cane.

      #17201

      celeste
      Utente
        • @celeste

        Joker..le Expo non funzionano proprio così per fortuna..è per chiudere un campionato se esiste un club di razza bisogna fare anche 2 CAC a mostra speciale o raduno di club..il che non è proprio semplice visto che in quel caso il giudice e uno specialista e di sicuro non ti ritrovi da solo…io metterei per chiudere il campionato er certe razze anche un test caratteriale ! Il problema alle Expo e la gente che n on accetta di perdere…sono tutti convinti di avere il super campione..magari preso tramite ebay a 50 euro displasia inclusa….

        #17210

        Anonimo

          il bobtail nel corso dei secoli ha mantenuto il suo aspetto originale, non e’ un cane che’ stato modificato dall’ uomo (anche se e’ diventato almeno in italia piu’ piccolo e leggero)Poang e’ piu’ alta dei maschi e piu’ grossa, negli expo lo cotonano e lo rendono ridicolo (non so il perche’)

          pero’ ci sono dei cani che per rendrli sempre piu’ tipici , l’uomo li a modificati ,io mi ricodo che anni fa’ volevo prendere un Bulldog il mio veterinario me la sconsigliato dicendo che ‘ un cane gia’ che nasce con delle invalidita’e sviluppa col tempo forti problematiche , e poi piacendomi fare anche tanto sport col cane, ho capito che non era adatto a me’ ,altre razze a causa del peso la loro vita e’ piu’ breve

          la mia domada e’
          per salvguardare la razza ottenuta si salvagurda il cane?

          #17217

          lori
          Moderatore
            • @lori

            il bobtail nel corso dei secoli ha mantenuto il suo aspetto originale, non e’ un cane che’ stato modificato dall’ uomo (anche se e’ diventato almeno in italia piu’ piccolo e leggero)Poang e’ piu’ alta dei maschi e piu’ grossa, negli expo lo cotonano e lo rendono ridicolo (non so il perche’)

            Molte razze canine vengono presentate in expo con particolari toelettature, spesso per chi è estraneo dalle caratteristiche della razza, queste possono sembrare eccessive o ridicole.
            Il perchè di tali lavori dovrebbe esporcelo un esperto espositore della razza.

            I più “SCOLPITI” sono sicuramente i barboni, ma anche terrier, cocker e molti altri vengono toelettati per ore prima di entrare enel ring.

            #17218

            Anonimo

              gia’, pero’ resta il fatto che il Bobtail nasce come cane da pastore , certi cani li trovo piu’ belli toelettati tipo i terrier perche’ la toe..esalta le caratteristiche fisiche del cane
              poi l’ expo’ penso sia anche uno spettacolo, e se vuoi partecipare ti devi adattare

              #17220

              lori
              Moderatore
                • @lori

                Non avendo la pretesa e le capacità di crearci il cane per noi ideale, possiamo scegliere tra le tante razze canie quella che ci piace di più, morfologicamente o caratterialmente.

                Mi piacciono molte tipologie di cani anche se amo molto le razze che non sono da toelettare, quelle che rimangono al naturale anche nelle expo.

                Solo immaginare di restare per ore a pettinare un tavolo su un tavolino, mi fa spavento…

                #17228

                fubiano
                Utente
                  • @fubiano

                  concordo con quanto scritto sino ad ora pro o contro è in effetti la realtà delle esposizioni, sottolineo che per un privato è più difficile raggiungere il titolo di campione ma se il cane c’è ci si arriva ,magari con qualche expò in più, (parlo per esperienza personale a expò importanti come quella di Milano ho preso il CAC davanti a cani di importanti allevatori) quindi non si deve essere così pessimisti sui giudici molti sono competenti ed imparziali. Il difetto di noi privati è che spesso non sappiamo presentare il cane nel dovuto modo e , come ha detto celeste non sappiamo coprire eventuali difettini, cosa che allevatori e professionisti sanno fare benissimo: quindi se si vuole pertecipare alle expo ci si deve allenare proprio come si fa per i concorsi di lavoro, a mio avviso è molto importante presntarsi bene ,intendo con modo educato davanti al giudice, personalmente vedevo che faceva una certa impressione presentarsi col cane al piede e seduto al momento dell’incontro e non aver problemi a mostrare i denti o far toccare il pelo dal giudice, penso che qualche punticino lo guadagnavo. Altra cosa che mi sento di consigliare evitare il carosello di amici e parenti che chiamano il cane continuamente per metterlo in attenzione , questo di solito irrita i giudici( ultimamente mi sembra anche proibito) e se non fatto col giusto tempismo è controproducente: insegniamo al cane a mettersi in attenzione su di noi, occhio perchè molti giudici iniziano a valutarci anche quando siamo fuori dal ring.
                  A mio avviso è positivo che un privato frequenti l’esposizione se non altro per aver un giudizio da un esperto sul suo cane, consiglio a chi prende il molto buono per due o tre volte da giudici diversi senza mai aver preso l’eccellente di lasciar perdere hai un buon cane ma difficilmente riuscirai a farne un campione.

                  #17229

                  lori
                  Moderatore
                    • @lori

                    Vero, il cane va presentato bene… il binomio cane e conduttore è importantissimo.
                    Si impara facilmente a condurre il cane se il rapporto creatosi è di vera intesa.

                    L’unica cosa su cui dissento è sul seduto… sempre in piedi, nel ring e fuori del ring dove il giudice lo osserva anche prima di entrare.
                    se ben abituato il cane si mette in posizione e guarda il suo amico umano, questo è ottimale fermandosi davanti al giudice.

                    Ma, insisto, la cosa più importante è divertirsi insieme e il cane che scodinzola camminando è un vero cane da ring con molte probabilità di vittorie…

                    #17231

                    fubiano
                    Utente
                      • @fubiano

                      Per evitare equivoci il seduto era solo per quando mi presentavo al giudice e per visionare i denti, chiaramente per cani di piccola taglia la cosa non ha la stessa importanza. pienamente d’accordo per divertirsi e che il proprio cane sia contento

                      #17243

                      alessiaigor
                      Utente
                        • @alessiaigor

                        ho notata personalmente che:
                        [li]un gruppo cinofilo x che organizza un expò si aspetta tot cani di tot razze e nessuno di altre razze, quindi mettono un giudice ad minchiam per “le restanti razze”. Il giorno dell’expò Pinco arriva col suo cane Pallo e vede che è l’unico iscritto. Il giudice spara un giudizio molto vago, ma moltooo, magari perchè non ha mai giudicato un cane della razza di Pallo (però paradossalmente è abilitato a farlo) e gli da il CAC/CACIB addirittura BOB perchè è l’unico. Il propietraio di Pallo, che ha capito l’antifona, si fa più di un expò così e raggiunge il punteggio per il titolo.
                        [/li]
                        [li]all’amico dell’amico gli manca solo un punto per il titolo e quindi lo si fa vincere palesemente (e magari il cane ha pure la coda spezzata…)[/li]
                        [li]l’allevatore X sta in contrasto con il gruppo cinofilo che ha organizzato l’expo, e gli boicottano la partecipazione[/li]
                        [li]ecc…[/li]

                        per sentito dire:
                        [li]alle expò di quella città vincono solo i cani di quella zona[/li]

                        non so di che titolo stai parlando, ma ti assicuro che non è così facle vincere nessun titolo…o meglio fino al giovane promessa enci ci possono arrivare quasi tutti, ma quando inizia a parlarsi di campionato italiano o internazionale insomma…tutti arrivano a prnedere il cac/cacib in una nazionale, metti anche ce sei fortunato e non ti trovi nessun’altro a 2 internazionali, ma vincere alle speciali è davvero difficile!qauindi possono passare anni e anni prima di riuscirci e se il cane non è così bello non vince un tubo alle speciali! comuqnue pure io sono una di quelle che accetta il giudizio senza dire nulla, alla fine sono io che decido di partecipare con quel determinato giudice.non mi sono mai arrabiata per unn secondo posto..ovvio che quando vinco sono tutta orgogliosa dei miei bimbetti!

                        #17244

                        alessiaigor
                        Utente
                          • @alessiaigor

                          altra cosa è proprio quello che dcevate sul presentare un cane..a volte è davvero vergognoso vedere alle expò cani anche molto carini ma presentati così come capita…senza metterli in posa, tutti storti.mah
                          quando si va all’estero non c’è cane fuori dalla linea, qua invece si fa un p quello che si vuole e ci si incacchia anche se non si vince!ci vogliono mesi e mesi di lavoro per riuscire ad avere un buon feeling con il cane che si presenta. bisogna lavorarci tutti i giorni, riuiscire a trovare il modo di attenuare i difetti e evidenziare i pregi del cane.è un lavoro anche questo!è il lavoro dell’allevatore, che non si deve limitare a selezionare, far nascer e crescere i cuccioli, ma deve anche andare in esposizione, avere certezze o meno di quello che sta facendo…dare una garanzia a chi compra il cane da lui.

                          #17248

                          fubiano
                          Utente
                            • @fubiano

                            Vorrei ribadire è già stato detto ma un rinforzo può essere utile una volta che si iscrive un cane ad un concorso sia di bellezza che di lavoro, si accetta di essere giudicati e quindi si deve avere l’umiltà di accettare il giudizio anche se non ci sembra giusto. mi è capitato più volte di affrontare questo argomento con colleghi che praticano il mondioring e spesso trovavano da ridire sul giudizio del giudice a loro ho sempre detto: una volta che varchi il cancello accetti il giudizio se non ti va stai fuori.
                            Non voglio difendere i giudici ma nessuno ci obbliga a frequentare le expo o i concorsi di lavoro se un giudizio ci pare ingiusto, e non sempre lo è, dobbiamo accettarlo se poi siamo tra il pubblico e non partecipiamo, e accadono cose strane protestiamo pure.
                            Venendo alle Expò consiglierei ai neofiti di frequentare quelle non ENCI che di solito in estate si svolgono un pò dappertutto sono un ottimo campo di allenamento e solitamente l’atmosfera è più rilassata e anche i premi sono piuttosto interessanti.

                            #17250

                            espada
                            Utente
                              • @espada

                              sarebbe bello – so che é difficile – che ogni partecipante a un’expo fosse consapevooe del PERCHÉ si é iscritto… per avere una valutazione del cane? per passare una giornata diversa? perché non si sa mai come al gratta e vinci? perché si esercita più o meno professionalmente l’allevamento? ecc.

                              #17257

                              celeste
                              Utente
                                • @celeste

                                …figurarsi che mi è accaduto più volte di arrivare uno….in Expo e di a darmi a scusare con alcuni concorrenti perché convinto che il loro cane era decisamente superiore al mio..! La sportività e l obiettività nelle Expo e cosa rara..io principalmente le frequentò per vedere cani nuovi e conoscere gente nuova…è cerco di andare sempre dove ci sono giudici che non mi hanno mai giudicato…non mi interessa andare dove giudica chi mi ha già fatto vincere…preferisco di gran lunga avere più pareri differenti logicamente da giudici esperti….

                                #17262

                                dino0977
                                Utente
                                • Località: Cosenza
                                • Genere: Maschio
                                  • @dino0977

                                  le frequentò per vedere cani nuovi e conoscere gente nuova…è cerco di andare sempre dove ci sono giudici che non mi hanno mai giudicato…non mi interessa andare dove giudica chi mi ha già fatto vincere…

                                  Ed è giustissimo che sia così. Sopratutto per un privato poco esperto di esposizioni! (non mi riferisco a te ovviamente)
                                  Come ha detto Ale in precedenza ognuno dovrebbe essere consapevole di quello che va a fare. Io privato che conosco a mala pena lo standard del mio cane, oppure lo conosco ma non ho l’esperienza per giudicare le differenze morfologiche tra un soggetto ed un’altro, dovrei avere l’umiltà di andare in expò senza nessuna velleità, ma solo, e qui concordo con Celeste, la curiosità di sapere cosa ne pensa del mio cane un giudice esperto abilitato. Purtroppo non è così, o perlomeno per molti non è così. La prima volta che si va già si inizia a litigare ed a giudicare i cani degli altri come se fossimo noi i giudici Enci.

                                  Piccolo OT sul mondo del Corso:
                                  In alcune categorie però, e vi invito a vedere quella del Cane Corso, ormai non si capisce quasi più niente. Anche un neofita si accorge delle differenze. Questo perchè non c’è un vero indirizzo di selezione, ci sarebbe, ma non c’è, in un ring trovi dieci soggetti differenti l’uno dall’altro, e quello che vince spesso e volentieri è un cane che ha poco a che vedere con lo standard. :-(
                                  Ho visto diverse expò, non partecipo da anni, come molti amanti ed appassionati del Corso, e devo dire che nelle altre categorie, c’è molta omogeneità, e molta serietà di giudizio. Anche li alcune volte ci sono delle scaramucce, c’è qualcuno che alza la voce, ma difficilmente succede che lo stesso cane sia giudicato in modo molto differente da un giudice rispetto ad un’altro. Nel Corso i cani che vinsero il primo raduno come migliori di razza (parliamo di primi anni novanta) non riuscirono mai a diventare campioni italiani, mentre soggetti snobbati nel raduno, vinsero diversi titoli. Ci sono cani ad oggi, e parlo sempre di Corso, che in expò vengono giudicati ”Buono” ed in quella successiva prendono ”Eccellente” e migliore di razza. Che devo pensare? Solo che c’è poca competenza, probabilmente è solo colpa della società di razza, poichè non vi è ancora un’indirizzo di selezione! Ci sarebbe c’è lo standard, ma se poi i cani in tipo non vincono in expò!

                                  Quindi ribadisco, quando vi si avvicina all’expò: bisogna essere consapevoli di quello che si va a fare, non bisogna avere la smania di vincere, ma accettare serenamente il giudizio dei giudici, bisogna preparare bene il cane, e sopratutto bisogna capire le dinamiche dell’ Handling, un buon handler sarà capace di far vincere un cane che ha dei difetti più marcati rispetto ad un altro solo perchè è capace di piazzare il cane in modo corretto.

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 128 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni