Estate e Inverno: alimentazione del cane col caldo e col freddo

Forum Gestione del cane Alimentazione industriale Estate e Inverno: alimentazione del cane col caldo e col freddo

  • Questo topic ha 95 risposte, 30 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 mesi fa da ioequei3.
Stai visualizzando 15 post - dal 61 a 75 (di 96 totali)
  • Autore
    Post
  • #48998
    ivan898
    Utente
      • @ivan898

      esatto, mangia le regal.

      per quanto riguarda il freddo anche io penso non lo patisca piu di tanto…
      di giorno gli sposto la coperta che usa in cuccia giu in giardino cosi ha un posto dove mettersi, beh l’altra sera ho dimenticato giu la coperta e invece di andare in cuccia( dove c’era l’altra coperta piu nuova, e che secondo lui non puzza abbastanza XD) stava sulle mattonelle gelide del pogiolo,senza problemi o.0 :D
      poi sta facendo il sottopelo, no spettacolo :3
      però ecco, pensavo che il fatto del maggior rapporto di grassi valesse anche per i cani a pelo lungo….

      Cozmo: ale ha centato il punto, volevo aumentare i grassi con un integrazione di qualche cosa,(olio d’oliva, strutto non salato ecc) senza cambiare crocche….

      ma a sto punto se mi dite cosi potrei anche evitare :)

      #55341
      espada
      Utente
        • @espada

        stimolato dall’obiezione di un veterinario, che GIUSTAMENTE mi contestava che d’estate i cani consumino di meno, ho appreso che in realtà il loro consumo di energia aumenta sia quando fa molto caldo (perché impiegano energia per dissipare calore) sia quando fa freddo.

        http://www.vetjournal.it/archivio/archivio_pdf/2002/1761.pdf

        a pagina 4 vediamo che:
        – cani a pelo lungo hanno un aumento di fabbisogno del 20% quando la temperatura ambiente supera i 30-35 gradi

        però dice anche che:
        – tutti i cani tranne le “razze nordiche” hanno un aumento del fabbisogno del 10% quando la temperatura ambiente è compresa tra 0° e +10°
        – tutti i cani tranne le “razze nordiche” hanno un aumento del fabbisogno del 25% quando la temperatura è inferiore a 0°
        – tutti i cani tranne le “razze nordiche” hanno un aumento del fabbisogno del 50% quando la temperatura è inferiore a -10°

        #55461
        ivan898
        Utente
          • @ivan898

          il fatto dell’aumentare del fabbisogno quando è molto caldo credo possa essere un “problema”, perché invoglia amangiare di meno :P

          #55466
          espada
          Utente
            • @espada

            il fabbisogno complessivo è molto difficile da calcolare, conviene leggere con attenzione tutto quello che c’è scritto nell’articolo, perché le componenti tra di loro sono interrelate.

            il mio intervento voleva sollevare l’attenzione a non semplificare troppo il discorso per evitare di prendere cantonate (com’è successo a me).

            #69728
            clivense
            Utente
              • @clivense

              Ciao a tutti prima di tutto ed un sincero grazie ad Espada ( che ho avuto occasione di conoscere al campo RSV ) ed a tutti i frequentatori attivi,
              che forniscono ai diciamo silenti come me,utili spunti per approfondire e informarsi sul mondo cinofilo.
              Giusto per stare in tema con quanto scritto,mi piacerebbe conoscere come Vi comportate con l’alimetazione del vostro cane nel periodo caldo;
              ed in particolare se diminuite la razione alimentare,oppure la pecentuale di grassi e proteine.
              Nel mio caso specifico,il cane diminuisce un po’ l’attivita’ fisica,ma non di molto,e questo mi pone molti dubbi sul fatto di dimuire la percentuale
              di proteine e grassi,per cui sarei piu’ propenso a dimuire caso mai la razione.
              Ma anche qui mi sorge il dubbio di quanto.
              Bene io ho lanciato l’argomento,spero possa interessare e di ricevere i Vostri commenti.
              Grazie

              #69729
              aless672001
              Utente
                • @aless672001

                Giusto da una settimana Ulisse mangia svogliatamente e mezza razione, io non ho regolato niente, secondo me è lui che si autoregola, insomma fa quello che gli pare, e questo mi fa imbufalire perché mi assalgono mille dubbi se per caso stesse male.

                #69732
                peter-parker
                Utente
                  • @peter-parker

                  Che un cane si regoli da sè se ne può parlare…
                  per i pochi cani che conosco trovo che si auto-regolino in eccesso cioè che alcuni cani mangino meno con l’avvento del caldo semplicemente perchè più di così non ce la fanno.

                  Io cambio mangime in Inverno quando il fabbisogno del mio cane aumenta, di conseguenza il Estate è più leggero 24/12.

                  #69739
                  ivan898
                  Utente
                    • @ivan898

                    personalmente continuo a dargli la stessa quantità di cibo, anche ripararsi dal caldo necessità di energie ricavate da esso.
                    per lui è sempre comunque come se gli facessi fare la fame :D

                    #69744
                    Daniele
                    Utente
                      • @messico

                      Secondo me in estate non è necessario fare niente per l’alimentazione del cane, se si vuole si possono diminuire un po’ i grassi nella dieta. Trovo molto interessante l’abitudine di usare 2 diversi mangimi per il cane (uno per la stagione invernale e uno per quella estiva), evitando così di usare per troppo tempo lo stesso prodotto.

                      Qualche informazione sul fabbisogno del cane la si può trovare quì: http://www.vetjournal.it/archivio/archivio_pdf/2002/1761.pdf

                      #69757
                      robyasia22
                      Utente
                        • @robyasia22

                        allo stand della monge mi consigliarono di dare al cane in estate lo speciality line al salmone però non gliel’ho mai dato e non so cosa fare.. ora le do il superpremium adult al pollo..
                        un po mi intriga il fatto di farle provare una fonte proteica nuova per il suo benessere però non so se sia meglio o peggio cambiare.. non so nemmeno se le piace :dry:

                        #69767
                        Admin
                        Admin
                        • Genere: Maschio
                          • @admin

                          Qualche informazione sul fabbisogno del cane la si può trovare quì: http://www.vetjournal.it/archivio/archivio_pdf/2002/1761.pdf%5B/quote%5D

                          proprio prendendo spunto da quello studio, vediamo che le componenti che determinano il fabbisogno energetico del cane sono diverse e tra di loro variamente interdipendenti.

                          il mantenimento della temperatura basale, ad esempio, d’estate richiede un maggior dispendio energetico per dissipare il calore in eccesso quando la temperatura ambientale supera i 25° (con le debite differenze poi da razza a razza)

                          quindi, per questo solo fattore, il consumo aumenta

                          poi c’è la componente digestiva, per cui abbiamo determinati processi metabolici o catabolici che anch’essi assorbono energia in funzione della frequenza e dell’entità dei pasti (o dei digiuni)

                          e la componente, che meglio siamo abituati ad osservare, costituita dall’attività “lavorativa” quotidiana che il cane diminuisce con la stagione calda.

                          in definitiva, anche sulla base di quanto consigliato dai nutrizionisti, la scelta migliore sarebbe quella di dare al cane d’estate un’alimentazione più ricca di proteine e grassi, come d’inverno.
                          ovviamente dandogliene una razione inferiore, così da ottenere una maggior “concentrazione energetica” che faccia risparmiare l’impegno energetico per la digestione e garantisca il necessario apporto per la dissipazione della temperatura corporea.

                          le stagioni nelle quali si dovrebbe optare per un regime dietetico a tenori proteici e lipidici inferiori dovrebbero essere, invece, la primavera e l’autunno, in quanto tra i 10° e i 25° di temperatura ambientale ci sono le condizioni climatiche ideali.

                          si veda anche a riguardo il topic:
                          https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/9-alimentazione-industriale/14198-alimentazione-del-cane-nei-mesi-invernali?

                          #69772
                          robyasia22
                          Utente
                            • @robyasia22

                            grazie mille alessio, sei stato chiarissimo :cheer:

                            #69773
                            espada
                            Utente
                              • @espada

                              … e se poi l’alimento è più facilmente digeribile tanto meglio!

                              però a mio parere un alimento più digeribile è meglio sempre, non solo d’estate…

                              penso che il discorso possa essere riferito a chi fa rotazioni di fonti proteiche, magari il salmone e l’agnello si potrebbero utilizzare d’estate e d’inverno, mentre il pollo (che generalmente costa di meno) si potrebbe utilizzare in primavera ed autunno…

                              io comunque riduco le razioni e basta, anzi addirittura passo su un solo pasto (più abbondante) la sera più un piccolissimo snack (qualche biscotto) durante la giornata giusto per assorbire i succhi gastrici e non innescare processi catabolici.

                              però uso lo stesso mangime tutto l’anno

                              #69781
                              robyasia22
                              Utente
                                • @robyasia22

                                ma secondo voi è comunque meglio cambiare fonte proteica ogni tanto? piu che altro per il fatto di integrare per esempio con il pesce quello che il pollo non ha(sempre parlando di cani che non hanno problematiche alimentari).
                                oggi devo prendere il nuovo sacco e sono indecisa.. da me monge agnello, pollo e salmone le vendono allo stesso prezzo (40€)

                                #69786
                                Admin
                                Admin
                                • Genere: Maschio
                                  • @admin

                                  da me monge agnello, pollo e salmone le vendono allo stesso prezzo (40€)

                                  la variante al salmone è quella che mi piace di meno (e con le nuove formulazioni meno ancora) prova quella all’agnello che sulla carta sembra nettamente migliore!

                                  sulla rotazione: la maggior parte delle logiche alimentari a cui ci capita di pensare trovano applicazione su prodotti scadenti, mentre invece utilizzando prodotti formulati bene non c’è niente che manchi perché i profili aminoacidici vengono riequilibrati integrando nella ricetta gli aminoacidi più scarsi…

                                  comunque c’è un topic dedicato, in cui approfondire:
                                  https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/9-alimentazione-industriale/13160-miscelare-alternare-diverse-crocchette-per-ottenere-la-formulazione-ideale?

                                Stai visualizzando 15 post - dal 61 a 75 (di 96 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

                                  Ultime Discussioni