Japan Chin

  • Questo topic ha 2 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 anni, 3 mesi fa da lori.
Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #11287
    lori
    Moderatore
      • @lori

      FCI Standard N° 206 / 20.04.1998
      CHIN
      ORIGINE: Giappone
      DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 1987

      UTILIZZAZIONE: Cane da compagnia

      CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 9 Cani da compagnia
      Sezione 8 Spaniel giapponesi e pechinesi
      Senza prova di lavoro

      BREVE CENNO STORICO: Alla luce di documenti antichi si ritiene certo
      che i progenitori del Chin furono donati nel 732 dai sovrani coreani (sotto la dinastia
      Silla, dal 377 al 935) alla Corte del Giappone. Sembra che nel corso dei 100 anni
      seguenti, un gran numero di Chin furono importati in questo paese. Secondo
      testimonianze storiche, soggetti di questa razza furono poi introdotti di nuovo
      direttamente in Cina (sotto la dinastia Tung, dal 618 al 910) e nella Corea del Nord
      (sotto la dinastia Po H’ai dal 698 al 926) da alcuni diplomatici. Sotto il regno di
      Shogun Tsunayoshi Tokugawa (1680-1709) la razza fu allevata utilizzandola come
      piccolo cane da salotto nel castello d’Edo. Nel 1613, un britannico, il capitano Searles,
      introdusse un Chin in Inghilterra e, nel 1953, il Comandante americano Perry ne
      importò un buon numero negli U.S.A; due di questi soggetti vennero donati alla Regina
      Vittoria d’Inghilterra. Dal il 1868 il Chin è diventato il cane da salotto preferito dalle
      dame dell’alta società; attualmente è un piccolo cane da compagnia molto diffuso.

      ASPETTO GENERALE
      Cane di piccola taglia dal muso largo, ricoperto da abbondante pelo, con una
      struttura elegante e aggraziata.

      PROPORZIONI IMPORTANTI
      · L’altezza al garrese è uguale alla lunghezza del corpo
      · Il corpo delle femmine è leggermente più lungo

      COMPORTAMENTO-CARATTERE
      Intelligente, mite e amorevole

      TESTA
      REGIONE DEL CRANIO

      Cranio ampio e arrotondato
      Stop profondo e rientrato
      REGIONE DEL MUSO
      Tartufo canna nasale molto corta e ampia; il tartufo sulla linea retta degli occhi;
      il colore del tartufo è nero o color carne scuro, secondo le pezzature del
      cane. Narici ben aperte.
      Mascelle/Denti bianchi e forti; si desidera una chiusura a tenaglia, ma la chiusura
      a forbice e il prognatismo sono permessi.
      Occhi: larghi, rotondi, ben distanziati, di color nero brillante
      Orecchi lunghi, triangolari, pendenti, ricoperti di lungo pelo; ben distanziati
      COLLO piuttosto corto e portato alto

      CORPO
      Dorso corto e diritto
      Rene ampio e leggermente arrotondato
      Toracemoderatamente ampio e disceso, con costole moderatamente cerchiate
      Ventre ben retratto.

      CODA ricoperta da bel pelo lungo e abbondante; portata sopra il dorso

      ARTI

      ANTERIORI diritti, con fine ossatura; la parte posteriore degli anteriori, sotto il
      gomito, presenta frange.
      POSTERIORI moderatamente angolati, il dietro delle cosce è guarnito da lunghe frange
      PIEDI piccoli e di lepre, preferibilmente con di ciuffi di pelo.
      ANDATURA elegante, leggera e fiera.

      MANTELLO
      PELO serico, diritto e lungo. Tutto il corpo, tranne il muso, è ricoperto da un
      pelo abbondante. Gli orecchi, collo, cosce e coda hanno abbondanti frange

      COLORE bianco con pezzature di nero o rosso. Si desiderano macchie
      simmetricamente distribuite attorno agli occhi, sopra gli orecchi, come pure sull’intero corpo. Molto ricercata una stella bianca dal muso alla sommità del capo.

      TAGLIA
      Altezza: Maschi 25 cm circa
      Femmine leggermente più piccole dei maschi

      DIFETTI: qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto
      e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua
      gravità.
      · Tartufo: qualsiasi colore all’infuori del nero per cani bianchi con macchie nere.
      · Enognatismo, mascelle deviate
      · Bianco monocolore senza pezzature; pezzatura sul muso da un lato solo
      · Timidezza.
      N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente
      discesi nello scroto.

      [/URL]

      #11291
      Admin
      Admin
      • Genere: Maschio
        • @admin

        é bellissimo!
        ma quel pelo richiede molte cure?
        agraria.org segnala che puo` avere problemi nel partorire, é vero?

        #11295
        lori
        Moderatore
          • @lori

          Il pelo dello Chin lo trovo molto simile a quello del mio papillon, cure si, ma non toelettatura esasperata nè necessità di impacchettare e ungere le ciocche.

          Per quanto riguarda il parto, in tutti i cani di piccola taglia possono nascere problemi o complicazioni, non con questo che debba succedere ogni volta, intendiamoci…

          Comincia da poco ad essere conosciuto in Italia e non è ancora molto diffuso anche se vedo che l’interesse sta crescendo sempre di più, se verrà selezionato con attenzione da seri allevatori non presenterà di certo problemi genetici o di salute.

        Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
        • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

          Ultime Discussioni