lo stress nel cane e disturbi alimentari

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia lo stress nel cane e disturbi alimentari

Questo argomento contiene 61 risposte, ha 16 partecipanti, ed è stato aggiornato da  boxerina77 2 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 62 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #84802

    Anonimo

      Una mia cliente,stesso identico problema,risolto con pro plan digrstion dietro mio consiglio,formulato esattamente per casi come il tuo ;-)

      #84803

      Admin
      Admin
      • Genere: Maschio
        • @admin

        IN QUESTO TOPIC SI PARLA DI IMPATTI DELLO STRESS NEI DISTURBI ALIMENTARI.

        per parlare di crocchette “gastrointestinal” o “digestion” c’è il topic:
        https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/10-problemi-di-salute/12651-cane-con-problemi-gastrointestinali-diete-veterinarie

        nel quale ti prego di illustrarci DETTAGLIATAMENTE cosa intendi con “formulato esattamente per casi come il tuo”.

        te lo dico perché questo forum affronta gli argomenti in modo diverso da come stai sinora facendo, anzi generalmente consigliamo sempre di non ascoltare minimamente le indicazioni dei negozianti, quando non sanno argomentarle adeguatamente.

        per inciso, questo forum sostiene una politica cruelty-free, elemento tra i tanti che viene giudicato in un prodotto, in questo caso negativamente visto che Purina non fa parte delle aziende che perseguono una politica di questo tipo

        #84805

        sio
        Moderatore
          • @sio

          Mi unisco al gruppo dei cani con disturbi digestivi dovuti allo stress, e all’agitazione. Il mio pastore di 8 mesi fin da piccolo in caso di forte agitazione tende ad andare di intestino e di solito con una bella scarichetta molle. Da piccolo piccolo gli succedeva sia per l’eccessivo gioco che per gli spaventi, il primo mese che era con me ogni volta che scendeva dalla macchina; ormai non capita più che si spaventi davanti a niente, quindi diciamo che il problema si presenta solo quando si agita parecchio es. ieri siamo andati a correre in campagna e ha visto un bello stagno in cui prendeva la rincorsa e saltava per poi correre fuori e ributtarsi, l’ha fatto per 4-5 minuti “a tutto fuoco” e poi quando siamo ripartiti scrollone e scarica di feci. Altre volte dopo aver giocato tanto con altri cani ecc… Se invece stiamo tranquilli in casa perchè magari c’è un temporale e facciamo solo miniuscite per i bisognini feci perfette.
          Secondo la veterinaria è colite da stress che andrà migliorando da sola man mano che cresce e si calma. Premetto che abbiamo fatto varie prove e non è intollerante a niente, ha esami del sangue a posto ed esame feci (fatti sempre sulle cacche formate chiaramente…le altre come le raccoglievo?) a posto (anche la ricerca DNA giardia effettuato, nel corso dei mesi una volta è stato positivo ed è stata debellata, nessun cambiamento)

          Secondo lei quindi non dovrei preoccuparmi della cosa e rassegnarmi a fare figuracce se succede in mezzo al paese :/

          #84807

          furaha
          Utente
            • @furaha

            Una mia cliente,stesso identico problema,risolto con pro plan digrstion dietro mio consiglio,formulato esattamente per casi come il tuo ;-)

            in casi come questo ci vuole un educatore, un comportamentalista, poiché la fonte ipotizzata é un problema di stress. Somministrando un mangime curativo (a prescindere da quale sia) non vai a risolvere i problemi, bensì a celarne in parte le conseguenze.
            A meno che questo mangime Purina non contenga calmanti fitoterapici come valeriana, iperico, passiflora, etc.

            #84813

            ellyebrando
            Moderatore
              • @ellyebrando

              Sio il mio cane ha 6 anni e pensavo come te “prima o poi si calma”, bhe ha ancora scariche intestinali da stress o eccessiva eccitazione ahahah, però ho notato un leggero miglioramento da quando siamo passati ad un alimentazione naturale a crudo

              #84823

              kendra
              Utente
                • @kendra

                Secondo lei quindi non dovrei preoccuparmi della cosa e rassegnarmi a fare figuracce se succede in mezzo al paese :/

                Solo un piccolo appunto: sebbene la cosa in sè può non essere preoccupante, i problemi intestinali rischiano di creare brutti circoli viziosi (irritazione delle mucose, problemi alle ghiandole perianali…) che, se pur non pericolosi di per sè, sicuramente non sono piacevoli, nè per il padrone nè tanto meno per il cane. Se hai accertato che la causa è lo stress, lavora sull’ansia del cane e sulla sua sicurezza in modo da evitare di cronicizzare ulteriormente e peggiorare la situazione

                #84835

                sio
                Moderatore
                  • @sio

                  Secondo lei quindi non dovrei preoccuparmi della cosa e rassegnarmi a fare figuracce se succede in mezzo al paese :/

                  Solo un piccolo appunto: sebbene la cosa in sè può non essere preoccupante, i problemi intestinali rischiano di creare brutti circoli viziosi (irritazione delle mucose, problemi alle ghiandole perianali…) che, se pur non pericolosi di per sè, sicuramente non sono piacevoli, nè per il padrone nè tanto meno per il cane. Se hai accertato che la causa è lo stress, lavora sull’ansia del cane e sulla sua sicurezza in modo da evitare di cronicizzare ulteriormente e peggiorare la situazione[/quote]

                  Lo farei volentieri, ma come faccio a non far eccitare un cane che sta giocando a rincorrersi con gli altri cani? O un cane che si fa una corsa a perdifiato? Non è uno stress da ansia, è proprio eccitazione. se avete consigli li accetto volentieri :)
                  ellyeBrando ho pensato varie volte di passare ad una dieta Barf, se mi avessi detto, con la Barf ho risolto il problema sarebbe stata una bella spinta, ma dato che il miglioramento è solo leggero ancora resto nel limbo degli indecisi.

                  #84837

                  kendra
                  Utente
                    • @kendra

                    Lo farei volentieri, ma come faccio a non far eccitare un cane che sta giocando a rincorrersi con gli altri cani? O un cane che si fa una corsa a perdifiato? Non è uno stress da ansia, è proprio eccitazione. se avete consigli li accetto volentieri :)

                    Ovviamente non puoi impedire al cane di correre, giocare e divertirsi ma lavorando sul suo “autocontrollo” potrai ridurre le fonti di eccitazione e magari anche la loro intensità. Esempio stupido: il cane ovviamente si eccita mentre gioca con altri cani. Probabilmente, prefigurando il momento in cui correrà con loro, l’eccitazione partirà prima dell’inizio del gioco, magari già alla vista di un altro cane. In questo modo durerà di più e magari raggiungerà picchi più alti. Se lavori per gestire la prima fase, quella pre-gioco, magari alla seconda il cane ci arriva più calmo e gli effetti collaterali saranno minori.
                    Anche la scelta dei compagni di gioco è influente: non so se sia un discorso valido per tutti i cani, ma alcuni tendono a regolarsi a seconda del comportamento degli altri cani. Io, ad esempio, inizio a sudare freddo quando incontriamo un weimaraner che è scemo come Kendra. Lì un campo di calcio non basta per sentirsi al sicuro perchè i due dopati corrono senza meta e senza scrupolo. Con cani più placidi o semplicemente più anziani Kendra non ci prova nemmeno ad invitarli a correre e gioca in maniera molto più tranquilla

                    #84839

                    Admin
                    Admin
                    • Genere: Maschio
                      • @admin

                      magari può essere d’aiuto ripianificare gli orari della sua giornata!

                      a che ora mangia?

                      a che ora esce?

                      #84846

                      sio
                      Moderatore
                        • @sio

                        Mangia la mattina alle 7 e poi la sera alle 7, con variazioni di 1 oretta se è sabato o domenica che dormo di più. La cacca della mattina che di solito fa verso le 8-9 va sempre bene, la sera la fa dopo cena prima di andare a dormire e va bene. E’ durante il giorno che avvengono gli episodi, ad orari variabili.
                        Per quanto riguarda le uscite lui in giardino va quando vuole, appena mangiato lo tengo tranquillo in casa, ma a parte questo se vuole esce a fare le sue ronde di guardia e le sue cose da cane. (il mio giardino è circa 1 ettaro). In giro dipende da quando ho il turno di lavoro, se mattino o pomeriggio perchè mentre lavoro sta a casa che i miei non lo portano a spasso. Addestramento adesso andiamo il giovedì ed il sabato all’ora di pranzo (quando facciamo addestramento mangia metà razione al mattino invece che tutta).
                        Le uscite avvengono nella metà giornata in cui non lavoro, attualmente con l’orario nuovo la mattina usciamo verso le 10 e stiamo via un ora minimo, anche più se andiamo a correre. Il pomeriggio diciamo che esco con lui verso le 3 e stiamo in giro fino a sera, un po’ a spasso in città, un po’ a correre lungo il fiume, un po’ a fare shopping, all’area cani ecc… Se usciamo di sera (questi ultimi giorni col tempaccio siamo usciti poco) andiamo verso le 10 circa.
                        Non credo di fare uscite troppo vicine ai pasti, ho provato varie combinazioni di uscite o meno nei mesi scorsi, ma tanto è sempre uguale, momento di forte eccitazione, scarichetta.

                        L’eccitazione pre gioco si quella ce l’ha, quando vede un amico da lontano già comincia ad agitarsi che vuole salutarlo, su quella posso lavorare sicuramente. Sui compagni di gioco è più dura, scarseggiano altamente dalle mie parti…

                        #84848

                        Admin
                        Admin
                        • Genere: Maschio
                          • @admin

                          Non credo di fare uscite troppo vicine ai pasti, ho provato varie combinazioni di uscite o meno nei mesi scorsi, ma tanto è sempre uguale, momento di forte eccitazione, scarichetta.

                          a me sembra che il cane esce, sia per i bisogni che per giocare, a poca distanza dopo aver mangiato.

                          non potete invertire?

                          cioè: puoi provare prima a farlo uscire per i bisogni e poi mangiare dopo 15-20 minuti dopo che siete rientrati?

                          per giocare, generalmente 3 ore di distanza dal pasto vanno bene

                          #84853

                          sio
                          Moderatore
                            • @sio

                            la mattina intendi? E’ che devo andare a lavoro e mi torna mooolto più comodo dargli da mangiare appena alzata mentre faccio colazione per me e i mici e mi devo ancora vestire, se invertissi l’ordine mi verrebbe problematico. Però dai, ci provo, ti farò sapere se migliora :)

                            #84857

                            Admin
                            Admin
                            • Genere: Maschio
                              • @admin

                              La cacca della mattina che di solito fa verso le 8-9 va sempre bene, la sera la fa dopo cena prima di andare a dormire e va bene

                              avevo capito che anche la sera l’uscita fosse ravvicinata al pranzo, ma probabilmente è qualche ora dopo?

                              rimane il problema di mezza giornata: se mangia alle 8 non lo farei uscire a giocare con altri cani alle 10, casomai mi avvicinerei a mezzogiorno quanto più possibile

                              #84887

                              sio
                              Moderatore
                                • @sio

                                Dopo cena prima di andare a dormire intendo verso le 10 e 30 minimo mezzanotte massimo, appunto prima di andare a dormire, scusa se mi sono espressa male, intendevo successivamente al pasto non che fosse ravvicinata al pasto, pensavo si capisse dato che cenando alle 7 non è che si va a dormire a quell’ora ;)

                                Allora cercherò di avvicinarmi più al pranzo al mattino con il gioco, infatti l’allenamento lo facciamo in pausa pranzo apposta.

                                #108849

                                ellyebrando
                                Moderatore
                                  • @ellyebrando

                                  C’era un topic più adatto ma non lo trovo.

                                  Ho trovato interessante questo articolo, se non ho interpretato male io, andrebbe contro i principi su cui si basa la Barf, vi cito alcuni punti.

                                  Gli alimenti, infatti, condizionano il biochimismo cerebrale, il pensiero e quindi il loro comportamento nel sociale. Il cervello è una macchina che funziona prevalentemente a glucosio. Utilizza da solo, infatti, il 60/80% del glucosio prodotto dall’ organismo, cioè da 30 a 160 grammi ca. al giorno, in base alla taglia del soggetto e delle attività che svolge durante il giorno. Questo “zucchero semplice” (che deriva dalla trasformazione dei carboidrati e non solo) in natura è presente soltanto nei cereali, nella frutta, nei tuberi, nella verdura e nei legumi e similari. La demolizione delle proteine animali comporta la liberazione di alcuni aminoacidi precursori dei neurotrasmettitori, che hanno la capacità di condizionare il comportamento. Questo avviene perché la carne, compresa quella di pesce, fa aumentare i livelli dell’aminoacido tirosina, precursore dei neurotrasmettitori: dopamina, adrenalina e noradrenalina, il cui accumulo nel cervello, è responsabile di quella aggressività tipica dei predatori. La carne fa diminuire il livello di serotonina (argomento che tratteremo nelle prossime news), il cui precursore è l’aminoacido triptofano, che troviamo in particolare negli alimenti di origine vegetale. Un eccesso proteico di origine animale comporta la carenza di triptofano e serotonina con il risultato di un comportamento che può essere energico, aggressivo e violento oppure al contrario timido e pauroso. Gli alimenti vegetali, essendo ricchi di amido e fibra, influenzano la concentrazione di triptofano nel cervello, aumentandone così la disponibilità a cedere serotonina, la quale ha la caratteristica di predisporre il cane alla serenità, al gioco, alla socievolezza, al superamento degli stadi d’ansia e di depressione, ecc… Inoltre l’alimentazione vegetariana e vegana hanno la peculiarità di rendere il cervello cosciente e vigile accompagnato da un senso di grande tranquillità.

                                  Articolo Intero: http://consulpets.it/nutrizione/lequilibrio-psicofisico-del-cane/

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 62 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni