Criteri per valutare la qualità delle crocchette per cani / pet-food

Forum Gestione del cane Alimentazione industriale Criteri per valutare la qualità delle crocchette per cani / pet-food

  • Questo topic ha 440 risposte, 40 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 6 giorni, 9 ore fa da Admin.
Stai visualizzando 15 post - dal 406 a 420 (di 441 totali)
  • Autore
    Post
  • #109145
    feffefe
    Utente
      • @feffefe

      Ho capito a quale ti riferisci, leggendolo sono scoppiata a ridere.

      Secondo me tra poco gli arriverà qualche segnalazione, ma giusto “qualcuna” eh… :pinch:

      #110143
      aletri
      Utente
        • @aletri

        Buongiorno a tutti! Ho appena scoperto il sito “ti presento i croccantini”, ad essere sincera non so cosa pensarne ma, se dovesse essere davvero privo di fini commerciali, sarebbe molto molto interessante! Esplorandolo ho trovato varie marche mai sentite e mi ha incuriosito molto COTECNICA, che viene data per molto buona con un ottimo rapporto Qualità/prezzo. Vi scrivo per sapere se qualcuno la conosce e l’ha provata….io per il momento sto usando Lupo natural e sono stata sfavorevolmente colpita dal giudizio solo “sufficiente” che ha ottenuto.
        Grazie e buona giornata a tutti!!:)

        #110150
        ennegi78
        Utente
          • @ennegi78

          A me, me pare una str……

          Riporto dal sito:

          Le recensioni sono elaborate tramite la sola analisi dell’etichetta, senza testare i prodotti sui cani. I giudizi sono basati su prefissati criteri oggettivi.

          Lascio a ognuno le proprie riflessioni.

          Io personalmente utilizzo un dato prodotto perché vedo che il cane risponde bene a tale alimentazione. Ovviamente cerco di scartare quelli che, anche alla semplice lettura dell’etichetta, non mi convincono o non ritengo validi.

          #110151
          Anonimo

            ognuno è libero di avere le sue preferenze e i suoi criteri di scelta;
            tuttavia è evidente guardando le recensioni del sito, che di base c’è una profonda ignoranza dal punto di vista nutrizionale, che porta a sottovalutare molti mangimi e a sopravvalutarne degli altri.
            Detto questo viviamo in un paese libero… e non voglio polemizzare più di tanto;
            mi limito solo a dire che se do a romeo uno dei mangimi che consigliano loro, nel breve periodo manifesterebbe problemi di salute.
            Questo è certo.

            #110152
            ennegi78
            Utente
              • @ennegi78

              Ah già, credo inoltre che sia solo una manovra commerciale, ma questa è semplicemente la mia opinione.

              #110154
              lella
              Utente
                • @lella

                Giusto! Ogni persona è libera di fare le sue scelte, ma a parer mio, questa è una pura p@@@@@@@a!!! Occhio!

                #110157
                Admin
                Admin
                • Genere: Maschio
                  • @admin

                  oltre al fatto che non concordo per niente sui loro punteggi, la cosa più grave è che non li suffragano con:

                  1) definizione di accurati criteri (che possono anche essere soggettivi e non universalmente validi, ma almeno vanno dichiarati)

                  2) riscontro puntuale dei criteri da parte di ciascun prodotto

                  ho il dubbio se sia al limite oppure oltre il limite del querelabile…

                  #112872
                  pepito
                  Utente
                    • @pepito

                    Ho letto un po il tutto su forum libri internet trasmissioni etc etc ma più chiarimenti si hanno più domande sorgono quindi a mio modesto parere non si finirà mai di parlarne e venire a conoscenza di cose in più .Tre cose però non mi sono chiare allora il mais a quanto ho capito ai cani può far male ma viene usato dalle ditte come riempitivo dato che costa poco è dato che viene disidratato polverizzato in pratica manco più mais è diciamo che le sue proprietà vengono perse quindi sia benefici che malefici però siccome può fare muffe che al cane fanno male come per es anche oli e grassi vengono usate antiossidanti chimici che entrando in un certo rende che mi pare che è sotto il 2,8% possono non essere dichiarati quindi alcune ditte per spingere i loro prodotti esaltano che non ne contengono altre che usano i tocofecori prodotti naturali etc etc diciamo che queste cose lasciano più le parole che trovano e non altro sono più cose commerciali quindi sugli antiossidanti tra virgolette mi sono rassegnato perché tutto coloro che contengono grasso mais cereali etc etc contengono bht e bhe sennò non durerebbero i prodotti 18 mesi potrebbero fare i prodotti muffe che potrebbero essere letali per il cane e le case produttrici non potrebbero permettersi una cosa del genere quindi questo punto mi è quasi chiaro.Punto 2 si parla sempre di quantità di carne dei prodotti , ma se la carne una volta che viene disidratata perde tutti i nutrienti se ce ne il 30% o il novanta % che senso ha dato che il cane sta avendo solo l illusione di mangiarla non sono più importanti gli additivi ossia vitamine a b c etc etc che sono poi in verità loro quelli che danno la sostanza al mangime?Punto 3 per avere un buon prodotto quindi non basterebbe avere un mangime con anche un 25% di carne ma senza mais e magari con riso avena o materie prime più pregiate diciamo e con sopratutto un “ottima integrazione vitaminica negli additivi dato che sono loro alla fine che danno sostanza al mangime?Perche si va ad inseguire sempre cose surreali tipo pollo fresco disossato o pesce proveniente dai mari del sud pollo allevato dalla nonna peppina insomma ci siamo capiti cose che in verità poi sono surreali dato che non si sapranno mai manco se si fa analizzare il mangime e servono solo a far lievitare il prezzo ma a che pro dato che poi alla fin fine se il pesce proviene dai mari del nord sempre se è vero viene pur sempre disidratato quindi privato di tutti i nutrienti e poi reintegrato di essi con vitamine non provenienti dai mari del nord?

                    #112873
                    pepito
                    Utente
                      • @pepito

                      Ho scritto questo perché ieri andando dal mio fornitore è entrata una signora che cervcava il prodotto n/d perché con altri prodotti il suo cane si affoga dato che nella n/d usano pollo disossato e spesso invece sento persone che cercano il trainer natura l perché dentro c’è la frutta e la frutta fa bene e sinceramente quando sento ste cose mi viene da ridere e penso un po a tutti quindi secondo me invece di guardare tutti i dettagli iniziali io per vedere la bontà di un mangime partirei dal basso ossia degli additivi nutriizionali e poi man mano andrei a salire dato che si sta parlando di prodotti preconfezionati dov’è tutte queste cose hanno un senso e non c è l hanno dato che vengono cotti a temperature elevatissime quindi private dei nutrienti e poi reintegrati è l unico che hanno è quello di arricchire a chi lo produce

                      #112964
                      Anonimo

                        @pepito
                        è positivo che tu ti informi e che ti faccia delle domande; nello specifico noto un po’ di confusione, per cui cerco di riassumerti brevemente come la penso (per tua fortuna sono col cell)
                        Tutte le crocchette sono fatte di farina e tutte partono da carne umida; solo che prima o poi la carne umida deve venire disidradata e poi frantumata per trasformarla in una crocchetta.
                        Le grandi aziende possono prendere la carne umida e lavorarla loro oppure acquistare la carne disidratata e poi frantumarla in farina oppure più semplicemente acquistare direttamente la farina.
                        La carne disidratata ha un altissimo potenziale proteico e può contenere anche vitamine del gruppo b molto importanti.
                        Detto questo però dire 30% di farina (o di carne disidratata) è dare un’informazione utile sulla fonte proteica e la quantità ma anche non dire nulla sulla qualità…
                        Nel senso che tutto dipende dalla materia di origine. 30% di farina del pollo che ti dice ?
                        Erano polli di quelli che quando dai un morso ti rimane l’osso in mano o erano polli ruspanti ? venivano da allevamenti intensivi oppure erano lasciti liberi a terra ? con cosa venivano alimentati (antibiotici, mangimi pieni di schifezze o granturco) ? che parte del pollo c’è ? è carne per uso umano o sono gli scarti che dovrebbero essere gettati via (hanno trovato anche gusci d’uovo con tanto di cacche e piume per capirsi; mentre altri mangimi come acana hanno carne, ma anche organi e legamenti per dare al cane quello di cui necessita) ? Sono pezzi carnosi o per lo più ossa con attaccata un pò di carne ? come sono stati lavorati ? a lenta temperatura per non distruggere i principi nutritivi ?
                        E’ chiaro che a seconda delle risposte avrai una farina di qualità oppure una farina che di nutrizionale ha ben poco (pensa che alcune farine arrivano ad avere una quantità enorme di proteine ed altre ne sono quasi prive).
                        Potresti andare in contro a possibili problemi di intolleranza ma anche ad uno scarso apporto nutrizionale etc etc
                        Lo stesso ragionamento puoi applicarlo al pesce e alle altre fonti proteiche (un conto è pescato in mare aperto e un conto allevato con mangimi sintetici che gli danno il colore che vuoi. hai provato a confrontare il contenuto di grassi o di omega3 del salmone selvaggio e di quello di allevamento per es ? te lo dico io, 5 volte di più)e quando dicono ‘olio di pesce’ senza specificare il tipo di pesce, quanti omega3 contiene ? che parti del pesce sono ?
                        e poi puoi passare agli altri componenti del mangime;
                        le vitamine; usano chelati o vitamine proteinate ? vi sono vitamine in abbondanza ? i minerali sono in forme biodisponibili o sono quelli più economici ? sono in range ottimali o son otroppi o troppo pochi ?
                        Vi sono aggiunte di probiotici ? fos ? mos ? importanti nutracetici ?
                        Il discorso è molto complesso e dovrei dire un sacco di cose, ma penso che già cosi ho reso l’idea di come non puoi dire: 27% di proteine ok è quello che mi serve” e neppure che senso ha vedere la fonte etc tanto è sempre carne disidratata che perde tutti i nutrienti.
                        Anzi più il mangime è scadente e più servono proteine, la componente aminoacidica poi è essenziale. Sono proteine vegetali ? sono idrolizzati di scarti che andrebbero buttati via ?
                        Ad es esaminando in un altro post le vit del gruppo B (di cui la carne è ricca) in un mangime economicissimo e nelle regal; queste ultime avevano da 10 a 30 volte il valore di quelle del mangime economico… il che ti fa riflettere
                        Evito di appallarti (se non l’ho già fatto) e rispondo ad un altro tuo quesito:

                        per avere un buon prodotto quindi non basterebbe avere un mangime con anche un 25% di carne ma senza mais e magari con riso avena o materie prime più pregiate diciamo e con sopratutto un “ottima integrazione vitaminica negli additivi dato che sono loro alla fine che danno sostanza al mangime?

                        Se il mais non è troppo imho non è un problema (purchè sia di qualità e ben conservato); personalmente sono convinto che non esiste un mangime perfetto per ogni cane; inoltre bisogna tenere in considerazione il badget personale, la razza, il lavoro, i problemi di saute etc.
                        Tuttavia se non si hanno problemi di budget uno si pone degli interrogativi per capire quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere il mangime migliore.
                        Per quel che mi riguarda attualmente sono orientato su regal per i seguenti motivi:

                        1) carne di uso umano (non scarti) certificata senza ogm, antibiotici etc (e sottolineo certificata)
                        2) speciale procedimento a lenta cottura che ne preserva gli elementi nutrizionali
                        3) inserzioni di importanti nutracetici
                        4) integrazione con 14 vitamine e 21 minerali proteinati
                        5) periodiche analisi garantite da laboratori indipendenti (sul loro sito americano ci sono gli ultimi valori analizzati)
                        6) no etossichina, bht o bha
                        7) più fonti proteiche e più fonti di grassi
                        8) bassi livelli proteici ma di altissima qualità; le farine vengono sottoposte a classificazione per cui viene soffiata via la parte che non ha valore nutrizionali dando ceneri con valori bassissimi.
                        9) altissima digeribilità
                        10) cruelty free
                        11) tutti i minerali e le vitamine rispettano i limiti aafco, quindi non possono essere ne troppi né troppo pochi…
                        12) sono prive di glutine

                        esiste solo regal ? no, ne esistono molti altri, alcuni adatti ad alcuni cani, ed altri ad altri. Io stesso non mi sono sposato regal e in futuro potrei anche cambiare.
                        Però le domande che tu ritieni superflue non lo sono affatto, perché il cane è un carnivoro e tra i vari ingredienti necessità di farine di qualità altamente digeribili, prive di sostanze tossiche e ricche di aminoacidi;
                        In america infatti, le farine sono suddivise in categorie e quelle di prima categoria costano tantissimo perché sono il top; vedi ad esempio mangimi come artemis…
                        sul fatto che non si sapranno mai non è vero, regal ad es è certificato e le certificazioni vengono rilasciate a seguito di ispezioni, esami e analisi di laboratori indipendenti e subisce controlli da 2 enti diversi; molte altre ditte sono certificate ed usano ingredienti biologici e naturali; il problema è che chi ha cose di qualità lo dichiara senza nasconderlo; gli altri rimangono sul vago.
                        Sul mangime c’è scritto senza bha/bht, etossichina, gallato di propile etc ? no ? allora potete star certi che li contiene, altrimenti non si vede perché non scriverlo, sarebbe da pazzi… Ma quante persone controllano la scritta ? praticamente la gente non legge nemmeno gli ingredienti.
                        parliamo di mangimi olistici che non possono essere paragonati al classico mangime fatto con farine di scarto, conservanti artificiali e tanti cereali… quello su cui si è concentrata Report per intenderci.
                        La possibilità di acquistare un prodotto di qualità imho esiste eccome. Almeno io la penso così e penso anche che ve ne sia più di uno nel mercato;

                        #113015
                        sa-ga13
                        Utente
                          • @sa-ga13

                          (…) esiste solo regal ? no, ne esistono molti altri, alcuni adatti ad alcuni cani, ed altri ad altri. (…)
                          La possibilità di acquistare un prodotto di qualità imho esiste eccome. Almeno io la penso così e penso anche che ve ne sia più di uno nel mercato;

                          Posso chiederti, a distanza di tempo dalle tue valutazioni già espresse nel Topic dedicato (/index.php/forum/9-alimentazione-industriale/13794-platinum-bosch-mac-s-marpet-premiere-alpha-spirit-semiumido-per-cani) se queste valutazioni sono mutate o meno a proposito del Platinum, con particolare riferimento all’IBERICO&GREEN e all’ADULT CHICKEN? Ti ringrazio in anticipo.

                          #113034
                          Anonimo

                            premessa: le mie opinioni cambiano col tempo man mano che acquisisco nuovi dati e che ho risultati da cani che provano le crocchette; (ad es se il mangime contiene un po’ di mais non mi crea un problema mentre un tempo lo avrei scartato, oppure il fatto che abbia più fonti di grassi è ora per me un plus, né guardo negativamente come prima un semiumido… ).
                            inoltre all’inizio ero molto più rigido e tendevo a fissarmi sulle mie convinzioni, man mano che ho studiato ho capito di non capire… è strano ma è così.
                            Infatti rileggendo alcuni miei post passati non li condivido più, ma ormai li ho scritti…

                            sinceramente non ricordo la mia valutazione sul mangime in questione; sono andato a rileggere i primi post, vedendo vedo parecchi post in cui discutevo sia con cozmo che con admin; cosa che all’inizio avveniva frequentemente anche perché mi ero innamorato di regal e quando valutavo un mangime lo paragonavo a quest’ultimo; cosa che ora non farei per due mangimi così diversi…
                            Detto questo ricordo che contattai la nutrizionista delle platinum, e i miei giudizi negativi erano dovuti al fatto che non avevo capito che era un semiumido per cui andavano riparametrizzati tutti i calcoli; di sicuro individuai il grasso al terzo posto in alcune formulazioni come un ingrediente associato a possibile obesità, ma non sarei così rigido oggi, anche se il fatto rimane.
                            La nutrizionista mi confermo’ che i nuovi calcoli erano esatti per cui mi espressi così:

                            calcolando che è un semi-umido il mio giudizio negativo si attenua di molto; se le percentuali che ho calcolato per approssimazione sono vicine alla realtà, mi sento di condividere abbastanza la tua opinione. Io personalmente non ho esperienza di semi-umidi, e probabilmente mi orienterei su un secco; ma non escludo che altri possano trovarsi bene; perchè gli ingredienti sono molto buoni; si tratta solo di capire se i cereali principali siano intorno al 20% e se i grassi siano una quota accettabile;

                            ad oggi si è rivelato eccellente per l’enorme appetibilità mostrata; è un mangime a cui ricorrere nel caso di problemi di inappetenza; gli ingredienti sono di qualità e direi che l’alto prezzo è giustificato. Su questo sito abbiamo sinora pareri molto positivi;
                            Unico dubbio, imho, se dovessi giudicarlo oggi, sarebbe che non lo consiglieri per cani con problemi di displasia o soggetti a displasia, perchè il livello di calcio non è proprio basso.
                            Per capirmi abbiamo dei limiti, nello specifico puoi dare un occhiata a quelli allegati della fediaf, che si esprimono per 100gr di materia secca (o per 1000 kcal); è importante pertanto considerare la singola sostanza secca; nel senso che due mangimi con umidità diversa contengono diversa sostanza secca.
                            Ora prendo in considerazione regal ma è solo per fare un esempio comprensibile andrebbe bene qualsiasi mangime col 10% di umidità);

                            la cosa da fare sarebbe riparametrizzare i valori per calcolare cosa contiene il mangime in oggetto; i miei calcoli possono essere sbagliati, ma io farei così:

                            per l’iberico ha: 23% pr, 14% gr, 6% ceneri, fibra 2% calcio 1,60%, fosforo 1% umidità1 18%

                            la materia secca non è quindi il normale 90% circa dei mangimi secchi ma l’82%, trattandosi di un semiumido;

                            ne consegue che se regal ha 0,8% di calcio e 10% umidità il calcio contenuto è uguale a:

                            (0,8/90)*100 –> 0,88

                            mentre in platinum iberico:

                            (1,6/82)*100 –> 1,95

                            noterai una certa differenza, che puoi calcolare per ogni elemento del platinum…

                            ad es: proteine e grassi:

                            (23/82)*100 —> 28

                            (14/82)*100 —> 17

                            però io non ho esperienza di semiumido e quindi sono calcoli che non faccio mai; potrebbero anche essere sbagliati.

                            Nell’ adult kitchen il calcio è più contenuto ma proteine e grassi aumentano. E’ un male ? assolutamente no, purchè il cane le regga…
                            E’ difficile dare un giudizio su una crocca senza provarla, soprattutto di questo tipo, ma ad occhio direi che mi piace molto ma non per tutti i cani.

                            Attachments:
                            #113037
                            sa-ga13
                            Utente
                              • @sa-ga13

                              Posso dirti che il tuo “ho capito di non capire” mi ha commosso? E’ così raro……………
                              Ti ringrazio molto per le spiegazioni e ne faccio tesoro, cercando di approfondire.
                              Devo dire che quel tenore di calcio (inaspettato), abbastanza pronunciato nelle Iberico, non mi dispiace affatto almeno per ora, avendo il mio cane i valori del calcio abbastanza sotto la soglia minima: ora devo avere il nuovo referto esame sangue e vediamo cosa è successo in questi 6 mesi di Iberico.
                              Grazie ancora Romeo

                              #132947
                              niklabmya
                              Utente
                                • @niklabmya

                                Salve qualcuno può spiegarmi come leggere correttamente la composizione di un sacco di crocchette?
                                So che il primo elemento segnato è quello di cui il cibo è composto per la maggior parte.. ma non so su che valori ci si deve tenere per essere adeguato.. qualcuno che ne sa più di me può spiegarmi per bene come leggere e quindi scegliere una crocchetta adatta?
                                In special modo per i cuccioli. La mia ha 4 mesi e mezzo. Labrador

                                #132949
                                Admin
                                Admin
                                • Genere: Maschio
                                  • @admin

                                  ciao, non esistono certezze o piccole accortezze universalmente valide, purtroppo la VERA composizione analitica di un alimento non la conoscerai mai anche perché da lotto a lotto produttivo ci possono essere differenze.
                                  cercare di calcolare la vera quantità di carne ipotizzando di disidratare tutti gli ingredienti, secondo me non solo è di difficile attuazione, ma soprattutto è inutile.

                                  tra l’altro, anche le percentuali di proteine, grassi, ceneri, ecc. esprimono VALORI MEDI PRESUNTI, ma sono ammessi margini di tolleranza del 3% circa; ciò significa che un alimento che dichiara 15% di grassi potrebbe contenerne anche 13.5% o 16.5% il che è notevolmente diverso per chi si mette a fare calcoli.

                                  cosa sia meglio o peggio, poi, è ampiamente soggettivo; se leggi i messaggi precedenti in questo topic vedrai che non c’è concordanza e personalmente posso dirti che non concordo neppure più con il me stesso di anni fa :mrgreen:

                                  riguardo le normative che regolano l’etichettatura dei mangimi, puoi guardare il topic:
                                  https://www.canedifamiglia.it/index.php/forum/9-alimentazione-industriale/12665-normativa-etichettatura-mangimi

                                  se vuoi studiare linee guida su come dovrebbero esser fatti i mangimi, puoi vedere il topic:
                                  https://www.canedifamiglia.it/index.php/forum/cinognostica-cinotecnia-cinologia-cinofilia/13774-alimentazione-del-cane-materiale-di-studio

                                  se vuoi contestualizzare a cani come il tuo, secondo me rimane sempre valida soprattutto l’esperienza di chi ha già fatto scelte delle quali è rimasto più o meno soddisfatto, quindi il topic:
                                  https://www.canedifamiglia.it/index.php/forum/9-alimentazione-industriale/15126-labrador-golden-retriever-quali-crocchette

                                Stai visualizzando 15 post - dal 406 a 420 (di 441 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

                                  Ultime Discussioni