Il Beagle

Forum Le diverse razze di cani Cani da caccia Il Beagle

  • Questo topic ha 31 risposte, 12 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 6 anni, 3 mesi fa da haze.
Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 32 totali)
  • Autore
    Post
  • #84992
    airinissima
    Utente
      • @airinissima

      No dai, non esageriamo: sarò fortunata, ma entrambi i miei cani in casa sono super affettuosi: quando torno a casa vengono a salutarmi per leccarmi la faccia! :)
      Chuck è sempre in cerca di coccole e contatto umano….

      Ogni cane ha la sua indole, e se il Beagle non si volta a guardarti mentre passeggia (poi questo non è vero, diciamo che si volta con meno frequenza e di meno degli altri cani ma si volta eccome) è perchè è un animale che in quel momento vuole il suo spazio di libertà, ma prova a urlare e a sdraiarti per terra e vedi come corre a capire cosa hai fatto.

      Infatti credo che molto dipenda dal soggetto e da quanto prevale il suo naso sul suo cuore. E il mio è uno MOLTO dominato dal suo naso.

      Io SO che il mio Beagle mi vuol bene, è affezionato e quant’altro. Ma VEDO che, rientrata in casa, prima di dimostrare felicità nel vedere me o chiunque altro di famiglia, lui dimostra interesse per gli odori che portiamo.
      In passeggiata o all’area sgambamento col cacchio che ti c4ga di striscio. Sì, ogni tanto si gira, vede se ci sei… ma finisce lì. Quelle volte che ci siamo azzardati a lasciarlo senza guinzaglio, c’è voluta tutta per riprenderlo. Hai voglia a chiamarlo, attirarlo, far scene.. lui, naso in terra, proseguiva per la sua strada, coda ritta e via!

      All’area cani (che è un grosso recinto, non i giardini pensili di Babilonia!) una volta abbiam fatto la prova: lo chiami, lo chiami, non ti c4ga..allora fai finta di andar via (e vai via!) e dall’auto (in moto e movimento! Cioè mica sa se l’auto fa finta di andar via o no) lo vedevamo che continuava bellamente a farsi i fatti suoi.

      Non è cattiveria, la sua, lo so.
      Il beagle o ti conquista appieno (e da qui le centinaia di migliaia di video di beagle su youtube, tra cui il beagle che chiede scusa a un neonato ricoprendolo di giocattoli) oppure ti lascia indifferente. E chi è conquistato dal beagle (ed avendo frequentato forum di razza ne ho trovati a badilate) vede come pregi qualunque suo atteggiamento e non sceglierebbe mai un altro cane.

      Infine, quando stai sul divano, c’è differenza tra il cane che ti si mette accanto e il cane che ti mette una zampa sopra o che ti raspa sul braccio per essere grattato. Non vuol dire che ti vuol stare vicino o che cerca il contatto, chècchè ne dica mia nonna ;)

      #85013
      ellyebrando
      Utente
        • @ellyebrando

        Elly allora con i gatti come la metti? il gatto quando non vuole attenzione arriva pure a morderti o a graffiarti, magari tu ci stai giocando e lui reagisce male, ma questo non vuol dire che non ha intenzione di condividere qualcosa con te o che non gliene frega niente di te. Significa solo che in quel momento preferisce fare altro, e se ci pensi bene, anche noi umani ci ribelliamo quando veniamo costretti a fare qualcosa che non ci piace. E l’Husky allora come lo consideri? Un cane egoista adatto solo a lavori sulla neve? ……..
        Io preferisco un cane felice e sincero ad un cane che pur di farmi felice mi prende in giro, sottomesso in tutto e per tutto, anche perchè poi, nessun cane fa veramente sempre tutto quello che gli si dice, manco il miglior cane poliziotto, e parlo con cognizione di causa!

        Un cane non è un gatto, il gatto è un felino. Già paragonare lupo-cane….. ma cane-gatto proprio non ha senso.
        L’Husky lo reputo un cane meraviglioso, ne ho visti molti e sono brillanti e intelligenti (anche troppo).
        Voi avete citato un sacco di comportamenti che OGNI singolo cane di qualsiasi razza esso sia mette in atto, come capire dal tono di voce lo stato d’animo.
        Un cane che vuole compiacere il padrone è un cane realizzato, un cane che lavora in coppia col padrone è un cane realizzato, tutt’altro che infelice e e sottomesso ;-)
        Non dubito che ogni cane a modo suo ami il proprio umano…però

        VEDO che, rientrata in casa, prima di dimostrare felicità nel vedere me o chiunque altro di famiglia, lui dimostra interesse per gli odori che portiamo.

        Sia chiaro che io non ho nulla contro questa razza, se trovassi un beagle abbandonato lo prenderei come qualsiasi altro cane, sono semplicemente obbiettiva su quello che ho visto fin ora.

        #85014
        ellyebrando
        Utente
          • @ellyebrando

          Elly allora con i gatti come la metti? il gatto quando non vuole attenzione arriva pure a morderti o a graffiarti, magari tu ci stai giocando e lui reagisce male, ma questo non vuol dire che non ha intenzione di condividere qualcosa con te o che non gliene frega niente di te. Significa solo che in quel momento preferisce fare altro, e se ci pensi bene, anche noi umani ci ribelliamo quando veniamo costretti a fare qualcosa che non ci piace. E l’Husky allora come lo consideri? Un cane egoista adatto solo a lavori sulla neve? ……..
          Io preferisco un cane felice e sincero ad un cane che pur di farmi felice mi prende in giro, sottomesso in tutto e per tutto, anche perchè poi, nessun cane fa veramente sempre tutto quello che gli si dice, manco il miglior cane poliziotto, e parlo con cognizione di causa!

          Un cane non è un gatto, il gatto è un felino. Già paragonare lupo-cane….. ma cane-gatto proprio non ha senso.
          L’Husky lo reputo un cane meraviglioso, ne ho visti molti e sono brillanti e intelligenti (anche troppo).
          Voi avete citato un sacco di comportamenti che OGNI singolo cane di qualsiasi razza esso sia mette in atto, come capire dal tono di voce lo stato d’animo.
          Un cane che vuole compiacere il padrone è un cane realizzato, un cane che lavora in coppia col padrone è un cane realizzato, tutt’altro che infelice e e sottomesso ;-)
          Non dubito che ogni cane a modo suo ami il proprio umano…però

          VEDO che, rientrata in casa, prima di dimostrare felicità nel vedere me o chiunque altro di famiglia, lui dimostra interesse per gli odori che portiamo.

          Sia chiaro che io non ho nulla contro questa razza, se trovassi un beagle abbandonato lo prenderei come qualsiasi altro cane, sono semplicemente obbiettiva su quello che ho visto fin ora.

          #85015
          airinissima
          Utente
            • @airinissima

            sono semplicemente obbiettiva su quello che ho visto fin ora.

            …..pure io…

            #85018
            Chucky.r
            Utente
              • @chucky-r

              Essere obiettivi quando si parla di cani mi pare arduo.
              Ognuno ha le proprie preferenze, la propria idea di cane, le proprie esigenze: a me ad esempio non soddisferebbe un cane che vive appiccicato a me 24h su 24, che pende dalle mie labbra e mi fissa nell’attesa che gli dica cosa fare.
              Parlare di realizzazione di un cane mi sembra ugualmente azzardato: sì, forse un collie vuole compiacere il padrone. Ma perché quello è il suo istinto. Un cane che fa la guardia non credo lo faccia per compiacere il padrone. Idem un cane che va a caccia. Lo fanno perché ce l’hanno nel sangue. Quindi parlerei di felicità del cane quando può soddisfare i propri bisogni e istinti. Il resto io lo trovo più realizzazione del padrone che vede il suo cane vincere una gara o lavorare bene.
              Poi Elly ovvio che ti sarai fatta un’idea di questa razza e ti ritrovi con il pensiero di Airinissima, ma sia io che alohita abbiamo riportato altre 2 esperienze quasi all’opposto. Magari pubblicherò qualche video del mio cane, così magari mi spiegate dove sta l’anaffettività o l’indifferenza.
              Sicuramente sarò influenzata, ma non sono fanatica della razza: riconosco che ci siano cani molto più ubbidienti e facilmente addestrabili e attenti al padrone quando si va a passeggio.
              Mi spiace invece che il Beagle sia sempre etichettato come cane stupido e anaffettivo: come per tutti gli altri cani, dipende dal soggetto e da come viene cresciuto.
              Non mi interessa far cambiare idea a nessuno, sia chiaro. Però mi pare che il Beagle abbia avuto un periodo di diffusione, dove grazie a film, tv, pubblicità, è stato fatto passare per quello che non è, e che poi una volta capito che non è un adorabile cagnolino da compagnia sia stato catalogato esageratamente in negativo.
              Quindi appena dici “Beagle”, tutti che pensano “stupido, tira, non capisce niente”. Un pò come quando si dice “Pitbull” e tutti pensano “aggressivo, fa i combattimenti, morde”. Non mi piacciono “razzismi” e preconcetti.

              #85019
              alohita
              Utente
                • @alohita

                Visto che si sta parlando di cose viste e vissute posso dire che io ho avuto 2 Beagle ed entrambi sciolti si voltavano e ritornavano da me, il maschio ci metteva di più ma tornava sempre, la femmina non si allontana proprio, tira solo un po’, ma sciolta mi sta attaccata come una cozza e si volta a guardarmi in continuazione.Il maschio era più indipendente ma tornava eccome. All’epoca avevo anche un Pastore Tedesco meraviglioso e quando li lasciavo uscire insieme il primo a tornare era il Pastore e il Beagle, dopo averlo chiamato e aspettato di più, tornava lentamente e un po’ scocciato ma tornava eccome, e si prendeva pure la sgridata del Pastore che lo aspettava vicino a me davanti al cancello facendogli sentire i denti sul collo quando rientrava, e lui zitto e dimesso si prendeva la stretta dietro al collo.

                Elly il tuo scandalizzarti nel vedere il Beagle che abbandona la gara è fuori luogo perchè SI SA che non è il tipo di cane che fa tranquillamente l’agility e segue il padrone negli esercizi, ma prova a dire a un Husky di smettere di passeggiare quando è la cosa che gli piace fare di più, anche a passo abbastanza svelto, e vedi se non devi insistere per farlo fermare! Il paragone col gatto ha lo stesso senso, perchè se il tuo discorso è che sono migliori i cani che obbediscono sempre e che non fanno un passo senza di te, figuriamoci allora il gatto che caspita di creatura malvagia e menefreghista che possa essere!! So benissimo che il gatto è un felino, e chi li ama sa cogliere in loro altre squisitezze, più sottili, che forse il cane neanche concepisce e che quindi non sa darti. Quindi, ribadisco, rimanere perplessi di fronte a un Beagle che lascia un esercizio è un po’ come sorprendersi a vedere un canarino che vola via una volta aperta la sua gabbia! Si, è vero, probabilmente il Beagle non è il cane che salta nei cerchi di fuoco e fa lo slalom tra i birilli, e allora? Si sta scoprendo l’acqua calda così! :-? :blink:

                Airinissima io non vedo come pregio ogni comportamento del Beagle, ma vedo come caratteristica sua propria anche aspetti che molte persone, che guardano dall’esterno, vedono come difetti. E’ diverso questo discorso dal dire che a me piacciono tutti gli aspetti caratteriali di questa razza, molto diverso. Io cerco solo di rispettare le caratteristiche che ogni cane ha, se possibile di educarlo per rendere la vita migliore a lui e alla comunità in cui viviamo, non a me, ma di certo togliere alla natura, ovvero S-NATURARE quel che ogni essere vivente possiede intrinsecamente dalla nascita, questa la trovo un’ingiustizia e una crudeltà. Per fare un esempio, io non vedo il Rottweiler come un cane aggressivo quando morde un estraneo, ma vedo spesso un eccesso di protezione che lui dimostra per il padrone anche in questo tipo di atteggiamenti, che purtroppo a volte procurano danni a chi invece si avvicina pensando di accarezzare un Labrador (e in questo si vede la bravura del padrone, ovvero nel prevenire situazioni di questo tipo).

                Sulla felicità, poi, ho una visione più “canecentrica”, e credo che il cane si senta appagato non solo seguendo i comandi del padrone e relazionandosi con lui 24 ore su 24. Una persona a cui devo tanto una volta mi ha detto che “un cane stanco è un cane felice”, e a me piace credere che sia così. Ad intuito, penso che questa cosa sia vera

                #85020
                Chucky.r
                Utente
                  • @chucky-r

                  Piccola parentesi: ma qualcuno per caso ha aperto il link che ho postato? Visto che si parla di agility e lavoro in coppia…
                  Ecco, se scorrete tra i commenti, ho chiesto se c’erano dei video dei percorsi e mi sono stati indicati: guardateli.
                  Purtroppo non ci sono più le classifiche sul sito degli europei, ma questo beagle è arrivato 12º in mezzo a soli collie e shetland sheepdog! Sicuramente è meno facile, di cani che lo fanno per mestiere (ci mancherebbe!), ma non mi pare nemmeno faccia così schifo…!

                  #85021
                  alohita
                  Utente
                    • @alohita

                    Essere obiettivi quando si parla di cani mi pare arduo.
                    Ognuno ha le proprie preferenze, la propria idea di cane, le proprie esigenze: a me ad esempio non soddisferebbe un cane che vive appiccicato a me 24h su 24, che pende dalle mie labbra e mi fissa nell’attesa che gli dica cosa fare.
                    Parlare di realizzazione di un cane mi sembra ugualmente azzardato: sì, forse un collie vuole compiacere il padrone. Ma perché quello è il suo istinto. Un cane che fa la guardia non credo lo faccia per compiacere il padrone. Idem un cane che va a caccia. Lo fanno perché ce l’hanno nel sangue. Quindi parlerei di felicità del cane quando può soddisfare i propri bisogni e istinti. Il resto io lo trovo più realizzazione del padrone che vede il suo cane vincere una gara o lavorare bene.
                    Appunto, gli animali seguono prima la loro natura, poi noi, checchè se ne dica. Senza considerare, poi, che è stato l’uomo a creare razze sempre più specializzate per esigenze sue personali, cioè per adattare il cane alle sue necessità.

                    Poi Elly ovvio che ti sarai fatta un’idea di questa razza e ti ritrovi con il pensiero di Airinissima, ma sia io che alohita abbiamo riportato altre 2 esperienze quasi all’opposto. Magari pubblicherò qualche video del mio cane, così magari mi spiegate dove sta l’anaffettività o l’indifferenza.

                    Già dire che un cane è anaffettivo, qualsiasi cane, è un nonsenso. Si sa benissimo che il cane è l’animale che più si lega all’uomo e che prova piacere a stare in sua compagnia

                    Sicuramente sarò influenzata, ma non sono fanatica della razza: riconosco che ci siano cani molto più ubbidienti e facilmente addestrabili e attenti al padrone quando si va a passeggio.

                    Esatto, neanche io sono una fanatica della razza, io le amo un po’ tutte ed ho avuto il piacere di avere cani diversi, di razze diverse, anche meticci. A me i cani piacciono tutti, vecchi, cuccioli, meticci, col pedigree… Fosse per me li prenderei tutti

                    Mi spiace invece che il Beagle sia sempre etichettato come cane stupido e anaffettivo: come per tutti gli altri cani, dipende dal soggetto e da come viene cresciuto.
                    Non mi interessa far cambiare idea a nessuno, sia chiaro. Però mi pare che il Beagle abbia avuto un periodo di diffusione, dove grazie a film, tv, pubblicità, è stato fatto passare per quello che non è, e che poi una volta capito che non è un adorabile cagnolino da compagnia sia stato catalogato esageratamente in negativo.
                    Quindi appena dici “Beagle”, tutti che pensano “stupido, tira, non capisce niente”. Un pò come quando si dice “Pitbull” e tutti pensano “aggressivo, fa i combattimenti, morde”. Non mi piacciono “razzismi” e preconcetti.

                    Chucky sottoscrivo esattamente tutto quello che hai detto, non cambierei una virgola :-)

                    #85036
                    alohita
                    Utente
                      • @alohita

                      Essere obiettivi quando si parla di cani mi pare arduo.
                      Ognuno ha le proprie preferenze, la propria idea di cane, le proprie esigenze: a me ad esempio non soddisferebbe un cane che vive appiccicato a me 24h su 24, che pende dalle mie labbra e mi fissa nell’attesa che gli dica cosa fare.

                      A me piacciono un po’ tutti, sia quelli appiccicosi che quelli più indipendenti, ma credo che comunque ogni cane, a modo suo, sa rendere felice il suo padrone, dandogli sempre il massimo

                      Parlare di realizzazione di un cane mi sembra ugualmente azzardato: sì, forse un collie vuole compiacere il padrone. Ma perché quello è il suo istinto. Un cane che fa la guardia non credo lo faccia per compiacere il padrone. Idem un cane che va a caccia. Lo fanno perché ce l’hanno nel sangue. Quindi parlerei di felicità del cane quando può soddisfare i propri bisogni e istinti. Il resto io lo trovo più realizzazione del padrone che vede il suo cane vincere una gara o lavorare bene.

                      Esatto, proprio quello che intendevo dire io. In ogni caso il cane è un animale sociale, che si lega all’uomo meglio di qualsiasi altro animale. Tutti i cani, chi più chi meno, amano compiacere il proprio amico umano.

                      Poi Elly ovvio che ti sarai fatta un’idea di questa razza e ti ritrovi con il pensiero di Airinissima, ma sia io che alohita abbiamo riportato altre 2 esperienze quasi all’opposto. Magari pubblicherò qualche video del mio cane, così magari mi spiegate dove sta l’anaffettività o l’indifferenza.

                      Il Beagle anaffettivo e indifferente è una falsità, è un cane deciso, determinato, riflessivo, ma è anche dolce, osserva tutto, e il fatto che sa cogliere le sfumature della voce, come detto prima, è per dire che non è assolutamente indifferente o ottuso, anzi! E’ un cane che, se vuole, sa pure farsi desiderare se reputa di aver ricevuto un torto, se la tira diciamo, ma poi si scioglie e diventa un coccolone :-)
                      Io questo modo di fare lo trovo molto umano, poi non so, può piacere o non piacere, ma dire che è anaffettivo e indifferente non corrisponde per niente a verità!

                      Sicuramente sarò influenzata, ma non sono fanatica della razza: riconosco che ci siano cani molto più ubbidienti e facilmente addestrabili e attenti al padrone quando si va a passeggio.
                      Mi spiace invece che il Beagle sia sempre etichettato come cane stupido e anaffettivo: come per tutti gli altri cani, dipende dal soggetto e da come viene cresciuto.
                      Non mi interessa far cambiare idea a nessuno, sia chiaro. Però mi pare che il Beagle abbia avuto un periodo di diffusione, dove grazie a film, tv, pubblicità, è stato fatto passare per quello che non è, e che poi una volta capito che non è un adorabile cagnolino da compagnia sia stato catalogato esageratamente in negativo.
                      Quindi appena dici “Beagle”, tutti che pensano “stupido, tira, non capisce niente”. Un pò come quando si dice “Pitbull” e tutti pensano “aggressivo, fa i combattimenti, morde”. Non mi piacciono “razzismi” e preconcetti.

                      Neanche io sono una fanatica della razza, a me piacciono tutti i cani, di razza, meticci, col pedigree, senza pedigree, zoppi, cuccioli, anziani, insomma tutti. Per me i cani sono animali speciali a prescindere, perchè sono quelli che riescono a creare un legame più forte con l’uomo, e che quindi ti sanno dare più amore rispetto agli altri animali, o per lo meno riescono a mostrarlo meglio. Proprio per questo non mi sembra giusto valutare un cane in base al rendimento che danno rispetto a delle attività per cui non sono naturalmente portati. Che poi, a rifletterci bene, è proprio l’uomo che si è divertito a creare le razze al fine di ottenere cani sempre più specializzati in determinate attività, esasperando, a volte, determinate caratteristiche innate. Col Beagle poi l’uomo si è proprio divertito tanto, infatti è il cane preferito per gli esperimenti, perchè ritenuto più malleabile, paziente, e meno ribelle rispetto ad altri, e fisicamente più simile all’uomo rispetto ad altri. Un cane-uomo, appunto. Per me il Beagle è una persona fatta cane

                      #85038
                      Admin
                      Admin
                      • Genere: Maschio
                        • @admin

                        se ci fosse qui l’amica Antonella Bertolotti potrebbe raccontarvene, della sua MEW (femmina di Beagle, unità cinofila della Protezione Civile):

                        http://www.gattopoli.it/news/la-spezia-argo–la-protezione-civile-a-4-zampe.html

                        http://www.beaglemania.altervista.org/Partecipanti.html

                        Attachments:
                        #85040
                        alohita
                        Utente
                          • @alohita

                          Wow, che bella storia quella di Antonella! :-)
                          Chucky ho visto i video, che dire, bravissimo Filippo!!! :lol:

                          #90060
                          sony97
                          Utente
                            • @sony97

                            E soprattutto non devono essere obesi!!! Nella mia città ce ne sono troppi che sembrano delle mortadelle ambulanti…

                            #94470
                            Chucky.r
                            Utente
                              • @chucky-r
                              #94475
                              giuliaconpedro
                              Utente
                                • @giuliaconpedro

                                io i ‘best in show’ non li capisco..

                                #94496
                                mccaw
                                Moderatore
                                  • @mccaw

                                  MI fa piacere per i beagle però il titolo dell’articolo è fuorviante, vabbè che gli americani hanno una visione americanocentrica, però sarebbe corretto dire che il beagle Miss P. è risultato il cane più bello degli USA. Loro considerano il Westminster Kennel Club Dog Show il principale di tutto il mondo, ma per noi nazioni aderenti alla FCI è la mondiale che si tiene ogni anno in una nazione diversa anche se per me, per una questione storico culturale, sopratutto per le razze made in UK, il più importante è il Crufts.

                                Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 32 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

                                  Ultime Discussioni