Conoscere riconoscere e gestire l’aggressività del cane

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia Conoscere riconoscere e gestire l’aggressività del cane

Questo argomento contiene 100 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ioequei2 5 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 101 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1830

    Anonimo

      [color=#bb0000]

      CAPIRE L’AGGRESSIVITÀ NEL CANE

      [/color]

      Un importante problema comportamentale deriva da cani divenuti aggressivi a causa di frustrazione e dominanza.
      La frustrazione viene da una mancanza di esercizio, almeno nella gran parte dei casi secondo me, e la dominanza dall’assenza di un’autorità calmo assertiva.

      [color=#440088]La razza e l’aggressività[/color]
      Spesso sento persone colpevolizzare la razza. Ogni razza può causare problemi. La differenza tra un Chihuahua aggressivo e un Pitbull aggressivo è che più la razza è grande più grandi saranno i danni arrecati. Ovvio…
      E’ importante riconoscere la potenza di una razza forte, come il Pitbull, il Cane Corso o il Mastiff. Questi cani sono molto potenti e, se squilibrati, possono provocare gravi lesioni.
      [color=#008844]Va ricordato, questi cani non sognano di apparire nei servizi del telegiornale. Il cattivo comportamento di un cane non è premeditato, come invece quello umano.[/color]
      Gli incidenti capitano quando razze potenti (o incroci tra esse) vivono con persone che amano la razza ma non capiscono e soddisfano l’animale insito nel cane. Molte persone considerano l’aspetto o la popolarità di una razza prima di considerare se sia il cane adatto al loro stile di vita. Altre ancora ritengono sia logico, anzi doveroso, preservare “l’indole” di questa o quella razza per esempio un tempo utilizzata per combattimenti… Credono che chiunque non “lasci inalterato quel presunto istinto” (per esempio di aggressività intraspecifica) sia una sorta di “snaturatore” di questa o quella razza…
      Ne ho incontrati alcuni anche su questo forum…

      Questa è la strada che conduce al disastro. Per controllare una razza potente, si deve necessariamente assumere il ruolo di capobranco e stabilire regole, confini e limiti. Si devono soddisfare i bisogni dell’animale, così come Madre Natura l’ha concepito. Chiunque per esempio sta considerando l’idea di adottare o acquistare un cane di queste razze, deve assicurarsi di essere disposto ad assumersi questa responsabilità.

      #1832

      Anonimo

        [color=#880044]Cani paurosi-aggressivi[/color]
        Per molti di questi cani, la radice del problema sta nella mancanza di esercizio. L’attività fisica brucia l’eccesso di energia e aiuta a mantenere uno stato mentale sano. Ciò è importante perché, al fine di parlare alla mente, si deve rimuovere l’energia del corpo.

        [color=#0000bb]Cani aggressivi con altri cani[/color]
        I vostri cani vi stanno chiedendo di assumere la posizione di capobranco. Gli animali scelgono un leader perché sanno istintivamente chi è più forte e chi può guidarli al meglio.
        Un capobranco si preoccupa del benessere del branco, non del suo. I suoi istinti naturali sono proteggere e guidare. E’ un [color=#4400ff]ruolo altruista e spontaneo[/color]. E di riflesso, il branco si fida ciecamente del suo leader. Dovete guadagnare la fiducia, la lealtà e il rispetto del vostro cane prima che vi consideri una guida, e raggiungerete questo scopo dando regole, confini e limiti. Una volta che il vostro cane vi percepisca come il suo capobranco, non dovrà più lottare per dominanza perché voi sarete la figura dominante e calmo-assertiva.

        [color=#4400bb]Cani da “zona rossa”[/color]
        Quasi sempre i casi da “zona rossa” (quelli per esempio che vediamo nelle puntate di CM, sono solitamente cani frustrati.
        Per controllare una razza potente dovete essere il suo capobranco. La taglia e la forza di un Pit Bull, un Mastiff, Cane Corso, Rottweiler, o di qualsiasi altro cane di grossa mole, possono trasformare rapidamente un animale frustrato in una pericolosa minaccia.
        Dovete assolutamente controllare la situazione il suo comportamento prima che si aggravi.

        Quando CM affronta cani da “zona rossa”, comincia lavorando con i proprietari, spiegando come stabilire la loro dominanza e come capire l’animale che è nel loro cane. Questa è una parte fondamentale nella riabilitazione del cane: cambiare il NOSTRO comportamento. Se torneremo alle nostre vecchie abitudini, stessa cosa farà il nostro cane.

        #1833

        ellyebrando
        Moderatore
          • @ellyebrando

          Sono assolutamente daccordo che se un cane ha piena fiducia e in noi non sente il bisogno di aggredire/difendersi/difenderci perchè riconosce in noi la capacità di gestire ogni problema, loro non devono nemmeno prosi l’idea di reagire. E questo lo vedo sempre nei cani del mio istruttore.
          Un po contraria sono al fatto che nei cani aggressivi per paura il problema sia la mancanza di esercizio fisico, è una cosa ovviamente importante però io ho avuto a che fare con molti soggetti simili e il lavoro eseguito è stato molto delicato e complesso…scaricare il cane del tutto non è mai servito a risolvere in automatico il problema :)

          #1841

          Anonimo

            Altre ancora ritengono sia logico, anzi doveroso, preservare “l’indole” di questa o quella razza per esempio un tempo utilizzata per combattimenti… Credono che chiunque non “lasci inalterato quel presunto istinto” (per esempio di aggressività intraspecifica) sia una sorta di “snaturatore” di questa o quella razza…
            Ne ho incontrati alcuni anche su questo forum…

            Eccomi, allora ti mancavo :lol: , non potevi pensare che non avrei abboccato.

            Escludiamo il concetto, nella fattispecie, che il cane è aggressivo perchè fa poco movimento, perchè il mio piccolo fa dai 14 ai 20 km di Passeggiata-corsa nei boschi tutti i giorni in due o tre riprese e poi a sera facciamo anche un po’ di allenamento nel giardino con ripetute di scatto e altri giochetti. Non so i tuoi quanto movimento fanno…?

            Il problema dell aggressività non è nella potenza delle razza, sono due cose diverse,sia un cane piccolo o grande,sia uno potente o debole possono essere aggessivi; poi se è aggressivo , quello potente è più pericoloso; ma è meglio mettere ordine nelle idee prima di confondersi (mi dispiacerebbe),ci sono cani molto potenti che non hanno quasi nessuna predisposizione ad essere aggressivi.

            In secondo luogo l’ ignorare, nell’ equazione “del mulino bianco”, che determinate razze sono state per decenni, se non per secoli selezionate per essere aggressivi, vuol dire negare una verità storica, è come dire che il bulldogg ha le gambe corte perchè è sovrappeso, e non perchè così è stato selezionato per 200 anni, e seguendo il ragionamento che fai, rendendo più magri i bulldog le loro zampe si allungheranno…

            Questi cani sono stati selezionati così: se un cane entrava nel pit e non aggrediva senza nessun preavviso e pietà l’ avversario, se andava bene non veniva fatto riprodurre, se andava male veniva direttamente soppresso.
            Si sono selezionati caratteri genetici di aggressività. Negare questo vuol dire negare Mendel e i suoi piselli…
            Gli staffy alle origini erano chiamati “Pit dog dello staffordshire”, nome che poi è stato cambiato in un più politically correct “Staffordshire Bull terrier” per poterli vendere meglio, ma questo sono.

            Ribadisco un concetto: nessuno è obbligato a comperare uno staffy (all estero gli allevamenti di staffy avvisano l’ aquirente che non va daccordo con gli altri cani), ma se uno lo compra e poi pretende di renderlo mansueto (quì ripeto un mio paragone, perdonatemi ma è troppo efficace) è come uno che compra la Ferrari per poi decidere che consuma troppo e mettergli l’ impianto a gpl, un fesso.

            Questa è la strada che conduce al disastro. Per controllare una razza potente, si deve necessariamente assumere il ruolo di capobranco e stabilire regole, confini e limiti.

            Ma quale disastro… se si ha la consapevolezza di quello che si ha per le mani. Proprio stamane, al parco, Rock era libero, ed è sbucato da dietro una curva Stich, un Amstaff con cui non va per nulla daccordo, a sua volta libero. Con un comando “fermo!” l’ ho tempestivamente bloccato e assicurato con il guinzaglio. Altrettanto ha fatto il padrone dell amstaff. Nessun disastro. Certo si sarebbero triturati volentieri però non è successo nulla.

            #1844

            espada
            Utente
              • @espada

              Un capobranco si preoccupa del benessere del branco, non del suo.

              grazie Pietro, questo pensiero – che condivido – credo sia poco chiaro a quanti malintendono il senso delle gerarchie, all’interno della famiglia e fuori.

              #1845

              espada
              Utente
                • @espada

                sono parzialmente d’accordo con te (e con questo rispondo anche a MrDoc, pure con lui concordo in parte):

                dal mio punto di vista:

                1) la quantità di esercizio è meno importante della qualità

                2) l’esercizio fisico dev’essere coerente con le attitudini del cane,

                Il cane da lavoro, indirizzarlo correttamente

                in quanto la sua funzione è duplice:
                – mantenerle in esercizio
                – appagare il cane

                3) un cane appagato è un cane che ha una miglior qualità di vita, salute, benessere psico/fisico e probabilmente per questo è anche meno aggressivo… sicuramente è meno probabile che sia aggressivo “per paura”.

                ciao

                Alessio

                • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 11 mesi fa da  espada.
                • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  Admin.
                #1847

                espada
                Utente
                  • @espada

                  [color=#4400bb]Cani da “zona rossa”[/color]
                  Quasi sempre i casi da “zona rossa” (quelli per esempio che vediamo nelle puntate di CM, sono solitamente cani frustrati.

                  talvolta (ma non sempre) anche CM parla dello stress, ma difficilmente analizza tutte le cause che possono stressare il cane (ad esempio: dormire troppo poco) e diagnostica generalmente una carenza di esercizio…

                  propongo di leggere questi articoli di Angelica per conoscere altri fattori di stress da tenere sotto controllo:

                  Che cosa stressa il cane

                  grazie, ciao

                  Alessio

                  • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 11 mesi fa da  espada.
                  • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  Admin.
                  #1854

                  Anonimo

                    Altre ancora ritengono sia logico, anzi doveroso, preservare “l’indole” di questa o quella razza per esempio un tempo utilizzata per combattimenti… Credono che chiunque non “lasci inalterato quel presunto istinto” (per esempio di aggressività intraspecifica) sia una sorta di “snaturatore” di questa o quella razza…
                    Ne ho incontrati alcuni anche su questo forum…

                    Eccomi, allora ti mancavo :lol: , non potevi pensare che non avrei abboccato.

                    Escludiamo il concetto, nella fattispecie, che il cane è aggressivo perchè fa poco movimento, perchè il mio piccolo fa dai 14 ai 20 km di Passeggiata-corsa nei boschi tutti i giorni in due o tre riprese e poi a sera facciamo anche un po’ di allenamento nel giardino con ripetute di scatto e altri giochetti. Non so i tuoi quanto movimento fanno…?

                    Il problema dell aggressività non è nella potenza delle razza, sono due cose diverse,sia un cane piccolo o grande,sia uno potente o debole possono essere aggessivi; poi se è aggressivo , quello potente è più pericoloso; ma è meglio mettere ordine nelle idee prima di confondersi (mi dispiacerebbe),ci sono cani molto potenti che non hanno quasi nessuna predisposizione ad essere aggressivi.

                    In secondo luogo l’ ignorare, nell’ equazione “del mulino bianco”, che determinate razze sono state per decenni, se non per secoli selezionate per essere aggressivi, vuol dire negare una verità storica, è come dire che il bulldogg ha le gambe corte perchè è sovrappeso, e non perchè così è stato selezionato per 200 anni, e seguendo il ragionamento che fai, rendendo più magri i bulldog le loro zampe si allungheranno…

                    Questi cani sono stati selezionati così: se un cane entrava nel pit e non aggrediva senza nessun preavviso e pietà l’ avversario, se andava bene non veniva fatto riprodurre, se andava male veniva direttamente soppresso.
                    Si sono selezionati caratteri genetici di aggressività. Negare questo vuol dire negare Mendel e i suoi piselli…
                    Gli staffy alle origini erano chiamati “Pit dog dello staffordshire”, nome che poi è stato cambiato in un più politically correct “Staffordshire Bull terrier” per poterli vendere meglio, ma questo sono.

                    Ribadisco un concetto: nessuno è obbligato a comperare uno staffy (all estero gli allevamenti di staffy avvisano l’ aquirente che non va daccordo con gli altri cani), ma se uno lo compra e poi pretende di renderlo mansueto (quì ripeto un mio paragone, perdonatemi ma è troppo efficace) è come uno che compra la Ferrari per poi decidere che consuma troppo e mettergli l’ impianto a gpl, un fesso.

                    Questa è la strada che conduce al disastro. Per controllare una razza potente, si deve necessariamente assumere il ruolo di capobranco e stabilire regole, confini e limiti.

                    Ma quale disastro… se si ha la consapevolezza di quello che si ha per le mani. Proprio stamane, al parco, Rock era libero, ed è sbucato da dietro una curva Stich, un Amstaff con cui non va per nulla daccordo, a sua volta libero. Con un comando “fermo!” l’ ho tempestivamente bloccato e assicurato con il guinzaglio. Altrettanto ha fatto il padrone dell amstaff. Nessun disastro. Certo si sarebbero triturati volentieri però non è successo nulla.[/quote]

                    [color=#8800ff][color=#ff0000]NOTIZIA!!![/color] Oggi è il 11 Ottobre dell’anno 2011 dopo Cristo.
                    Fortunatamente rispetto a 200, 300 anni fa non uccidiamo più in pubblica piazza una strega o un turco e non risolviamo più le liti con i duelli a singolar tenzone…. Sebbene il buon Mendel e i suoi amici potrebbero confermare che l’uomo è stato selezionato per non avere più streghe o turchi a infastidire le nostre comunità…
                    Perfino i soldati del mondo occidentale – che pur sempre sono stati nei secoli selezionati per “uccidere” considerano evitabile e ultima chance il ricorso estremo all’opzione letale[/color]

                    Siamo pur sempre liberi (e chi lo nega??) di continuare a vivere nel nostro mondo fantasioso fatto di gnomi, fate e orchi con draghi da uccidere….

                    Fuor di metafora: attenzione a continuare a coltivare teorie pseudo-cinofile che – con la scusante di “preservare inalterato lo spirito” di una razza – ipotizzino la “normalità” di eventuali combattimenti….

                    Ritengo – questo sì – frustrante e violentemente coercitivo bloccare OGNI VOLTA un cane ai giardinetti perché altrimenti morirebbe dalla voglia di “triturare” (è così che dici, giusto?) il suo simile….
                    E’ violenza e coercizione dire a un cane 8 ore al giorno (come un mantra): “sei un cane da pit, sei un cane da combattimento, i tuoi avi si scannavano con i tori, i tuoi avi combattevano, sei un cane da combattimento, sei agile…. hai le zampe piccole perché ti muovi meglio e potresti colpire più efficacemente il tuo avversario, sei un cane da pit, sei un cane da pit…..”….
                    E poi? E poi….. ZACC!!!! ….appena questo poverello, giustamente caricato dal nostro EGO pieno, pregno di energia (OPS, dimenticavo che ti da fastidio…. quindi correggo:) preconcetti negativi (almeno nell’accezione legale del termine…)…. dicevo ZACC: lo blocchiamo….

                    Ma allora, consentimi dal basso della mia ignoranza….della mia fesseria…. Cosa si dovrebbe mai comprare a fare un PitBull, un Amstaff, ecc. una persona, con queste premesse??? A che pro??
                    Vedi che la Ferrari con il GPL non ha molto senso…. Ma una Ferrari usata con criterio, senza strafare, senza usarla tutti i giorni senza regole… magari un senso potrebbe avercelo o no??

                    Altrimenti, siamo liberi di comprarci un serpente velenosissimo e tenercelo in una teca, chiusa e saldata per sicurezza… SOLO per la nostra contemplazione…
                    E’ una scelta. La rispetto!
                    Però non chiamiamolo BENESSERE del CANE!

                    Il PitBull è un cane che in passato sarà stato anche selezionato per fare determinate cose…
                    BENE!
                    OGGI – che quelle cose non si fanno più – abbiamo due opzioni: o si elimina la razza oppure cerchiamo di ritornare alle origini… quelle vere…
                    CANE=>UOMO=>Benessere del binomio….

                    Scommettiamo che se il PitBull nascendo e crescendo come un cane da utilità/difesa “normale” non si lamenterebbe se potesse parlare???
                    Forse siamo noi che proiettiamo troppe stronzate su di lui (dato che è stato ufficialmente sdoganato il termine “stronzata” in questo forum in altro topic precedente).

                    #1855

                    espada
                    Utente
                      • @espada

                      scusate se mi intrometto… ma per questo c’è già un topic!

                      il ruolo dei Terrier di Tipo Bull oggi

                      qui secondo me dovremmo parlare delle diverse forme di aggressività (predatoria, da paura, protettivo/territoriale, protettivo/materna, ecc.) e di quale sia il modo corretto di gestirle, siete d’accordo?

                      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 11 mesi fa da  espada.
                      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 10 mesi fa da  Admin.
                      #1859

                      Anonimo

                        Siamo pur sempre liberi (e chi lo nega??) di continuare a vivere nel nostro mondo fantasioso fatto di gnomi, fate e orchi con draghi da uccidere….

                        Tra le altre cose di cui mi diletto, ho giocato per 20 anni ai giochi di ruolo fantasy, che tu hai dipinto benissimo.

                        Non stò a quotare tutto, ti rispondo in ordine sparso.

                        Non puoi paragonare l’ uomo al cane, l’ uomo dovrebbe essere mitigato dalla ragione e in più abbiamo un altra possibilità, la sublimazione, in questo momento, che ti piaccia o no, stiamo duellando :woohoo: .

                        Forse è vero che è anacronistico allevare cani che abbiano un istinto aggressivo nei confronti dei loro conspecifici, ma si può agire su questo fattore, cosa che molti allevatori stanno facendo, a livello di razza, selezionando elementi sempre più miti (sigh…)

                        Io ti assicuro poi che ero molto più soddisfatto quando il mio piccolo giocava con gli altri cani (perchè fino a quando si è potuto io glie l’ho fatto fare), e il mio ego lo gonfiavo in altri modi; in diverse occasioni ho scritto che il mio prossimo cane non sarà più uno staffy (o un altro cane derivato da linee da combattimento).

                        Per rispondere poi alla tua domanda, lo staffy io l’ ho comperato perchè ho privilegiato gli aspetti di sicurezza con gli esseri umani, di legame con il padrone, di capacità atletiche; visto che non avevo particolare interesse nei raduni o in altre manifestazioni cinofile ho ritenuto che andasse bene.

                        EDIT: scusa Espada ho letto solo dopo il tuo suggerimento

                        #1862

                        Anonimo

                          Forse è vero che è anacronistico allevare cani che abbiano un istinto aggressivo nei confronti dei loro conspecifici, ma si può agire su questo fattore, cosa che molti allevatori stanno facendo, a livello di razza, selezionando elementi sempre più miti (sigh…)

                          Nulla da aggiungere.

                          Togli quel “sigh…”: fìdati!!! non si tratta solo di “selezionare” elementi più miti….
                          Quanti allevatori conosci? Credi di averli conosciuti tutti?
                          Da quanti anni anni hai/possiedi uno staffy?
                          Non credere che tutto sia come te l’hanno raccontato…
                          Usa almeno un decimo della (giustissima) prudenza che hai nei miei confronti, nei confronti del mio pensiero, anche per coloro che ti hanno così fortemente convinto su “natura e destinazione d’uso” delle razze TTP…
                          Osserva da vicino, visita e frequenta qualche campo da UtilitàUtilità e Difesa Ma, un consiglio: non fermarti a uno o due, e nemmeno tre! Provane molti, perché ricordati (te lo dice uno che da oltre 10 anni li frequenta… e ci lavora) che sono davvero pochi, pochissimi quelli dove si lavora in un certo modo…
                          Lasciati trasportare dall’istinto, quello buono. Non faccio buonismo a buon prezzo, bada bene… Sto solo cercando di farti vedere il mondo da un’altra prospettiva.
                          Chissà, magari ti piacerà!

                          P.S. Se deciderai di cambiare razza, pensa al Rott!!! :P

                          #1866

                          espada
                          Utente
                            • @espada

                            EDIT: scusa Espada ho letto solo dopo il tuo suggerimento

                            forse nei prossimi giorni migreremo sulla nuova piattaforma… casomai copieremo questi messaggi su entrambi i topic!
                            ;)

                            PS: io sono alto 191cm ed ho sempre interpretato il Nano, nei giochi di ruolo…
                            :whistle:

                            #1870

                            Anonimo

                              P.S. Se deciderai di cambiare razza, pensa al Rott!!! :P

                              Io li adoro, però sono piuttosto grossi e soprattutto hanno il pelo lungo (questo purtroppo è un veto di mia moglie :( )
                              Peraltro non molto tempo fa un allevatore di rottweiler che si era fermato a parlare con me dopo aver visto Rock mi ha deto che gli staffy sono dei piccoli rott

                              #81003

                              vale
                              Utente
                                • @vale

                                Mi “appoggio” a questo topic per cercare risposta ad un dubbio: leggo spesso utilissime indicazioni riguardo alle attitudini delle diverse razze, ma… come si fa a scoprire le attitudini di un meticcio “da canile”?
                                Io ho adottato da un mese un cane di un paio di anni che mostra aggressività: si parla di redirette sul guinzaglio se tirato in momenti di particolare eccitazione (nettamente in calo), ringhio per possessività (fino a trattenere la mano con la bocca, senza chiuderla), ma soprattutto salti a bocca aperta (fino allo schiocco dei denti senza arrivare al bersaglio) in caso di paura (fino a ieri solo con le auto di passaggio… ieri sera un corridore e stamattina una bicicletta… che aveva sempre ignorato! :-( ).
                                Sono episodi sporadici e, finora, senza conseguenze, ma mi preoccupano molto e le riconduco a uno stato di insicurezza costante del cane.
                                Vorrei trovare delle attività per fargli acquisire autostima e “scaricarlo”, ma finora non sono riuscita a fargli fare nulla… Come posso trovare un “indirizzo” senza sapere “chi è”?

                                #81005

                                Daniele
                                Utente
                                  • @messico

                                  Da quello che hai detto sembra un cane piuttosto nevrile, un lupoide magari, con parecchia energia da “sfogare” e necessita’ di acquisire un po’ di sicurezza. Potrebbero esserci varie discipline interessanti, pre esempio utilita’ e difesa, ma dipende dalla taglia e dalla morfologia. Magari potrebbe essere utile postare una foto.
                                  Comunque sentiamo cosa dicono persone piu’ esperte…

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 101 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni