Cani di razza, meticci, allevamenti e canili (onesti)

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia Cani di razza, meticci, allevamenti e canili (onesti)

Questo argomento contiene 92 risposte, ha 19 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ela 9 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 76 a 90 (di 93 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #17247

    espada
    Utente
      • @espada

      ho appena ricevuto un comunicato stampa che denuncia l’ennesima grave mancanza da parte di chi dovrebbe provvedere ai meno fortunati…

      Comunicato stampa LAV 4 dicembre 2012
      DOPO LO SMANTELLAMENTO DELL’UFFICIO DIRITTI ANIMALI, ROMA CAPITALE PROCEDE CON LA CHIUSURA DELLE STRUTTURE CHE ACCOLGONO GLI ANIMALI RANDAGI.

      LA LAV: LA GIUNTA ALEMANNO HA RIPORTATO LA CITTA’ DI ROMA ALLA PREISTORIA DELLA TUTELA AMMINISTRATIVA SUGLI ANIMALI

      La politica capitolina degli ultimi cinque anni in materia di diritti degli animali e prevenzione del randagismo, è riuscita in un’impresa veramente ardua e quasi al limite dell’impossibile: riportare la città di Roma alle condizioni del 1993. I dati parlano chiaro, in cinque anni i cittadini e le associazioni romane hanno assistito a tre cambi di direttori dell’UdA-Ufficio Diritti Animali, alla totale delegittimazione dell’UdA, all’allontanamento di personale esperto in altri uffici, alla chiusura di servizi di estrema utilità ed ora al tentativo di chiusura delle Oasi feline di Torre Argentina e Porta Portese e del Parco Canile ex Poverello. La LAV sollecita il Sindaco Alemanno a prendere una posizione costruttiva sul tema, convocando urgentemente una Conferenza di Servizi per scongiurare la chiusura delle oasi feline di Roma e del parco canile ex Poverello, una chiusura immotivata frutto di contrasti fra amministrazioni.Forse abbiamo assistito a una politica dettata dalla crisi e dalla necessità di ridurre le spese? Assolutamente no! Al contrario nei prossimi dieci anni è prevedibile un incremento esponenziale di spese e di randagi nelle strade, dipesi dalla sostanziale latitanza di una vera volontà politica. Tante promesse e tante parole ma i fatti parlano da soli, la tutela dell’ambiente e degli animali rappresentano varie ed eventuali nell’agenda della Giunta capitolina. “Il vero paradosso è stato il sistematico smantellamento di tutti gli strumenti preposti al contrasto del randagismo, considerato che l’attuale Giunta poteva già fare un buon lavoro, semplicemente apportando dei correttivi necessari alla buona macchina amministrativa già predisposta dalle precedenti Giunte”, afferma la LAV.”Una “non gestione” di un Ufficio Diritti Animali svuotato delle necessarie professionalità e delocalizzato, caratterizzata da scelte fallimentari delegate totalmente alla burocrazia amministrativa”, lamenta l’Associazione.
      4 dicembre 2012

      Ufficio stampa LAV tel. 06 4461325
      LAV Roma tel. 06 64824046 – 320 4795552

      #17256

      Andrea
      Utente
      • Località: Roma
      • Genere: Maschio
        • @bravoalfa

        Guarda stavo aspettando questa ca*****a ormai da tempo, no comment. :angry:

        #17264

        dino0977
        Utente
        • Località: Cosenza
        • Genere: Maschio
          • @dino0977

          La situazione non è bella…al sud in generale, ma anche in alcune località del centro e del nord, per il taglio dei fondi, operati dal’ultima spending review, molte amministrazioni si stanno trovando in difficoltà, ed a rimetterci sono sempre i più deboli, gli animali in primis. :evil:

          #17270

          Admin
          Admin
          • Genere: Maschio
            • @admin

            Guarda stavo aspettando questa ca*****a ormai da tempo, no comment. :angry:

            scusa non ho capito… sei arrabbiato perchè è successo davvero o perchè non è vero ma era nell’aria che qualcuno l’avrebbe detto?

            #17289

            tyssen72
            Utente
              • @tyssen72

              invece di andare avanti..andiamo indietro….

              #25508

              Anonimo

                Riguardo la storia del “Pit bull” vi linko questo argomento di Valeria Rossi, non so se la conoscete, io personalmente la adoro!
                http://www. tipresentoilcane.com/2011/07/08/il-vero-standard-dell-american-staffordshire-terrier/
                Riguardo cane di razza/cane meticcio/canile o no..
                Io ho adottato Gaia dopo essere uscita a stento da una lunga depressione, lei stava molto peggio di me, morale: ci facevamo del male a vicenda.
                Credo sia superficiale pensare che se una persona non vuole un cane dal canile è perché è insensibile, perlomeno non tutti.
                Sarebbe bello se tutte le persone fossero mature e razionali al punto da rendersi conto se posso affrontare una relazione difficile oppure no.
                Prendere un cane al canile è come un matrimonio.. ma che parte dal divorzio in fin dei conti. Non tutti se la sentono, io mi son resa conto di non esserne in grado per esempio, eppure con kira, che è con noi da quando ha 55 giorni credo di aver fatto un ottimo lavoro. Non avrò l’indole di crocerossina, eppure sono una persona riflessiva, sensibile, gentile..
                Io comunque ho un idea tutta mia delle razze canine.. e qui mi aspetto un boato di massa: io abolirei le razze..
                Bulldog inglese in primis. Di certo impedirei con ogni mezzo qualsiasi incrocio che venga definito poi “toy”.
                Le femmine di iene ogni tot scelgono un maschio al di fuori del branco per non “restringere” troppo la linea genetica, ecco questa è l’idea.
                Sono fuori dal mondo me ne rendo conto!

                #25509

                Anonimo

                  Io ho avuto molti cani, sia adottati sia di razza. Ma l’abolizione delle razze… No! L’abolizione delle razze “imperfette” e degli ibridi volontari (labradoodle, esempio) assolutamente sono d’accordo con te ;-)

                  #25511

                  ninja
                  Utente
                    • @ninja

                    Io ho sempre avuto meticci presi con il criterio’prendiamo un cane? Si dai, oh guarda, c’è uno che regala cuccioli al parco’ e visto i problemi che ho affrontato(per ignoranza ho preso un cane separato troppo presto, e adesso quando sento parlare di cuccioli di un mese in adozione mi viene da pensare… ma perchè uno va a cercarsele?), sconsiglio il cane in canile e lo stesso dovrebbero fare i volontari stessi, oppure dovrebbero conoscere abbastanza i cani e la cinofilia da poter indirizzare i futuri proprietari. Però uno neofita probabilmente non ha nemmeno le capacità di distinguere un volontario di buon cuore ma ignorante e uno serio..

                    Un altra esperienza è stato un cane in affido per un paio di giorni, dalla descrizione era un cane tranquillo, adatto alla vita da appartamento, abituato a qualche ora di solitudine e socievole, esattamente come avevo chiesto perchè stato in appartamento ed era la mia prima esperienza di affidi.
                    Beh, il cane si è rivelato un derivato border collie che abbaiava agli altri cani come in preda a un attacco isterico e anche al suo stesso eco, aggressivo con gli altri cani. Nei pochi giorni che l’ho tenuto non sembrava effettivamente soffrire di ansia da separazione, ma ha manifestato questo problema con la nuova famiglia….
                    Hanno frequentato dei corsi e la situazione ora è più gestibile, ma non è che loro abbiano preso un cane per spirito di benefattori, ed è stato scorretto dargli un cane mentendo totalmente sulla sua natura, approfittando e sperando nel buon cuore delle persone. E se è stato un errore di valutazione ancora peggio, perché dopo un giorno pure una niubba come me ha capito che senza aiuti specifici sarebbe stato semplice gestire un cane del genere come cane da famiglia.

                    #25518

                    dino0977
                    Utente
                    • Località: Cosenza
                    • Genere: Maschio
                      • @dino0977

                      Abolire le razze……è un affermazione molto forte che non tiene conto della storia del cane!!
                      Se la vediamo dal punto di vista meramente economico, che purtroppo è quello che ormai alla cinofilia ufficiale interessa, potrei anche essere d’accordo. Ormai nelle expò, per Enci e per varie associazioni di tutela, il cane di razza è solo quello che ha alcune caratteristiche fisiche, e che costa un botto di soldi. In realtà la storia delle razze, è ben diversa e distante da tutto questo. Ogni razza è stata selezionata per un compito, tutti i cani sono nati per svolgere una certa funzione al meglio. Chi per aiutare l’uomo nella caccia, chi nella pastorizia che nella guardia, ed all’interno di ognuna di queste macrocategorie, c’è il cane più specializzato. Ad esempio c’è il cane da pastore che lavora meglio con le capre, quello che lo fa meglio con le pecore, c’è il cane che caccia nella tana, quello specializzato per la caccia ai volatili ecc.
                      Oggi però purtroppo tutto gira intorno ai soldi, ed il mondo della cinofilia è stato inquinato da persone, la maggior parte, che vedono il cane solo come un mezzo per guadagnare e non da preservare. Il cane di razza non dovrebbe essere di tutti solo perchè uno ha la possibilità di pagare. Dovrebbe essere una scelta ponderata fatta da chi può garantire all’animale una vita consona alle sue caratteristiche, alle sue peculiarità. Purtroppo così non è, e così non è stato, e buona parte delle razze sono diventate caricature di se stesse caratterialmente e fisicamente.

                      #25573

                      Admin
                      Admin
                      • Genere: Maschio
                        • @admin

                        il rapporto tra uomo e cane, nella storia, è sempre stato improntato al ruolo di ausiliario che il cane doveva assolvere: caccia, pastorizia, altre utilità, compagnia.

                        interessante, credo, leggere questa breve sintesi di Vittorino Meneghetti:

                        https://www.canedifamiglia.com/index.php/cultura-cinofila/175-purezza-razze-canine-pastore-apuano

                        da qualche decennsio, a causa principalmente di un mercato di acquirenti non professionali e non competenti, si stanno orientando selezioni in senso contrario.

                        come porre rimedio a questa deriva?

                        si dovrebbe tornare a guardare al passato, con gli occhi dell’uomo di oggi!

                        vi sottopongo questa proposta di Manifesto Neo-Classico della Cinofilia:

                        https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/cinognostica-cinotecnia-cinologia-cinofilia/13246-proposta-per-un-manifesto-neo-classico-della-cinofilia

                        #112640

                        Anonimo

                          istesso!

                          ps: parlare di metticci è non cinofilo? e da cosa nacquero i cani?
                          da cosa sono nate le razze?
                          ok, allora parliamo di lupi! :silly:

                          Dai, suvvia, io ci rido… ma sono esseri viventi!
                          Ho pensato di insegnare a cacciare alla mia, ma per divertimento!
                          E, sì, affascinante saperle… ma stop!

                          #138763

                          scaramush68
                          Utente
                            • @scaramush68

                            Buonasera a tutti ! Avrei bisogno di qualche consiglio.
                            Probabilmente non tutti si ricorderanno di me, a Gennaio scorso ho perso la mia Sally. Se mi sento pronta la prossima primavera vorrei adottare una cagnolina da un canile, ma ho tanti dubbi.

                            Come ci si può fidare dei canili, se senti in giro storie tipo: “dicevano che rimaneva piccolo e invece è diventato un cavallo”. Oppure “Se vogliono ti trattano bene”….come sarebbe a dire “se vogliono ti trattano bene ? Purtroppo poi, con il canile di Casale M.to non sono in buoni rapporti e non ho sentito belle esperienze, a parte una Signora che ha preso una cagnolina di razza, unica felice “combinazione”.

                            Insomma, avete qualche consiglio da darmi in merito ? Per me il preaffido, tutti i documenti da firmare e controfirmare non sono un problema, se vogliono possono anche venire a casa e vedere dove vivrà la bambina pelosa e dove la porterò a spasso con tutto il tragitto sul Po……ma NOI che adottiamo che garanzie abbiamo, anche riguardo alla salute del cane scelto. Ma più in generale, non dovrebbe esserci un rapporto basato su fiducia, rispetto, autenticità. Perchè è tutto così complicato ? Ecco perchè amo i cani e gli animali.

                            Va beh, scusate. Io il cane lo trovo anche tramite altre vie, non ho fretta e quando inizierò a fare girare la voce a partire dal mio veterinario (mio per modo di dire :blink: ), sono certa che arriverà l’occasione giusta, però mi piaceva salvarne uno dal canile, anche se poi so che è lui che salva me.

                            Grazie per i suggerimenti che potrete darmi,

                            Un caro saluto, Valeria

                            #138787

                            sio
                            Moderatore
                              • @sio

                              Allora il primo suggerimento che mi viene in mente è: vai accompagnata da qualcuno di competente che ti sa dire se quello che dicono le volontarie è vero oppure no.

                              #139133

                              scaramush68
                              Utente
                                • @scaramush68

                                Lo so, non interessa a nessuno, però lo posto ugualmente. Oltre ad un personale buon senso nel richiedere tratti del carattere del cane, ci si può affidare al “Vizio Redibitorio”. Quindi, ok il canile richiede garanzie da parte di chi adotta, mi può fare le pulci per conoscermi bene, ma io che scelgo il “bambino o la bambina pelosa”, posso volere delle garanzie prima di incorrere in esperienze che non fanno bene a nessuno, al cane in prima istanza. Se il canile non riesce a recepire tale richiesta, meglio scappare.
                                Detto questo, asta la vista amigos !

                                #139141

                                Admin
                                Admin
                                • Genere: Maschio
                                  • @admin

                                  Lo so, non interessa a nessuno, però lo posto ugualmente. Oltre ad un personale buon senso nel richiedere tratti del carattere del cane, ci si può affidare al “Vizio Redibitorio”. Quindi, ok il canile richiede garanzie da parte di chi adotta, mi può fare le pulci per conoscermi bene, ma io che scelgo il “bambino o la bambina pelosa”, posso volere delle garanzie prima di incorrere in esperienze che non fanno bene a nessuno, al cane in prima istanza. Se il canile non riesce a recepire tale richiesta, meglio scappare.
                                  Detto questo, asta la vista amigos !

                                  il vizio redibitorio è una fattispecie giuridica che si configura nel contratto di compravendita.

                                  quando si decide di adottare un animale, lo si fa nella più assoluta gratuità, quindi non solo è inapplicabile la disciplina commerciale, ma è anche meschino (a mio parere) pensare di contrattualizzare eventuali condizioni di “garanzia su vizi della cosa venduta”

                                  quindi, faresti meglio a scappare da chi ti racconta certe cazzate (scusa il termine) giocando a fare il giurista.

                                  PS: ci sono casi in cui omettere la lettera H è più grave (su internet capita spesso con il verbo avere) comunque Hasta la vista si scrive con la lettera H…

                                  :whistle:

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 76 a 90 (di 93 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni