Sterilizzazione richiesta obbligatoriamente per cani in affidamento: perchè?

Forum Chi Siamo Annunci Cani in regalo – adozioni – bisognosi di aiuto Sterilizzazione richiesta obbligatoriamente per cani in affidamento: perchè?

Questo argomento contiene 77 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Anonimo 2 anni, 12 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 78 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2695

    alessiaigor
    Utente
      • @alessiaigor

      ma no!!certo che bisogna parlarne.ma comunque sarà molto difficile che qualcuno cambi idea.parlarne serve sempre, da questa discussione sono usciti molti dati interessanti….

      #2763

      sivy77
      Utente
        • @sivy77

        opss sorry :blush: mi ero persa lo spostamento della discussione..vista solo ora nn sono ancora riuscita a leggere tutto,prometto che lo farò..
        Dunque ribadisco che l’obbligo di castrazione o sterilizzazione almeno per quanta riguarda i cani adottati è una procedura assolutamente necessiaria!! Fosse per me obbligherei anche i privati a non fare cucciolate almeno per qualche anno perchè la situazione è drammatica!!
        Faccio un esempio su FB gestisco tre gruppi di adozione,uno dei quali dedicato ai BM,tempo fa scrive un ragazzo xkè vuole una femmina..spiego le procedure,lui dice di essere contrario alla sterilizzazione..guardando il suo profilo vedo che ha già un maschio..discutiamo un po’..alla fine della fiera ha preso da un allevamento una femmina adulta che veniva ceduta (non so perchè) ed ora sta già programmando l’accoppiamento..ora ditemi che senso ha questa cucciolata??? Altro esempio,zona del sud ad elevato indice di randagismo e con giro di combattimenti, tizio che vende di tutto dal canarino al boa passando per corsi,bullmastiff,sharpei,bullterrier,pinscher,bulldog..ora cerca di sbarazarsi del maschio di BM..dopo aver fatto qualche cucciolata..Purtroppo in giro c’è troppa gente scriteriata..Ho 2 Lahasa Apso di purissima razza che hanno fatto un sacco di expo da sistemare..sapete quanti pseudo negozianti e pseudo allevatori dell’est hanno chiamato?? se nn ci fosse obbligo di castrazione quei due cani finirebbero in un garage a sfornare cuccioli!!
        Poi ribadisco che ovviamente un buon volontario dovrebbe saper valutare gli adottanti e saper fare delle scelte sensate..(anche se un incidentino potrebbe sempre accadere cane che scappa e mette incinta la cagnolina del vicino..nel mio caso il vicino risolverebbe dando una bastonata ai cucciolini appena nati..)Nemmeno a me piace l’idea di sterilizzare e castrare massicciamente ,non pensate che nasconda un animo sadico..ma la situazione attuale,tranne in poche fortunate realtà è veramente drammatica..

        Angelica hai ragione quando dici che nei canili non ci sono solo cuccioli..anzi, ma la maggioranza degli adulti abbandonati sono cani che non sono stati VOLUTI CERCATI “PENSATI” ma sono cani arrivati perchè “il bimbo lo voleva o cazzate simili” e quindi vista la FACILITA’ con cui si può reperire un cane chiunque lo prende e poi semplicemente si stufa e lo lascia.

        #2764

        alessiaigor
        Utente
          • @alessiaigor

          grazie per aver detto la tua esperienza da volontaria.
          qualche anno fa ho adottato margot e mi sono messa ad aiutare il canile con le altre 11 cagnette sequestrate.
          ho messo l’annuncio su internet.
          ho scritto solo che erano cani di taglia piccola in regalo.
          nessuna risposta.
          un mese dopo ho scritto che erano pincher, maltesi yorky.
          centinaia di risposte… le scuse più assurde..spediscimelo, sono in sedia a rotelle, ho bisogno di compagnia, ecc
          quando ho detto che erano sterilizzate, si sono tirat indietro quasi tutti.
          su 12 cagnette solo 3 sono state adottate ( una io, una mia nonna e una un’altra signora!!)
          le altre sono tutte morte in canile nei 6 mesi successivi

          #2963

          espada
          Utente
            • @espada

            a San Francisco la pensano diversamente da voi…

            http://www3.lastampa.it/lazampa/articolo/lstp/409190/

            29/06/2011 –
            San Francisco verso il divieto alla vendita di animali domestici

            Non solo cani e gatti, ma anche criceti, topolini, pesci e rettili

            L’eventuale stop potrebbe stimolare l’adozione degli animali abbandonati

            San Francisco potrebbe dire addio alla vendita degli animali domestici. Il Board of Supervisors della città, il consiglio della contea di San Francisco, sta valutando una proposta di legge che vuole vietare la vendita di tutti gli animali domestici, non solo cani e gatti, come recitava un precedente disegno di legge, ma anche uccellini, criceti, pesci, topolini e rettili e qualsiasi altra forma animale che vola, corre, nuota o striscia. L’idea dietro la proposta è quella di contrastare il fenomeno dell’abbandono e del maltrattamento degli animali da parte di padroni che li comprano come se fossero merce o oggetti di decoro per la casa. Per soddisfare la domanda di animali domestici, sostengono gli animalisti, gli allevamenti sono sempre più affollati, in una sorta di catena di produzione che come esito ha poi spesso l’abbandono o il maltrattamento degli animali domestici.

            «Da Cartesio in poi è diventata comune nella cultura occidentale l’idea che i pesci e gli altri animali non abbiamo sentimenti, non soffrano e che noi possiamo fare nei loro confronti tutto quello che vogliamo. Li trattiamo come se fossero beni di largo consumo» ha detto in un’intervista al Los Angeles Times Philip Gerrie, coautore della proposta di legge e membro della Commission of Animal Control and Welfare, la commissione del Board of Supervisors di San Francisco che si occupa delle questioni relative agli animali. La commissione spera che il divieto di acquisto di animali a San Francisco, qualora approvato, possa stimolare l’adozione degli animali abbandonati che si trovano nei rifugi.

            Non sono mancate le reazioni dei venditori di animali domestici, un settore che a San Francisco ha un giro di affari dai 45 ai 50 milioni di dollari all’anno, “è la proposta più radicale che abbiamo mai visto a livello nazionale e obbligherà molti negozi di animali a chiudere” hanno detto i rappresentati di categoria.

            Ma qualora la proposta di legge passasse potranno dormire sonni tranquilli i venditori di bestiame e di animali destinati all’alimentazione umana. Pesci vivi, pollame, tartarughe e crostacei potranno continuare a essere venduti vivi nei mercati di San Francisco, purché destinati alla tavola.

            #2964

            dino0977
            Utente
            • Località: Cosenza
            • Genere: Maschio
              • @dino0977

              Mi sembra una proposta di legge molto provocatoria.
              Sono daccordo anch’io sul fatto che oramai gli animali vengono trattati come giocattoli.
              Sarei anch’io a favore del divieto di vendita di animali nei negozi, lasciando però inalterata la possibilità ad allevatori professionisti di occuparsi della vendita e dell’allevemento, magari tenendoli più sottocontrollo per evitare maltrattamenti o eccessiva produzione di cuccioli.
              Si potrebbe ad esempio mettere un limite alle cucciolate.
              Sono daccordo sul fatto di incentivare le adozioni, ma non si può vietare a nessuno di acquistare un cucciolo.
              Mi sembra sinceramente una restrizione della libertà personale.
              E questo vale per ogni specie.
              Io posseggo una tartaruga acquatica da circa 17 anni, e così come me altri, ho avuto un acquario, e tanti altri tipi di animali.
              Basterebbero secondo me più controlli e più serietà.
              I divieti hanno sempre portato all’aumento del contrabbando.

              #2991

              angelica
              Admin
                • @angelica

                La mia stima del popolo americano si abbassa ogni giorno di più…..

                Quanto al topic:
                finora abbiamo parlato delle motivazioni morali che stanno dietro alla scelta della sterilizzazione, ma nel caso del foglio di affido la questione è diversa:
                Se non ci fidiamo(giustamente) delle intenzioni di molti adottanti, come facciamo a fidarci che questi spenderanno 300euro di intervento solo perché ce l’hanno promesso?
                Se riteniamo che la sterilizzazione sia fondamentale, allora mandaimo in adozione solo cani già sterilizzati (cosa che fanno molti canili infatti), non accolliamo la responsabilità e l’onere dell’intervento ai futuri proprietari tramite un foglio che non ha il minimo vincolo effettivo (io non ho sterilizzato Eddington non ostante fosse scritto nella scheda preaffido: nessuno è venuto né a farmi una multa né a portarmi via il cane).
                Quella frase continua a sembrarmi un modo di scaricarsi la coscienza.

                #5416

                Anonimo

                  Mi chiedo perchè l’obbligo di castrazione e/ o sterilizzazione che leggo pressochè sempre negli annunci di affido .Ove non sussiste patologia di carattere ereditario conclamata o ragionevolmente sospetta o anamnesi con persorsi psico patologici ( allora non si spiegherebbero le sperticate lodi verso le attitudini di questi cani) perchè addirittura “obbligare” la castrazione o sterilizzazzione .?
                  Se qualcuno mi illumina .. mi rassereno … grazie

                  tornando a un post di settimana scorsa, ho trovato questo schemino che esemplifica molto bene cosa succederebbe se …

                  Attachments:
                  #81014

                  ellyebrando
                  Moderatore
                    • @ellyebrando

                    La mia domanda era: Le associazioni che dicono obbligo di sterilizzazione in che modo possono farti rispettare questa loro pretesa?
                    Una risposta:

                    Con il preaffido che è temporaneo.Se non si adempie l’adottato torna indietro come da contratto.
                    Non è una loro pretesa ma la legge finanziaria del 2007

                    Poi ho letto che Angelica ha detto che non c’è un valore legale vero di questi obblighi che ti fanno firmare, come funziona esattamente?

                    #81016

                    bonafede
                    Utente
                      • @bonafede

                      La mia domanda era: Le associazioni che dicono obbligo di sterilizzazione in che modo possono farti rispettare questa loro pretesa?
                      Una risposta:

                      Con il preaffido che è temporaneo.Se non si adempie l’adottato torna indietro come da contratto.
                      Non è una loro pretesa ma la legge finanziaria del 2007

                      Poi ho letto che Angelica ha detto che non c’è un valore legale vero di questi obblighi che ti fanno firmare, come funziona esattamente?[/quote]

                      Il preaffido normalmente si fa con un contratto che detta una serie di condizioni.Ai sensi degli artt. 1341 e 1342 del c.c., quindi perchè non ha valore legale?

                      #81021

                      bonafede
                      Utente
                        • @bonafede

                        …e poi in ogni caso il cane da adottare è intestato al canile, quindi se non accetti le condizioni non ti fanno il passaggio di proprietà.

                        #81037

                        ellyebrando
                        Moderatore
                          • @ellyebrando

                          Quindi tutti fanno preaffido? o può essere che ti affidino il cane con passaggio di proprietà e l’obbligo di sterilizzazione? In questo caso ha valore una volta che il cane è già mio?

                          #81045

                          bonafede
                          Utente
                            • @bonafede

                            Quindi tutti fanno preaffido? o può essere che ti affidino il cane con passaggio di proprietà e l’obbligo di sterilizzazione? In questo caso ha valore una volta che il cane è già mio?

                            In linea di massima si fa preaffido.Per logica se il cane è già tuo l’obbligo decadrebbe.
                            Ho sentito che ci sono associazioni che pretendono la sterilizzazione solo delle femmine, ma non ne sono certo.

                            #81048

                            ellyebrando
                            Moderatore
                              • @ellyebrando

                              Grazie :-)

                              #81057

                              ale76
                              Utente
                                • @ale76

                                Ci sono associazioni che danno l’ obbligo di sterilizzazione anche per allontanare eventuali “malintenzionati”,
                                poi valutano caso per caso..
                                molto dipende dalle persone con cui hai a che fare

                                #81061

                                espada
                                Utente
                                  • @espada

                                  Il preaffido normalmente si fa con un contratto che detta una serie di condizioni.Ai sensi degli artt. 1341 e 1342 del c.c., quindi perchè non ha valore legale?

                                  perché, una volta che diventa tuo, è proprietà privata.
                                  il che significa pieno godimento del bene, che non può essere condizionato.

                                  la promessa di sterilizzarlo, a mio parere, si configura come “obbligazione naturale”, ex art. 2034, alla quale puoi comunque sottrarti

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 78 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni