Nutrigene – Complemento per cani alimentati con carne fresca

Forum Gestione del cane Alimentazione Naturale Nutrigene – Complemento per cani alimentati con carne fresca

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Anonimo 2 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #133743

    ellyebrando
    Moderatore
      • @ellyebrando

      Su FB ho visto parlare di questo prodotto, voi cosa ne pensate? E’ una polvere (almeno mi sembra) da aggiungere alla carne fresca per bilanciare l’alimentazione.

      http://www.nutrigenefood.com/le-basi/

      #133793

      ellyebrando
      Moderatore
        • @ellyebrando

        La nuova alimentazione del tuo cane con BASE B.1 è normalmente così bilanciata:

        70% CARNE FRESCA scelta dal proprietario
        = PROTEINA ANIMALE FRESCA che non subisce trattamenti termici spinti che ne degradano le proprietà biologiche e la digeribilità.

        30% BASE B.1
        = AMIDI NOBILI provenienti da materie prime human grade e processati con una tecnologia usata in alimentazione umana per ottimizzare la digeribilità senza necessità di cottura.
        = PROTEINA VEGETALE (da ceci e avena) per completare il profilo aminoacidico della dieta.
        = FIBRA DIETETICA (da carota) che contribuisce alla salute e alla funzionalità dell’intestino svolgendo un’azione prebiotica.
        = EPA e DHA (omega 3) acidi grassi polinsaturi aggiunti a freddo che integrano gli acidi grassi del grasso della carne, completando il profilo acidico della dieta.
        = INTEGRAZIONE vitamico-minerale-aminoacidica, aggiunta a freddo per preservarne le caratteristiche chimico-biologiche e funzionali.

        #133795

        Admin
        Admin
        • Genere: Maschio
          • @admin

          hai idea anche dei prezzi?
          :-)

          #133796

          Anonimo

            e’ un integrazione prevista per la carne bovina, una base da mescolare in proporzione 30% base /70% carne (+ acqua ovviamente) ottenendo un “pappone” bilanciato con tutte le sostanze nutritive necessarie al cane; non è pertanto una barf, né una casalinga ma una specie di incrocio tra le due…

            BASE B.1 è una miscela di ingredienti vegetali (riso*, ceci e fiocchi d’avena*) cotti con un procedimento speciale che ne ottimizza la digeribilità (non semplici farine o fioccati), ai quali sono stati aggiunti vitamine, minerali e acidi grassi polinsaturi (di origine vegetale) senza esporli a trattamenti termici.

            DA NOTARE:

            Le quantità medie giornaliere indicate sono per il mantenimento di un cane adulto (vedi apporto di nutrienti in tabella) e comportano un composizione 70% carne e 30% B.1 I fabbisogni cambiano però in funzione di razza, stile di vita, età e condizione corporea…..senza dimenticare il gusto !

            Alcuni esempi:
            per cani nordici o con tendenza al sovrappeso si possono ridurre le quantità di entrambe le componenti, mentre per un soggetto anziano è preferibile un apporto di proteina di buona qualità e contenere l’apporto di amidi (diminuire la quantità giornaliera di B.1, o aumentare quella di carne). Al contrario, in soggetti che non ingrassano o che svolgono attività fisica intensa si può aumentare la quantità di B.1 o di entrambe le componenti della dieta.

            sulla qualità degli ingredienti:

            Le materie prime vegetali contenute in BASE B.1:
            • sono human grade
            • vengono trattate e lavorate in modo differenziato, per preservare in ognuna di loro le caratteristiche nutrizionali ottimizzandone la digeribilità
            • sono controllate per carica microbica e presenza di allergeni.

            Gli Omega 3 contenuti in BASE B.1 sono estratti e purificati da pesce azzurro, e controllati per assenza di contaminanti e metalli pesanti.

            Tutte le materie prime contenute in BASE B.1 sono certificate OGM free.

            esistono poi tutta una serie di tabelle per integrare con altri tipi di carne; ad es si deice:

            La Base B.1 può essere utilizzata anche con carni diverse dal bovino, ad esempio con tacchino (scottato in padella) o maiale (cotto) tenendo conto delle differenze di composizione chimica delle carne. Usando carni (muscolo) mediamente magre rispetto al bovino come tacchino e maiale in un cane normopeso la quota mancante di grasso andrà integrata con alimenti freschi aggiunti dal proprietario.

            e di considerazioni per la carne da usare:

            Precisiamo che con “carne” da utilizzare con la Base intendiamo muscolo con grasso ed eventualmente connettivo, senza organi. Un congelamento di almeno 72 ore è una buona precauzione per controllare la carica batterica (non necessariamente patogena) e il suo sviluppo, per tutte le carni.

            Le carni rosse possono essere offerte crude, oppure (per Vostra scelta o per preferenza del cane ) possono essere velocemente in padella calda per applicare un trattamento termico preventivo. Per le carni bianche (pollo o tacchino) invece consigliamo sempre un trattamento termico, anche se veloce, che può essere il passaggio in padella (anche coperta) piuttosto che immersione (non cottura) in acqua bollente per qualche secondo.

            Il maiale invece va sempre ben cotto, che non vuol dire bollito a lungo, ma cotto come lo prepareremmo per noi (ma senza condimenti, ovviamente). Importante, quando si vuole conservare la carne scottata/cotta, è anche fare in modo che si raffreddi più velocemente possibile (compatibilmente con gli utensili comuni da cucina) e che sia quindi congelata, o comunque conservata a temperature inferiori ai 10°C (questa carne dovrà essere utilizzata ovviamente entro un tempo inferiore a quella congelata…..).

            Buona norma, quando si offrono carni di pollo o tacchino, è anche non lavarle sotto l’acqua corrente per evitare di contaminare (nel caso in cui siano presenti patogeni) le superfici circostanti.

            In ogni caso grande importanza ha anche la contaminazione iniziale (all’acquisto) della carne, quindi il nostro consiglio è di scegliere fornitori che trattino solo carni ad uso umano (supermercati/macellai), anche se acquisteremo rifili dei tagli che non sarebbero venduti per il consumo umano. Particolare attenzione andrebbe posta sull’acquisto di carni congelate che vi vengano consegnate tramite spedizione, in quanto il rispetto della catena del freddo (non sempre verificabile) è essenziale per la sicurezza del prodotto.

            Purtroppo nella pratica quotidiana è difficile, se non impossibile, conoscere a priori eventuali contaminazioni (patogene o meno) delle carni. Un minimo di rischio quando si offre carne cruda (ma altri rischi riguardano ad esempio anche la conservazione delle carni cotte) esiste sempre, ma ponendo attenzione alla gestione e alla conservazione della carne, e confidando nel pH estremamente acido dello stomaco del cane, possiamo stare tranquilli !

            Alla fine non è altro che un integrazione alla carne cruda per renderla più bilanciata a livello nutrizionale;
            per admin: un sacchetto da 1kg viene 14 euro circa

            #133798

            Admin
            Admin
            • Genere: Maschio
              • @admin

              Alla fine non è altro che un integrazione alla carne cruda per renderla più bilanciata a livello nutrizionale;
              per admin: un sacchetto da 1kg viene 14 euro circa

              grazie caro, con molto meno di 14€/kg si possono fare risotti in casa ugualmente ben bilanciati, che ne dici?

              #133799

              Anonimo

                sono d’accordo; niente vieta di usarlo ma economico non lo è di sicuro.
                Il b.0 è per lo svezzamento/crescita mentre la base b.2 non si riesce a capire dal loro sito.
                Esistono molti prodotti simili e abbastanza costosi, in parte usati per la dieta barf/casalinga ma anche integrazioni più semplici ed economiche che si possono fare da soli, come la polvere del dt Pitcairn o l’integrazione con multivaminici, olio di salmone, alghe etc
                Un buon veterinario saprà dare una dieta bilanciata a seconda dell’alimentazione che uno si sceglie; anche documentandosi un po’ si riesce a farlo da soli anche con piccole accortezze.
                Ad es citando un mio vecchio post in cui mi autocito :P :

                ti consiglio di integrare un po’, perché come alimentazione è abbastanza monotona;
                ad es un modo economico e facile è di usare nutraceutici; io mi trovo molto bene con la polvere della salute del dr Pitcairn
                che usa lecitina, lievito di birra, alga kelp (o spirulina), guscio d’uovo etc
                è abbastanza facile da fare e si conserva per molto in frigo…
                guarda qui:

                jmhandinhand.wordpress.com/2012/02/21/ho…for-dogs-supplement/

                cerca di usare anche degli accorgimenti per preservare nutrienti essenziali; ad es se usi le patate falle bollire con tutta la buccia, mi autocito:

                nella buccia della patata si concentrano la maggior parte dei nutrienti, come fibra, vitamina C, ferro e calcio; senza contare che fa da filtro rispetto all’interno della patata. Se togli la buccia, quando immergi la patata nell’acqua bollente, questa perde molti più nutrienti ed assorbe molta più acqua…

                selenella sono patate arricchite con selenio mentre le novelle sono patate raccolte prima che arrivino a completa maturazione, un etto contiene quasi 30mg di vit C;

                per chi fosse interessato alla polvere della salute del dottor pitcairn’s:

                Homemade Natural Dog Food- Healthy Powder for Dogs Supplement

              Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

              Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                Ultime Discussioni