Interazioni tra cani adulti – pro e contro

Forum Gestione del cane Educazione e Comunicazione Interazioni tra cani adulti – pro e contro

  • Questo topic ha 111 risposte, 34 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 mesi, 4 settimane fa da Ilart.
Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 112 totali)
  • Autore
    Post
  • #45198
    fubiano
    Utente
      • @fubiano

      pienamente d’accordo , non mi sento di criticare chi ha cani piccoli ed ha un atteggiamento protettivo verso di loro prendendoli in braccio ed allontanandoli da cani grossi, purtroppo in giro ci sono troppi imbecilli con cani potenzialmente pericolosi che anzichè rendersene conto ne sono orgogliosi e pensano tanto il mio è più forte .
      A mio avviso è importante che il proprietario non trasmetta al cane le sue ansie e lo faccia con naturalezza e trnquillità,
      e sopratutto lo faccia quando è ancora lontano dall’altro cane se sono muso a muso il movimento brusco di prenderlo in braccio potrebbe scatenare il predatorio dell’altro cane.

      #45205
      ellyebrando
      Utente
        • @ellyebrando

        volevo far notare che prendere al volo il cane braccio e andar via rapidamente o il cambiare marciapiede per evitare l’incontro, non deve essere necessariamente deriso o criticato

        io sapevo che prendere il cane in braccio e cominciare a fare movimenti strani tipo nasconderlo scatena predatorio morsi e curiosità, poi non so :lol:
        Io ho beccato un morso al polso da un randagio una volta sollevando il mio

        #45210
        Gianni
        Utente
          • @iomedesimo

          io ho provato a far socializzare Pippo, il pechinese riuscito male o Tibetan Spaniel non l’ho ancora capito ma non è questo che mi interessa…
          Dicevo, ho provato a farlo socializzare ma sarà che quando l’ho trovato aveva 10 mesi e molto probabilmente non aveva mai avuto contatti con altri cani, fatto sta che lui non ha voluto saperne di socializzare, giocare, o chissà cosa. Per lui esistono solo due tipi di cani, se sei femmina ti annuso e non mi faccio annusare, poi me ne vado. Se sei maschio, soprattutto grande, ti devo salire addosso, punto.

          Sicuramente avrò fatto degli errori anche io visto che è stato il mio primo cane e ora ha 10 anni ma, vuoi il carattere tipico della razza (asociale) vuoi la mia paura iniziale, poi concretizzata 3 anni fa quando Pippo (al guinzaglio) aggredì un Pitbull libero, e questo reagì dandogli una testata provocandogli la frattura della mandibola, sono del parere che…..chi se ne frega di farlo socializzare, tanto lui non vuole.

          Le Setter sono diverse, la piccola è molto socievole con umani e cani, la grande è sempre timida e ha bisogno di più incontri prima di accettare un umano o altro cane.

          #45217
          lori
          Moderatore
            • @lori

            Secondo me il problema è più evidente con i cani piccoli, li prendono in braccio, cambiano strada, utilizzano la battutina “se vuole ti mangia” e con questa scusa portano via il cane; per forza in città si vedono solo piccoletti impennati che abbaiano e ringhiano furiosamente contro ogni cosa o essere vivente.

            Non è un “problema”, nemmeno evidente, è un modo di comportarsi per evitare un incontro. :whistle:
            Non è da criticare o deridere, è da rispettare non sapendo se ci siano motivazioni per comportarsi in questo modo.

            In luoghi pubblici si vedono piccoli forsennati e grandi che danno segno di aggressività, tutto dipende dai proprietari, dalla loro educazione prima ancora che da quella dei loro cani.

            E’ difficile guidare oggi in città, è difficile camminare, è difficile condurre un cane, se ci riteniamo “diversi”, in meglio intendo, diamo prova della nostra educazione e di quella dei nostri cani piccoli o grandi che siano. ;-)

            #45226
            fikreta
            Utente
              • @fikreta

              purtroppo per la maggior parte dei proprietari i loro cani sono educati, ben socializzati ed equilibrati, purtroppo però non è sempre così, spesso trovi proprietari che ti assicurano e poi appena ti avvinci il cane reagisce male; e con un cane piccolo basta anche un solo sbaglio da parte di qualcuno perché si ferisca seriamente; Maggie gioca con parecchi cani ma io prima valuto il cane e il padrone e poi decido il da farsi, a volte non è neppure questione di grandezza, c’è un barboncino dietro casa mia che non farei avvicinare neppure mia figlia (aggredisce chiunque gli si avvicini), mentre Maggie spesso gioca con un Golden retriever che conosciamo benissimo e che ha una pazienza infinita, addirittura in quel caso sono io spesso a spostare Maggie per non infastidirlo troppo

              #45228
              lori
              Moderatore
                • @lori

                Fikreta, perdona la mia perplessità… ;-)

                Ma se Maggie ha 2 mesi e 27 giorni, come fai a dire che “gioca con diversi cani” anche sconosciuti?

                Frequenti già un campo di addestramento dove ha “amici cani”.

                L’esperienza, credo, si acquisica col tempo e nel tempo… :cheer:

                #45231
                fikreta
                Utente
                  • @fikreta

                  quando la porto a spasso incontriamo altri cani, semplice :P , alcuni li conosciamo altri no; già solo nel mio condominio vivono altri tre cagnoloni, uno di questi appunto il Golden retriever; ogni giorno durante la passeggiata passiamo davanti ad un meccanico che ha uno shihtzu, per farti solo un paio di esempi, non capisco dove stia la perplessità ;-)

                  #45235
                  mccaw
                  Moderatore
                    • @mccaw

                    quante scuse si trovano per non far socializzare i cani tra di loro? sono due maschi… il/la mio/a é dominante… il veterinario ha detto che si contagiano le malattie… la lista continua?

                    Il mio effettivamente è dominante, ma nel senso vero del termine. Il vero cane dominante conosce la sua forza e non è mai inutilmente aggressivo. Faccio un esempio, il mio fuori casa non ha mai attaccato briga, ma quando altri cani gli si sono lanciati contro mentre camminavamo per i cavoli nostri ha reagito commisurando la reazione in base alla taglia dell’aggressore. Se è piccolo lo porta sotto di se e gli da quattro zampate. Con un pastore tedesco invece dopo esser stato preso alla gola ha usato anche lui i denti. Nell’ultimo scontro invece ho visto un cane arrivare da circa 100 metri di distanza, ho mollato il mio e mi sono messo in mezzo. Arrivato a due metri l’altro cane stava piegato sulle zampe ed abbaiava il mio era fermo immobile e tutto impettito, poi c’è stata una piccola toccata e rapida fuga dell’aggressore ma il mio si è limitato ad una breve scaramuccia.
                    Detto questo evito al mio di entrare in contatto con altri maschi adulti perché non mi fido degli altri. Questo atteggiamento è aumentato ora che ha problemi di artrosi. Comunque ha diversi amici maschi che lui conosce da quando era od erano cuccioli e sono di piccola taglia. Conosceva anche un setter irlandese con cui avrebbe sempre voluto giocare. Se sono cuccioli nessun problema, anzi è molto delicato.
                    Per quel che riguarda le femmine possono fargli letteralmente di tutto, infatti ha 3/4 morose in giro per il quartiere.

                    Devo dire anche che ad un raduno di razze italiane ho notato che tra bergamaschi vige una bella armonia, anche tra maschi.

                    #45276
                    aci
                    Utente
                      • @aci

                      Comunque quella dei due maschi o del cane dominante mi sembra un motivo valido per non fare avvicinare due cani, magari la motivazione non sarà proprio corretta, magari più che di dominanza si potrebbe parlare di intolleranza, ma se il proprietario afferma una cosa del genere di solito è perché effettivamente non è il caso di far interagire il proprio cane e non sempre a causa di una scarsa o scorretta socializzazione, ci sono razze o anche semplicemente individui a cui è pressoché impossibile imporre di essere socievoli.

                      Ma, al di là dei casi personali, volevo far notare che prendere al volo il cane braccio e andar via rapidamente o il cambiare marciapiede per evitare l’incontro, non deve essere necessariamente deriso o criticato, può essere un modo come un altro per non far avvicinare il proprio cane ad uno sconosciuto e si deve essere liberi anche di fare questo.

                      Concordo con entrambi. Il fatto è che ci dovrebbero essere modi, luoghi e tempi ben definiti in cui far socializzare i cani tra loro e ritengo che fare avvicinare e conoscere due cani al guinzaglio, magari nel bel mezzo di un marciapiede, non rientri affatto nelle condizioni ideali… e la maggior parte degli incontri canini avviene in questo modo.
                      Trovo maggiori difficoltà non tanto, come dicevate più sopra, con “proprietari di cani di taglia piccola”, ma con i proprietari dei “cani amiconi” (che poi spesso tanto “amiconi” e affabili non sono, visto che spesso e volentieri mostrano atteggiamenti ostili e di sfida) che poichè il loro cane è buono, tanto buono, buonissimo, simpaticissimo, innocuo, ecc. ecc. ignorano bellamente il tuo tentativo di tenerti a distanza (a volte mi tocca spiaccicare il mio contro un muro) e continuano imperterriti sorridenti a venire verso di te (belli in linea retta, mi raccomando), ignorano le tue parole -“non lo faccia avvicinare, il mio non è socievole con i maschi”-, magari ti rispondono pure -“il mio non fa niente e poi il suo mi sembra buono!, si vede dagli occhi che è buono!”- e zac, mentre ti sei distratto un attimo ad ascoltarli, il loro cane è già sotto il muso del tuo… fantastici. A volte mi capita di pensare che tengo più io all’incolumità di alcuni altri cani che i loro irresponsabili proprietari.

                      Per quanto riguarda la socializzazione, Bullo è stato socializzato fino in tenera età con cuccioli, cani anziani, cani piccoli, cani grandi, femmine e maschi… ma niente da fare, da quando ha compiuto un anno e mezzo circa è difficile che riesca a farlo avvicinare ad altri maschi adulti (di qualsiasi taglia purtroppo) a meno che non palesino evidenti intenzioni di giocare o comportamenti di sottomissione. Con le femmine sterilizzate gioca, con quelle “intere” tenta invece CONTINUAMENTE di montarle, beccandosi giustamente dei bei morsi, ma lui continua imperterrito nella sua “missione”, sigh. Tra l’altro, naturalmente, anche in presenza di cani con cui va potenzialmente d’accordo, l’arrivo di una femmina può ribaltare drasticamente e repentinamente l’equilibrio.

                      #45315
                      peter-parker
                      Utente
                        • @peter-parker

                        Concordo con entrambi. Il fatto è che ci dovrebbero essere modi, luoghi e tempi ben definiti in cui far socializzare i cani tra loro e ritengo che fare avvicinare e conoscere due cani al guinzaglio, magari nel bel mezzo di un marciapiede, non rientri affatto nelle condizioni ideali… e la maggior parte degli incontri canini avviene in questo modo.

                        Questo comportamento sbagliato unito alla mia ignoranza ha insegnato al mio cane a tirare per andare a conoscere gli altri cani.

                        #45318
                        lori
                        Moderatore
                          • @lori

                          :cheer: Peter Parker, dovremmo specificare ben cosa si intende per socializzazione e qual’è il modo corretto per insegnarla.

                          Anche i tempi sono importanti, quando cominciare e in che modo… la parola a voi esperti… ;-)

                          #45319
                          peter-parker
                          Utente
                            • @peter-parker

                            Non sono esperto del modo corretto ma osservo su di noi gli effetti del modo scorretto :-(
                            Cucciolo curioso al guinzaglio che vuole andare verso un cane sconosciuto:
                            -cane in tiro
                            -cerchi di resistere alla tentazione
                            -piano piano ti avvicini (anche se sai che è sbagliato)
                            -i cani entrano in contatto

                            Risultato:
                            -insegni al cane che se tira come un matto arriva a fare le presentazioni con estranei
                            -il tuo cane è l’unico dei due che si agita alla sola aspettativa dell’incontro
                            -a 50Kg il comportamento non cambia ma l’estetica della scena muta notevolmente rispetto ad un cucciolo

                            #45321
                            lori
                            Moderatore
                              • @lori

                              Non è quindi questo che si intende per socializzazione…

                              #45322
                              peter-parker
                              Utente
                                • @peter-parker

                                Che IO intendo.
                                Col senno di poi non tenterei più una socializzazione al guinzaglio nel cucciolo.

                                #45323
                                lori
                                Moderatore
                                  • @lori

                                  :-) anche l’addestratore che segue le mie, non fa mai avvicinare i cani quando sono al guinzaglio…

                                Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 112 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

                                  Ultime Discussioni