Guinzaglio pettorina collare… come scegliere ed usare quello giusto per il mio cane?

Forum Gestione del cane Quotidianità Guinzaglio pettorina collare… come scegliere ed usare quello giusto per il mio cane?

Questo argomento contiene 705 risposte, ha 90 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ela 3 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 706 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #3306

    espada
    Utente
      • @espada

      E’ il tocco, la presa e il modo di tenere il guinzaglio che fa capire al cane come si deve camminare, cosa si deve fare o non fare…

      sicuramente!

      e proprio per questo credo che si possa fare anche a meno del collare a strangolamento… ho visto trattare cani “a pelo nudo”… senza alcun collare indosso, nè pettorina, nè altro… ovviamente, da persone esperte!

      è LA MANO lo strumento che bisogna saper usare davvero
      ;)

      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 11 mesi fa da  espada.
      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  Admin.
      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  Admin.
      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  Admin.
      #3309

      dino0977
      Utente
      • Località: Cosenza
      • Genere: Maschio
        • @dino0977

        Ribadisco che secondo me usato in un modo scorretto il collare a strangolo non è uno strumento di educazione, se per educazione intendiamo il rispetto verso il nostro cane, ed il rispetto del nostro cane nei nostri confronti.
        Ho usato il termine ”barbarie” perchè è barbaro strangolare un animale.
        Io con i mie CC ho usato lo strangolo anche quando avevano 3 mesi, ho dei collarini piccoli piccoli, ma non ho mai tirato tanto da farli soffrire, anzi alla fine ho deciso di cambiare, non mi sentivo capace di usarlo.
        Ho visto persone, e più di una, che portavano il loro cagnone a spasso tirando come ossessi, e i poveri cani tossivano ed ansimavano in un modo a dir poso disdicevole.
        Quella secondo me è una barabrie, veder un cane di 40-50-60 kg tenuto corto ad un gunzaglio, da un proprietario che non è in grado di condurlo, e che tira lo strozzo con tutte le sue forze per far fermare il cane, che poveretto alla fine si ferma, e come, tossendo e ansimando.
        Non mi sembra che così facendo lo abbia educato.
        Sono daccordo sul fatto che usato in un certo modo possa portare a dei risultati, così come se usati in modo sbagliato qualsiasi cosa può creare danni.
        Sta tutto nell’usare correttamente o no una cosa.
        Sicuramente anch’io non consiglerei ad una persona inesperta il suo utilizzo.

        #3312

        Anonimo

          E’ il tocco, la presa e il modo di tenere il guinzaglio che fa capire al cane come si deve camminare, cosa si deve fare o non fare…

          sicuramente!

          e proprio per questo credo che si possa fare anche a meno del collare a strangolamento… ho visto trattare cani “a pelo nudo”… senza alcun collare indosso, nè pettorina, nè altro… ovviamente, da persone esperte!

          è LA MANO lo strumento che bisogna saper usare davvero
          ;)[/quote]

          Anche il miglior esperto con il miglior cane non deve ritenersi “sicuro” al punto di condurre un cane in pubblico senza un guinzaglio ed un collare…

          #3313

          Anonimo

            non mi sentivo capace di usarlo

            Appunto… E’ un buon inizio…. Si impara!!!!
            Pensiamo a quante cose nella vita abbiamo imparato!!!!

            #3314

            Anonimo

              Quella secondo me è una barabrie, veder un cane di 40-50-60 kg tenuto corto ad un gunzaglio, da un proprietario che non è in grado di condurlo, e che tira lo strozzo con tutte le sue forze per far fermare il cane, che poveretto alla fine si ferma, e come, tossendo e ansimando.
              Non mi sembra che così facendo lo abbia educato.

              Appunto… Uno così non dovrebbe nemmeno averlo un cane… Uno così, come lo hai descritto tu, nemmeno con la bacchetta magica di Peter Pan andrebbe lasciato libero di condurre un cane… Anzi, fosse per me non dovrebbe nemmeno poterlo avere un cane.
              Ma di che parliamo?
              Mi infastidisce però dover discutere con questo metodo: è come voler vietare l’uso dell’automobile (mezzo utilissimo e a volte necessario) alle persone tra i 18 e i 30 anni adducendo continui e innegabili esempi di giovinastri che con o senza patente (ci sono pure quelli….) compiono manovre assurde, guidano ubriachi e uccidono poveri innocenti…
              Allora, lasciamo perdere il “mio-cuggino-mi-ha-detto-che-ha-visto-uno-che-….
              Stiamo ai fatti.
              I fatti sono seri, anzi serissimi….
              Il cane è una cosa seria, il rapporto di fiducia e sicurezza tra cane e conduttore è cosa serissima…
              La preparazione a questa stupenda esperienza che è la vita tra umani e cani è cosa sacrosanta!!
              Il collare a strozzo è solo un tassello, uno dei tanti, tantissimi mattoni che, in un immaginario percorso formativo, tutti dovrebbero conoscere e saper usare. Se si impara a usare bene quello (che ripeto è un facilitatore) allora si può usare anche quello normale (se il cane lo consente): come a scuola: prima si impara a disegnare sulla carta quadrettata, poi quando si è esperti si usa il foglio bianco…
              Sono daccordo sul fatto che usato in un certo modo possa portare a dei risultati, così come se usati in modo sbagliato qualsiasi cosa può creare danni.
              Sta tutto nell’usare correttamente o no una cosa.
              Sicuramente anch’io non consiglerei ad una persona inesperta il suo utilizzo.[/quote]

              #3320

              dino0977
              Utente
              • Località: Cosenza
              • Genere: Maschio
                • @dino0977

                Come dici tu educare il cane è una cosa delicata,seria, ed allo stesso tempo importantissima per un proprietario, per colui che vuole condividere il suo tempo, ed una buona fetta della sua vita, con un’amico leale.
                Questo vuol dire per una persona seria, cercare di imparare ad utilizzare tutti gli strumenti adatti ad insegnare al cane a vivere in un mondo a misura di animale.
                Molto spesso però alcuni di questi strumenti, e non mi limito solo allo strozzo, utilizzati in modo sbagliato, fanno si che il cane compia delle manovre sbaglite se non addirittura rimanga traumatizzato.

                Ribadisco, io resto contrario all’utilizzo dello strozzo, non in assoluto, ma da parte di chi come me non è capace di utilizzarlo, e pensa che servendosi di questo collare possa creare più danni che altro.
                Può essere un buonissimo strumento? Un ottimo Strumento?
                Sicuramente, ma se usato da professionisti o da persone esperte.
                Non è uno strumento adatto a tutti e purtroppo il largo utilizzo che se ne fà, basta infatti andare in un petshop e acquistarlo con pochi euro, fa si che molti cani non imparino nulla, anzi soffrano quando ne indossano uno.
                Ben venga chi come te lo utilizza in modo corretto, ben venga chi lo utilizza in un campo di lavoro, chi lo utilizza per insegnare!
                Ma assolutamente no al proprietario inesperto.
                Se non creerà danni al cane sicuramente non ne trarrà nessun giovamento.
                Non voglio dilungarmi. Questo è il mio pensiero sbagliato o giusto che sia.
                Saluti a tutti

                #3323

                Anonimo

                  Può essere un buonissimo strumento? Un ottimo Strumento?
                  Sicuramente, ma se usato da professionisti o da persone esperte.

                  Assolutamente no, fidati…..
                  Con pochi, ragionevoli e facilmente reperibili consigli può essere usato da “chiunque”.
                  L’errore è pensare che sia un oggetto pericoloso, o che l’utilizzo sia riservato solo a “gente esperta” 8il che lo riconduce in ogni caso ad essere in oggetto pericoloso).
                  Credimi, non fa più male (per usare un verbo che è cmq improprio) che portare il cane con una (apparentemente più semplice ed innocua) pettorina…
                  Se solo potessi immaginare quanto male fa ad un cane camminare con un guinzaglio lungo 2 metri davanti al padrone… (molti, forse troppi, credono infatti di vedere la felicità nel cane che cammina 2 metri davanti a noi… Chissà cosa pensano… che il cane stia assaporando il profumo della libertà….), allora forse capiresti che è proprio per la salute psico-fisica del cane che si deve impostare una condotta che preveda l’uso dello strangolo… Non vi è da preoccuparsi se all’inizio vi sia l’uso impacciato o errato dello strangolo… Non si arrecano traumi al cane se la volontà è comunque quella di portare a spasso il proprio cane con serenità e con energia positiva!

                  Posto questo video, non tanto per pubblicizzare il collare che personalmente utilizzo, quanto piuttosto per mostrarvi (negli ultimi fotogrammi) come si dovrebbe portare un cane al guinzaglio… http://www.cesarsway.com/shop/Illusion-Dog-Collar-Leash-System

                  #3344

                  peter-parker
                  Utente
                    • @peter-parker

                    Solo un pensiero:

                    checchè se ne dica per me (inesperto) è risultato sempre più facile la gestione del cane con lo strozzo (di corda).
                    Il momento “passeggiata” non mi soddisfava e probabilmente neanche il cane era contento perciò sono passato alla pettorina, ma una condotta “al minimo sindacale” con la stessa cioè senza strappi, trascinamenti, cadute a terra necessita di un rapporto ben più radicato con il proprio cane è perciò forse ancora più difficile per un proprietario neofita.

                    Non avendo competenze in merito, rimane un mio pensiero basato solo sulle mie esperienze dopo i primi mesi di convivenza con il cane.

                    #3354

                    espada
                    Utente
                      • @espada

                      E’ il tocco, la presa e il modo di tenere il guinzaglio che fa capire al cane come si deve camminare, cosa si deve fare o non fare…

                      sicuramente!

                      e proprio per questo credo che si possa fare anche a meno del collare a strangolamento… ho visto trattare cani “a pelo nudo”… senza alcun collare indosso, nè pettorina, nè altro… ovviamente, da persone esperte!

                      è LA MANO lo strumento che bisogna saper usare davvero
                      ;)[/quote]

                      Anche il miglior esperto con il miglior cane non deve ritenersi “sicuro” al punto di condurre un cane in pubblico senza un guinzaglio ed un collare…[/quote]

                      ovvio!

                      non dicevo questo… le persone che ho visto maneggiare cani senza collare nè altro non lo facevano IN PUBBLICO…

                      volevo dire che se hai “mano” (=abilità) riesci a gestirlo comunque… se non hai mano, nemmeno con la camicia di forza!

                      #3382

                      angelica
                      Admin
                        • @angelica

                        Finchè potrò, mi batterò per sostenere esattamente il contrario: ovvero che il collare a strangolo (opportunamente scelto e usato) debba costituire tappa obbligatoria per condurre il cane in uno stato psico-fisico ottimale.

                        Detta così sembra che tu voglia dire che esiste un unico modo per educare il cane e costruire un rapporto con lui e questo, oltre ad essere contraddetto da migliaia di esempi, fa attrito anche con un approccio psicologico al cane. Quindi devo aver capito male.

                        #3417

                        Anonimo

                          Finchè potrò, mi batterò per sostenere esattamente il contrario: ovvero che il collare a strangolo (opportunamente scelto e usato) debba costituire tappa obbligatoria per condurre il cane in uno stato psico-fisico ottimale.

                          Detta così sembra che tu voglia dire che esiste un unico modo per educare il cane e costruire un rapporto con lui e questo, oltre ad essere contraddetto da migliaia di esempi, fa attrito anche con un approccio psicologico al cane. Quindi devo aver capito male.[/quote]

                          Non è che hai capito male…. Hai semplicemente letto male! ;)
                          Non ho mai scritto che “esiste un unico modo per educare il cane e costruire un rapporto con lui….
                          Sto parlando di uso del collare per insegnare al cane alcune cose…. tutto lì….
                          Il rapporto è ben altra cosa….
                          Educare anche…..

                          #3545

                          Anonimo

                            Arrivo tardissimo e non voglio far tornare la discussione indietro di tre pagine, ma vorrei aggiungere che a Milano la situazione dei portatori malati di cani è un po’ più complessa.

                            Esperti, pochi

                            Supponenti, tantissimi

                            Neofiti, qualcuno

                            Incuriositi, tanti

                            La categoria dei supponenti è molto piena perchè contiene chi cresce cani da decenni in modo sbagliato. Contiene ad esempio i CUSTODI DEI PARCHETTI, quelli che si installano in un prato recintato e pretendono di decidere chi entra e chi no, chi può far parte del branco ammesso, etc

                            #4847

                            @shakyra
                            Utente
                            • Località: ROMA
                            • Genere: Femmina
                              • @shakyra

                              io uso il collare a cavezza, devo dire che da quando uso questo tipo di collare, che sembra un pò brutto da mettere al cane, ma solo da quando lo uso posso portare shakyra al guinzaglio, è uscita poche volte anche per la mia difficoltà di condurre il cane, ho iniziato con quello a strozzo ma non ho trovato nessun benefcio, ho provato il collarone normale, non riusivo a tenerla, ho provato il semistrozzo, ma un alano che tira non lo tieni. Ho iniziato con un educatrice, lei mi ha consigliato questo metodo e devo dire che ora il cane non tira e nell’eventualità dovesse servire riesco a fermarla e condurla dove dico io.

                              #4851

                              espada
                              Utente
                                • @espada

                                in realta` questi strumenti dovrebbero avere funzione temporanea, per consentire al cane di apprendere come fare riferimento al conduttore… ed al conduttore come farsi capire dal cane!
                                ovviamente, come hai fatto tu, bisogna farsi guidare da un professionista perché – se usati in modo improprio – sono pericolosissimi!

                                DOMANDA 1: usi Halti o Gentle Leader? Come avete scelto tra i due?

                                DOMANDA 2: avete previsto un momento di verifica futuro per accertare quando non ne avrai piu` bisogno?

                                Grazie per la tua testimonianza

                                #4852

                                @shakyra
                                Utente
                                • Località: ROMA
                                • Genere: Femmina
                                  • @shakyra

                                  uso il Gentle leader, non so se arriverà il giorno che potrò uscire senza quel tipo di collare, non riesco a tenerla se tira,pensi sia pericoloso l’uso frequente e prolungato? ho letto alcune cose su questo collare non viene considerato molto in Italia ma in Francia, Inghilterra e Spagna lo usano e non ne parlano male…

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 706 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni