coccidi giardia protozoi e vermi intestinali del cane

Forum Gestione del cane Problemi di Salute coccidi giardia protozoi e vermi intestinali del cane

Questo argomento contiene 199 risposte, ha 53 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Admin 1 settimana, 2 giorni fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 200 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #3483

    Anonimo

      P.S. condivido con voi (perché mi è stato chiesto) questo brutto momento, confidando che nessuno verrà a fare moralismi inutili e gratuiti so che ho sbagliato (ma l’ho capito solo ora) a non farla amputare da cucciola sapendo che sarebbe vissuta in un piccolo appartamento oppure ho sbagliato a prendere un cane di questo tipo (ma non immaginavo avrebbe avuto un carattere così eccessivamente espansivo) sempre per lo stesso motivo. Ma di fatto, non posso cambiare casa per questo, non posso (e non voglio) separarmi da lei, non posso (e non voglio) renderle la vita un inferno bloccandola nei movimenti per mesi in attesa che la lesione rimargini (magari per poi ricrearsi una settimana dopo nello stesso modo), non posso rischiare una grave infezione o la necrosi della parte ne avere la casa ricoperta di sangue (questo per motivi seri familiari e non certo per l’incubo di ripulire tutti i giorni).
      E’ un brutto momento …. ma non molliamo!!

      Sai, mi è capitato di vedere un caso analogo su un meticcio di Pitt, caso che però si risolse facendogli portare il collare elisabetta per più di 15 giorni di seguito, incastrandolo in maniera particolare perchè anche quell’esemplare era esperto a rimuovere tutto. Mi dispiace che per la tua Gaia non abbia funzionato e, proprio per come hai esposto il tutto, vorrei che i moralismi non li facessi nemmeno a te stesso, rimproverandoti questo o quell’altro, l’amore per lei traspare ;) Andrà bene, in bocca al lupo!

      #3495

      dino0977
      Utente
      • Località: Cosenza
      • Genere: Maschio
        • @dino0977

        Non farti tanti problemi, purtroppo nella vita capitano tante cose!!!
        Io sono contro l’amputazione, e sono certo che hai fatto bene a non farla amputare, con il senno di poì, ti sembrerà, visto il problema, che avresti dovuto fare il contrario, ma magari succedeva un’altra cosa!
        Purtroppo è capitato, non è colpa tua ne di nessuno, è colpa del fato!! L’importante che si riesca a risolvere tutto. Tienici informati.
        Ciao e in bocca al lupo!!

        #3509

        espada
        Utente
          • @espada

          caro Tony, personalmente ti sono vicino e sei l’ultima persona che potrei mai pensare di rimproverare…

          mi veniva in mente anche la soluzione di tenerla chiusa nel kennel per evitare che andasse in giro a picchiare la coda, comunque è lei stessa che in qualche modo sta rendendo indispensabile l’amputazione, quindi non devi farti altri pensieri.

          quando abbiamo adottato Winny, che ha la coda intera, già ci stavamo preparando a togliere soprammobili da casa, spostare il televisore, ecc… invece non ostante fosse adulta e probabilmente non fosse mai vissuta in casa, in pochi giorni ha imparato a gestire il suo scodinzolare, adesso è davvero improbabile che colpisca una porta o il muro…

          secondo me non è un problema di razza nè di amputazione preventiva: è un problema individuale che evidentemente Gaia era destinata a risolvere in questo modo!

          #3555

          antonino
          Utente
            • @antonino

            Grazie a tutti per il conforto e la vicinanza che sento in un momento così difficile ed inaspettato. Certo quando ho deciso di far entrare Gaia nelle mia famiglia non mi aspettavo di certo di doverle imporre anche un’amputazione ma, le cose sono andate così!! Io ho la fortuna di poter essere consapevole di aver tentato tutto … cmq (mio malgrado) confermo che l’operazione è assolutamente dolorosa per il cane e l’immagine del post operatorio (almeno fino a quando non sarà tutto tornato al suo posto) è assolutamente dolorosa e impressionante per papà e mamma. Gaietta ora sta “bene”, un pò indolenzita, un pò frastornata, ma sta bene. Io non sono andato al lavoro per le applicazioni della crema e le somministrazioni dell’antibiotico. Lei ha la faccia un pò triste, ma in ogni caso non appena sono a tiro … parte un bacione che mi ricarica di ottimismo!

            #8445

            espada
            Utente
              • @espada

              carissimi, apro questo topic perchè il cagnolino di un mio amico è stato infestato da questo parassita… peraltro bello grosso (4-7 cm) ed ho pensato possa essere utile sapere che esiste, per fare le giuste ipotesi diagnostico/terapeutiche.

              se avete esperienze ed approfondimenti da apportare, sono tutt’orecchie
              :)
              ciao

              Alessio

              http://tgvet.blogspot.it/2010/06/trichuris-vulpis-i-tricocefali.html

              Trichuris vulpis: i tricocefali

              I tricocefali sono parassiti intestinali appartenenti alla classe dei nematodi. Sono vermi tondi, l’adulto è lungo 4-7 cm con una parte caudale spessa e una parte cefalica lunga e filamentosa. Gli ospiti definitivi sono cani e volpi di qualsiasi età. Trichuris vulpis è diffuso nei climi caldi ed è perciò piuttosto comune nei paesi dell’Europa meridionale. Questa parassitosi non segue l’andamento tipico della toxocariasi o dell’anchilostomiasi, in cui i cuccioli in crescita risultano gravemente ammalati mentre gli animali adulti sviluppano una condizione di immunità. L’infestazione da Trichuris può insorgere a tutte le età; occasionalmente, anche nei cani anziani, il numero dei parassiti presenti può essere abbastanza elevato da determinare l’espulsione di feci diarroiche e rivestite da una strato di muco e sangue fresco. L’infestazione è più diffusa nei cani dei canili: questo perché i recinti all’aperto con fondo terroso o erboso forniscono un buon ambiente per lo sviluppo delle uova. Inoltre le uova infestanti possono causare una notevole contaminazione ambientale: il controllo può quindi essere difficoltoso poiché i cani tendono a reinfestarsi se rimangono nello stesso ambiente.

              Ciclo
              Le uova vengono espulse con le feci dei cani infestati. In condizioni ottimali (25°C), entro 15 giorni si sviluppa una larva di primo stadio all’interno dell’uovo. Lo sviluppo è rallentato in condizioni climatiche con temperature più basse; con temperature inferiori ai 4°C non si verifica alcuno sviluppo. Le larve sopravvivono per mesi nell’ambiente poiché sono protette dal guscio dell’uovo. L’infestazione nel cane avviene per ingestione di uova larvate e nell’arco di 24 ore nell’intestino tenue si liberano le larve. Le larve si annidano nella mucosa duodenale per 10 giorni circa prima di emergere e spostarsi nell’intestino crasso, dove si sviluppano i vermi adulti. Il periodo prepatente è compreso tra 8 e 16 settimane e i cani infestati possono continuare a espellere uova anche per un anno.

              Segni clinici
              I parassiti sono ematofagi e le infestazioni di lunga durata possono determinare la comparsa di anemia. Per questo, dal punto di vista clinico, l’infestazione da Trichuris costituisce un problema cronico che spesso non determina la comparsa di manifestazioni enteriche clinicamente evidenti ma solo un calo della forma e delle prestazioni dell’animale. Bassi livelli d’infestazione sono ben tollerati e vengono rilevati identificando le uova nei campioni fecali. Un’infestazione pesante provocherà diarrea sanguinolenta, feci mucose e , alla fine, l’animale non sarà più in grado di compensare e presenterà una patologia acuta. Indagini ematochimiche evidenzieranno disturbi metabolici quali iponatremia.

              Diagnosi
              I vermi adulti sono facilmente distinguibili per l’estremità posteriore ingrossata e quella anteriore sottile. Tuttavia, poiché la parte anteriore è annidata nella mucosa dell’intestino crasso, se il verme non è raccolto delicatamente, può rompersi durante la raccolta lasciando solo la parte posteriore disponibile per essere esaminata. Le feci possono essere esaminate utilizzando la flottazione per la ricerca delle uova. Queste sono leggermente più pesanti delle altre uova e alcuni suggeriscono che possano richiedere l’uso di un liquido di flottazione più denso rispetto alla soluzione satura utilizzata per la routinaria flottazione.

              Terapia
              Per la terapia antielmintica nei confronti di Trichuris possono utilizzarsi principi attivi quali febantel, milbemicina, fenbendazolo e praziquantel. Per un’efficace controllo dell’infestazione occorre non dimenticare di allontanare il cane dall’ambiente contaminato.

              #14449

              gemmina80
              Utente
                • @gemmina80

                Come avrete letto in altri post Iron non sta benissimo e da un esame delle feci è
                risultata la presenza di coccidi e giardia, ad Iron è stata prescritta la seguente cura:

                – FLAGYL 6 COMPRESSE AL GIORNO x 6 giorni
                – VETKELFIZINA 5 COMPRESSE AL GIORNO x 8 giorni

                Quindi 11 pastiglie al giorno e fargliele ingoiare non è così semplice …

                Tra sette giorni dovrò riportare le feci per l’esame e controllare che le medicine abbiano fatto effetto
                perchè mi diceva la veterinaria di Iron che potrebbero resistere a questa cura e che se così fosse andrà prolungata nel tempo …

                Ho letto naturalmente i bugiardini e mi domandavo se come per noi umani era meglio fargliele assumere dopo i pasti o associare a queste un aiuto per lo stomaco, 11 pastiglie sono parecchie, la veterinaria dice che è perchè pesa molto quindi in proporzione ne deve assumere quella quantità.

                Esiste un giusto modo per far assumere i medicinali al piccolo senza creargli problemi?
                Come per noi è bene associare una protezione per lo stomaco o dei fermenti lattici?
                La veterinaria mi ha consigliato il Carobbin Pet in polvere, qualcuno di voi lo ha utilizzato?

                Gemma

                #14455

                dino0977
                Utente
                • Località: Cosenza
                • Genere: Maschio
                  • @dino0977

                  Ti posso dire che, il cagnetto di una mia amica, tempo fa è stato colpito dalla coccidiosi.
                  Il veterinario gli ha prescritto Isospen ( a te avrà prescritto la Vetkelfizina probabilmente perchè con Isospen su un cane di circa 50 kg avresti dovuto dargli 12/13 compresse al giorno, oppure è più efficace o per altri motivi che non posso conoscere) in più come fermenti lattici delle normalissime fialette ad uso umano di Enterogermina.
                  Il Carobin Pet a quanto mi sembra, qualcuno mi correggerà se sbaglio più che una protezione dovrebbe essere un integratore che aiuta in poco tempo a prevenire gli episodi diarroici adatti all’uso cani di grossa taglia.
                  Potresti chiedere ad un veterinario se dare anche dei fermenti, oppure qualcosa tipo il Malox oppure l’Esomeprazolo, oltre a quello che ti ha già prescritto.
                  Comunque ripeto chiedi sempre al veterinario.
                  In bocca al lupo per Iron!

                  #14459

                  gemmina80
                  Utente
                    • @gemmina80

                    Dino ti ringrazio, il problema è chiedere al veterinario … dati gli ultimi episodi …
                    Cmq grazie ancora!

                    #14831

                    gemmina80
                    Utente
                      • @gemmina80

                      Dall’ultimo esame feci risultano ancora presenti i coccidi nelle feci di Iron, come alcuni amici mi hanno consigliato ho chiesto al veterinario per il Drontal ma mi continua a dire che non serve per i parassiti ma bensì per i vermi … sto continuando con la Vetkelfizina e venerdì rifaremo le analisi delle feci … E’ davvero difficile debellarli!! Antonino ma come sta Gaia?? Per tutto intendo!!

                      #14841

                      Admin
                      Admin
                      • Genere: Maschio
                        • @admin

                        in effetti, anche se leggi il bugiardino del DRONTAL, ti accorgi che tra le sue applicazioni non c’è la coccidiosi!

                        ho sentito invece parlare bene del CLAZURIL, che risulta più rapidamente efficace rispetto ai sulfamidici (che, detto grossolanamente, vengono impiegati anche come antibiotici dato il loro ampio spettro di azione).

                        qui c’è il risultato di un test eseguito sui conigli:

                        http://www.veterinari-medicina.it/articoli/ESOTICI.htm

                        auguri!

                        #14848

                        dino0977
                        Utente
                        • Località: Cosenza
                        • Genere: Maschio
                          • @dino0977

                          Speriamo si risolva tutto il più velocemente possibile.
                          In bocca al lupo.

                          #15044

                          Anonimo

                            ho sentito invece parlare bene del CLAZURIL, che risulta più rapidamente efficace rispetto ai sulfamidici (che, detto grossolanamente, vengono impiegati anche come antibiotici dato il loro ampio spettro di azione).

                            Confermo, il clazuril viene utilizzato per la cura delle coccidiosi e dalla mia esperienza posso dire che funziona.

                            #22893

                            carlo
                            Utente
                              • @carlo

                              In primavera vorrei rifare la sverminazione del cucciolo che avrà circa 5/6 mesi. Ho visto che alcuni prodotti vanno dati per kg di peso, ma considerando che teoricamente peserà a quellla età 25/30kg quante pasticche serviranno?
                              C’è qualche prodotto ad ampio spettro per cani di un certo peso?

                              #22895

                              dino0977
                              Utente
                              • Località: Cosenza
                              • Genere: Maschio
                                • @dino0977

                                Esistono diversi vermifughi per cani, in pasta. Basta mescolarli al cibo oppure darglieli in bocca direttamente con una siringa. Una soluzione ad esempio potrebbe essere il Nemex della Pfizer, un ottimo vermifugo per cani sia adulti che cuccioli. Io personalmente l’ ho usato sul mio cane da cucciolo poi non ne ha avuto più bisogno. In qualsiasi caso prima di far ingerire qualsiasi tipo di medicinale al tuo amico peloso consulta sempre il veterinario.

                                Segnalo anche questo prodotto che viene presentato come vermifugo naturale : http://www.promedic.it/prodotti/scheda.php?id=44

                                #22896

                                Admin
                                Admin
                                • Genere: Maschio
                                  • @admin

                                  altrimenti, pure il “classico” Drontal Plus è ad ampio spettro, per un taglia gigante è credo la scelta economicamente più conveniente.

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 200 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni