Giocare per migliorare l’intesa con il cane

Forum Cinologia Addestramento Sportivo Giocare per migliorare l’intesa con il cane

  • Questo topic ha 20 risposte, 11 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 anni, 10 mesi fa da Admin.
Stai visualizzando 6 post - dal 16 a 21 (di 21 totali)
  • Autore
    Post
  • #114925
    zoe
    Utente
      • @zoe

      Buongiorno ennegi…
      La posizione che assumo io è la stessa che assumo quando gli do il comando vieni, con il quale viene e si avvicina a me, sia se ho il premio in mano e sia che non ce l’abbia..
      proprio ieri giocando tutti insieme eravamo seduti a terra tutti allo stesso modo, solo che da mia moglie e mia figlia andava ed a me i vece mi evitava.

      #114940
      sa-ga13
      Utente
        • @sa-ga13

        Buonasera a tutti. ..
        Non capisco perche la mia Zoe ( pinscher di tre mesi ) se deve giocare con me è un po restia:
        Quando arrivo a casa o quando la chiamo per giocare corre da me appena sente il richiamo ma non si avvicina, si ferma prima, mi guarda, santella e la vedo tutta eccitata/euforica che mi vede ma raramente si avvicina a me….
        In altre occasioni, al richiamo “vieni” mi raggiunge, pero altre volte si comporta come descritto sopra.
        Perché fa cosi ?
        Eppure con mia moglie e figlie nonnsi crea questa situazione, mentre cin me si,be non è la prima volta. …

        Anche la mia fà così: mentre si butta tra le braccia di tutti con me è sempre molto attenta e restia. La spiegazione che mi sono data, dopo aver raccolto notizie sul suo primo anno di vità lontano da me, è il rispetto per il “capobranco”. Gli altri sono “compagni di gioco”, suoi pari. La signora/volontaria che la teneva (insieme ad altri 14 cani, in giardino) le ha insegnato che, al capobranco, si deve il massimo rispetto.
        Per me è…la prima volta che accade questo: però, se ci si pensa, in un gruppo di cani randagi, difficilmente i gregari andranno a buttarsi addosso al capobranco per giocare…

        #115003
        ennegi78
        Utente
          • @ennegi78

          Buongiorno ennegi…
          La posizione che assumo io è la stessa che assumo quando gli do il comando vieni, con il quale viene e si avvicina a me, sia se ho il premio in mano e sia che non ce l’abbia..
          proprio ieri giocando tutti insieme eravamo seduti a terra tutti allo stesso modo, solo che da mia moglie e mia figlia andava ed a me i vece mi evitava.

          Ciao, quando sa che hai il premio non viene da te ma dal premio; prova a riiniziare un approccio con lei da zero. La cosa migliore sarebbe che per qualche giorno tu la evitassi (anche una settimana se ti è possibile) falla portare fuori e falla interagire con gli altri membri della tua famiglia. Dopo una settimana quando torni a casa siediti in terra (gambe stese) Oppure sdraiati pancia in giù (segnale calmante) dopo aver preso in mano un po’ di bocconcini appetitosi (7/10 bocconcini di wurstel), e quando lei si avvicina (a 1 mt da te) gettali in terra vicino a te. Quando li ha mangiati alzati lentamente e senza guardarla. Ripeti almeno 3 volte al giorno ed ogni giorno successivo riduci la distanza. Dopo una settimana dovresti riuscire a farteli prendere in mano; a questo punto puoi aggiungere una carezza. Vedrai che il rapporto cambierà.

          Se non puoi evitare di occuparti del cane per una settimana potresti iniziare subito con la fase 2 ma credo che ci metterai più tempo.

          Io tale meccanismo l’ho testato con Amelia e mio padre che non vive con me ma che non andava a genio ad Amelia. Adesso problemi risolti (ovviamente consigliato dall’addestratore che mi aiuta col cane).

          2 piccoli consigli per l’esercizio
          1- nella fase uno evita ogni rapporto col cane, non alzare la voce in casa e cerca di stare sempre rilassato quando c’è lei.

          2- quando fai l’esercizio di interazione stai rilassato e non fissare mai il cane negli occhi, potresti anche evitare di guardarli proprio ma poi magari lo pesti :oops::oops::oops:

          #115065
          angelica
          Admin
            • @angelica

            Ciao, quando sa che hai il premio non viene da te ma dal premio; prova a riiniziare un approccio con lei da zero. La cosa migliore sarebbe che per qualche giorno tu la evitassi (anche una settimana se ti è possibile) falla portare fuori e falla interagire con gli altri membri della tua famiglia. Dopo una settimana quando torni a casa siediti in terra (gambe stese) Oppure sdraiati pancia in giù (segnale calmante) dopo aver preso in mano un po’ di bocconcini appetitosi (7/10 bocconcini di wurstel), e quando lei si avvicina (a 1 mt da te) gettali in terra vicino a te. Quando li ha mangiati alzati lentamente e senza guardarla. Ripeti almeno 3 volte al giorno ed ogni giorno successivo riduci la distanza. Dopo una settimana dovresti riuscire a farteli prendere in mano; a questo punto puoi aggiungere una carezza. Vedrai che il rapporto cambierà.

            Se non puoi evitare di occuparti del cane per una settimana potresti iniziare subito con la fase 2 ma credo che ci metterai più tempo.

            Io tale meccanismo l’ho testato con Amelia e mio padre che non vive con me ma che non andava a genio ad Amelia. Adesso problemi risolti (ovviamente consigliato dall’addestratore che mi aiuta col cane).

            2 piccoli consigli per l’esercizio
            1- nella fase uno evita ogni rapporto col cane, non alzare la voce in casa e cerca di stare sempre rilassato quando c’è lei.

            2- quando fai l’esercizio di interazione stai rilassato e non fissare mai il cane negli occhi, potresti anche evitare di guardarli proprio ma poi magari lo pesti :oops::oops::oops:

            Mio Dio queste cosa le faccio con cani semiselvatici di canile.. e spesso anche con loro basta molto meno!! con un cane che vive con te penso si possa avere un approccio un po’ meno apprensivo, semplicemente magari provare a muoversi più lentamente in sua presenza e non continuare chiamarla, ma semplicemente aspettare che sia lei a prendere l’iniziativa.
            Poi questo è uno di quei casi in cui è davvero difficile capire quale sia il problema parlandone solo su un forum; magari vedendolo dal vivo la cosa è evidente e chiara.

            #124712
            marco74
            Utente
              • @marco74

              Perdonate la domanda forse stupida, ma non ho capito se sia corretto giocare con una cucciola di boxer a rincorrere la pallina, a riportarla e lasciarla.

              Per primo, perché non vorrei stimolare troppo il predatorio, visto che ho due bimbe piccole di 2 e 6 anni.
              Per secondo, perché forse il riporto non è “adatto” ad un molossoide come il boxer, “nato” come cane da utiutilità e difesa

              #124721
              Admin
              Admin
              • Genere: Maschio
                • @admin

                Perdonate la domanda forse stupida, ma non ho capito se sia corretto giocare con una cucciola di boxer a rincorrere la pallina, a riportarla e lasciarla.

                Per primo, perché non vorrei stimolare troppo il predatorio, visto che ho due bimbe piccole di 2 e 6 anni.
                Per secondo, perché forse il riporto non è “adatto” ad un molossoide come il boxer, “nato” come cane da utiutilità e difesaquote]

                certo che è corretto!
                non stimoli il predatorio, la pallina non è una preda… stimoli l’istinto all’inseguimento, che è una FASE dello schema predatorio:
                https://www.canedifamiglia.it/index.php/forum/12-comportamento-e-istinto/11536-schema-di-caccia-e-istinto-predatorio-del-cane

                è chiaro che bisogna giocarci nel modo giusto, ovvero non bisogna usare la pallina per stancare fisicamente il cane a correre avanti e indietro come un deficiente…

                innanzi tutto, è uno strumento utilissimo per insegnare il “lascia” utilizzando DUE palline, ma per questo ci spostiamo nel topic:
                https://www.canedifamiglia.it/index.php/forum/13-educazione-e-comunicazione/13642-il-gioco-delle-due-palline-esercizi-con-il-cane

                secondariamente, puoi introdurre i comandi “prendi” e “porta”.

                in questo caso, però, prima devi mettere il cane in stazionario (seduto o terra), poi farlo rimanere fermo (resta) e solo dopo lanciare, infine dargli il comando per partire.
                il cane non dovrà partire finché non gli dai il comando.
                ovviamente per questo dovete esercitarvi con pazienza e prima deve aver bene appreso seduto, terra e resta.

                il RIPORTO comunque è obbligatorio nella fase B di Utilità e Difesa (Obbedienza) e si fa con appositi riportelli, non con la pallina… quindi il cane deve essere adatto per forza anche al riporto, se vuole fare U/D.

              Stai visualizzando 6 post - dal 16 a 21 (di 21 totali)
              • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

                Ultime Discussioni