Cani di razza, meticci, allevamenti e canili (onesti)

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia Cani di razza, meticci, allevamenti e canili (onesti)

Questo argomento contiene 92 risposte, ha 19 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ela 9 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 93 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #5286

    Anonimo

      Non altrettanto condivisibile, dal mio punto di vista, è affermare che se si parla di meticci non si parla di cinofilia. Visto e considerato che i primi canidi che si siano accompagnati all’uomo preistorico erano certamente lupi, come spieghi la quantità di razze sviluppatesi da allora ad oggi se non come il risultato di un enorme opera di meticciamento, a volte pilotato dall’uomo e a volte no?

      Ti prego, non me ne volere (anche perché poi qualcuno inizia a riprendermi che mi ripeto): ma la tua obiezione trova risposta in almeno una mezza dozzina di miei POST già scritti e star-commentati….

      Non so più come dirlo (esausto….. :blink: ):NON MI RIFERISCO AI PROCESSI DI “COSTRUZIONE” E SELEZIONE DELLE RAZZE NELLA STORIA, QUANDO (sono sempre più esausto :oops: :oops: :oops: :oops: ) PARLAVO DI METICCI OGGI…..
      OK… ora dimmi pure che sono “sprezzante”….o “aggressivo” però consentimi la battuta….
      Potresti leggere meglio i miei post, o no??? Altrimenti uno poi è ovvio che s’arrabbia a doversi giustificare per frasi mai dette, pensieri mai fatti…..
      Ecchecavolo!!!

      #5287

      Anonimo

        Non avrei potuto dire sciocchezza più grande se avessi affermato ciò che hai scritto….

        Tu hai scritto una grande sciocchezza, perchè quello che io ho scritto era un tuo quote e non una mia interpretazione.

        (ti ho anche scritto che con i dovuti distinguo e chiarimente si poteva capire, anche se non condividere, quello che volevi scrivere)[/quote]

        Mi riferivo all’affermazione per la quale “il Pitbull non dovrebbe esistere”: questa frase caro MrDoc io non l’ho mai detta!
        E il gioco di facili quanto inutili sillogismi tipo [color=#880088]Francesco fischia, tutti i treni fischiano, quindi Francesco è un treno[/color]con me non funziona….

        e poi…cosa è “il pitbull”???? Sappiamo benissimo che non esiste “il pitbull”, anzi esiste solo nelle fantasie di qualche bontempone che attraverso una sineddoche tra le più diffuse esprime una categoria di cani che richiamano certe caratteristiche.

        Siamo tutti consapevoli che la cinofilia – quella ufficiale – lavora agli standard di razza a tutti i livelli (nazionali e internazionali) con molta attenzione e scrupolo e se, per esempio, l’American Pit Bull Terrier (non quindi “IL PITBULL” non è stato ancora riconosciuto come standard né dalla FCI né dall’ENCI, credo che qualche motivo ci sarà. Discutiamone pure, d’accordo, ma non facciamo che tutti alla FCI o all’ENCI son scemi e non capiscono niente…..
        Altri Terrier di tipo Bull al contrario sono invece riconosciuti: il Bull Terrier inglese, il Bull Terrier inglese miniatura, lo Staffordshire Bull Terrier e l’American Staffordshire Terrier.

        Allora, di cosa vogliamo parlare???
        Stavolta faccio io il giochino del sillogismo: se la Cinofilia è la FCI (ed in Italia l’ENCI) e se quest’ultima NON ha ancora riconosciuto, per esempio, l’American Pit Bull Terrier, ALLORA questo cane non è “di razza” e – per me – non è da “cinofilo” parlarne come se lo fosse. Possiamo (e lo faccio molto volentieri, credimi) dissertare, confrontarci seguire l’evoluzione delle attività dell’UKC (United Kennel Club) e della ADBA (American Dog Breeders Association), ma non possiamo ignorare che si tratta di un “meticcio” orientato fin che si vuole a ottenere lo status di “razza” ma allo stato attuale ancora non ce l’ha. Quindi da cinofilo mi devo aspettare anche che non lo ottenga mai, e tra i motivi potrebbe esserci la presa di coscienza del mondo cinofilo “ufficiale” che non è il caso di annoverarlo tra le razze ufficiali, magari per motivi da te non condivisi, e per questo ti rispetto, ma magari le motivazioni rispondono a “regole” universalmente condivise.

        Secondo statistiche svizzere* “i cani di tipo pitbull attaccano l’uomo e altri animali con maggior frequenza di ogni altra razza. Ovviamente rapportando il numero di attacchi alla popolazione di pitbull”.
        Questa è una sufficiente motivazione per alcuni per “eliminare” il progetto di creare una razza del genere; per altri – che godono di tutta la mia stima e approvazione – è l’occasione per lavorare affinché si possa ottenere delle linee di sangue assolutamente opposte a quelle osservate nelle statistiche di cui sopra.

        Quindi, lo dico con simpatia, facciamola finita con questo gioco per cui io dico che “meticcio=no cinofilo” per il fatto che per me “cinofilo” è ciò che una “comunità un po’ più ampia del nostro forum” quale la FCI o l’ENCI definisce tale, e qualcun altro parte in quarta tentando di mettermi in bocca affermazioni totalmente diverse tipo “le razze nascono da incroci”. MA CHI LO NEGA????

        Ma il punto è proprio questo: lasciamo fare il lavoro degli “incroci” a chi lo sa fare o a chi lo fa per mestiere e poi aspettiamo il giudizio di chi deve giudicare….
        Altrimenti facciamo come quelli che – credendosi tuttologi – si improvvisano oggi idraulici, domani professori e dopodomani medici….

        Quindi capisco che questo è un forum e tutti, io per primo, esprimiamo pareri o giudizi: mi sta bene.
        Ma per rispetto di quello che è stato nella storia il percorso che ha portato a certi risultati nella FCI o nell’ENCI (in Italia), facciamo un passo indietro e informiamoci prima di parlare.

        * Fonte: http://www.news.admin.ch/NSBSubscriber/message/attachments/19898.pdf%5B/size%5D

        #5288

        Anonimo

          Allora, non quoto più così Espada è contento….
          Non contrappongo più…..

          Vedo quindi di riassumere le considerazioni a conclusione della lettura dei vari post (con la speranza di essere compreso per quello che scrivo e non per quello da altri attribuitomi).

          1. Tutti i meticci oggi esistenti sulla faccia della terra sono animali (canidi) che meritano lo stesso identico rispetto umano e affettivo di qualsiasi altro cane.
          2. Non sostengo la teoria dell’eliminazione di massa dei cani “non di razza”, né dei randagi, né di alcuna altra creatura animale (a parte le fottutissime zanzare!!)
          3. Dovrebbero essere a tal proposito perfezionate e migliorate (finanziate quindi) le strutture che si occupano (anime sante!!!!) di tutti i cani di cui sopra. Inoltre sempre queste strutture dovrebbero occuparsi in modo molto più serio del “collocamento”/adozione dei cani di cui sopra
          ——————————–
          Fin qui, se permettete, nulla di cinofilo, ma semplicemente di “buon senso” e di “carità” animale (peraltro è applicabile anche ai gatti, volatili, ecc.)

          Ciò detto:
          4. E’ da promuovere, diffondere e sostenere una “cultura cinofila”; ovvero una serie di conoscenze, abitudini e regole volte a far sì che nel tempo per “cane” si intenda soltanto quello che oggi definiamo “cane di razza”, dove per “razza” si fa riferimento a quelle riconosciute da organismi preposti (e non da improvvisati praticoni).
          5. Ne consegue che chiunque voglia un cane dovrà necessariamente rivolgersi a chi i “cani” (di razza) li seleziona e li fa riprodurre, ovvero gli “Allevatori”, i quali dovranno essere iper-controllati quasi come una “zecca di stato” con sanzioni e pene pesantissime in caso di trasgressioni.
          6. Il fenomeno dell’abbandono che porta spesso al fenomeno del “randagismo” (che sono convinto diminuirà fisiologicamente) dovrà continuare ad essere pesantemente contrastato
          7. Allo stesso modo si dovrà introdurre il “divieto assoluto” di far riprodurre cani al di fuori dei contesti di Allevamento, quindi “di razza”.
          8. Siamo in Italia, quindi ogni divieto di questo tipo dovrà essere accompagnato da sanzioni pesantissime: sono certo che a molti “cuggini cagnari di campagna” verrà più spontaneo spegnere i bollenti spiriti dei loro stalloni non castrati!

          Questo, IL MIO PENSIERO.

          Ora (chi ha voglia) vada a rileggersi i miei precedenti post. Regalo 100 euro a chiunque trovi qualcosa nei miei precedenti scritti che non sia espressione paritetica di questo “decalogo” (anche se sono solo 8 punti).

          #5291

          espada
          Utente
            • @espada

            100 euro? Ti sei messo una taglia sulla testa da solo!
            :-D
            a parte le battute, sul punto 5. forse vale la pena fare un 5bis per i volenterosi che prendono (magari in affidamento) cuccioli di “razze in costruzione” al fine di consentire una piu` ampia osservazione?
            ciao, grazie

            #5292

            Anonimo

              100 euro? Ti sei messo una taglia sulla testa da solo!
              :-D
              a parte le battute, sul punto 5. forse vale la pena fare un 5bis per i volenterosi che prendono (magari in affidamento) cuccioli di “razze in costruzione” al fine di consentire una piu` ampia osservazione?
              ciao, grazie

              Molto interessante!! Sarebbe un’idea buona! Anche se credo di difficile attuazione…. Ma molto interessante!

              #5293

              espada
              Utente
                • @espada

                conosco un tentativo di razza che stanno perseguendo in questo modo, pero` non la citerei qui perché non vorrei si aprisse una discussione in loro assenza… Molti di noi sanno qual’é, ti mando in privato le info a riguardo!
                porto i vitelli all’area-cani, buona serata

                #5296

                Anonimo

                  e poi…cosa è “il pitbull”???? Sappiamo benissimo che non esiste “il pitbull”, anzi esiste solo nelle fantasie di qualche bontempone che attraverso una sineddoche tra le più diffuse esprime una categoria di cani che richiamano certe caratteristiche.

                  Siamo tutti consapevoli che la cinofilia – quella ufficiale – lavora agli standard di razza a tutti i livelli (nazionali e internazionali) con molta attenzione e scrupolo e se, per esempio, l’American Pit Bull Terrier (non quindi “IL PITBULL” non è stato ancora riconosciuto come standard né dalla FCI né dall’ENCI, credo che qualche motivo ci sarà. Discutiamone pure, d’accordo, ma non facciamo che tutti alla FCI o all’ENCI son scemi e non capiscono niente…..

                  Punto uno non ho capito se tu consideri meticcio o “di razza” L’ APBT (per essere giustamente precisi)?

                  In secondo luogo l’ ADBA e l’ UKC che riconoscono (seppur con standard diversi) entrambe l’ APBT non saranno “scemi a loro volta” e non sono “quattro gatti” :lol: .

                  Allora questi poveri APBT che per l’ ENCI sono meticci e per l’ ADBA e l’UKC sono di razza come si mettono.
                  Il concetto di fondo è che parlare di meticci e di razza ha veramente scarso senso scarso senso; è una pura convenzione.

                  #5298

                  Anonimo

                    e poi…cosa è “il pitbull”???? Sappiamo benissimo che non esiste “il pitbull”, anzi esiste solo nelle fantasie di qualche bontempone che attraverso una sineddoche tra le più diffuse esprime una categoria di cani che richiamano certe caratteristiche.

                    Siamo tutti consapevoli che la cinofilia – quella ufficiale – lavora agli standard di razza a tutti i livelli (nazionali e internazionali) con molta attenzione e scrupolo e se, per esempio, l’American Pit Bull Terrier (non quindi “IL PITBULL” non è stato ancora riconosciuto come standard né dalla FCI né dall’ENCI, credo che qualche motivo ci sarà. Discutiamone pure, d’accordo, ma non facciamo che tutti alla FCI o all’ENCI son scemi e non capiscono niente…..

                    Punto uno non ho capito se tu consideri meticcio o “di razza” L’ APBT (per essere giustamente precisi)?

                    In secondo luogo l’ ADBA e l’ UKC che riconoscono (seppur con standard diversi) entrambe l’ APBT non saranno “scemi a loro volta” e non sono “quattro gatti” :lol: .

                    Allora questi poveri APBT che per l’ ENCI sono meticci e per l’ ADBA e l’UKC sono di razza come si mettono.
                    Il concetto di fondo è che parlare di meticci e di razza ha veramente scarso senso scarso senso; è una pura convenzione.[/quote]

                    Tanto per cominciare cosa vuol dire che “l’ADBA e l’UKC riconoscono l’APBT”????
                    È come dire che la confraternita del gorgonzola “riconosce” – pensa un po’ – il…..GORGONZOLA!

                    Cerco di spiegarmi meglio, anche a beneficio di chi magari non si districa tra tutte queste sigle.
                    L’ADBA o l’UKC non sono equiparabili a enti tipo l’ENCI in Italia il cui corrispettivo – per la cronaca – in America si chiama AKC (American Kennel Club). Nè tanto meno alla FCI ente sovranazionale…
                    Anzi (come potremmo spiegare in apposito altro topic) questi Club (cosí vanno definiti) sono nati proprio per questioni polemiche con l’AKC.
                    Quindi, non voglio entrare qui nel merito delle querelle (peraltro da me seguite con interesse) che hanno portato nel corso degli anni al mancato riconoscimento da parte dell’AKC di alcune razze…. Ribadisco solo che se non riconosciute da Enti come FCI qualche motivo ci dovrà pur essere… E non vado oltre.
                    Ho già espresso in altro topic mio parere al riguardo

                    #5300

                    guzzilla
                    Utente
                      • @guzzilla

                      Senza quotare mi limito a prendere atto che tu sembri ritenere che i tecnici specializzati dell’ENCI si siano occupati della selezione canina dalla preistoria ad oggi senza delegare nulla a madre natura o al contadino o pastore o semplice appassionato di turno. Dopodichè lascio a ciascuno i suoi passatempi. Il tuo a me pare essere quello di aprire topic esplicitamente provocatori al fine di mettersi nella posizione del cavaliere solitario che da solo si erge a difesa della ragionevolezza contro le orde barbariche del qualunquismo e dell’ignoranza.

                      #5305

                      Anonimo

                        Senza quotare mi limito a prendere atto che tu sembri ritenere che i tecnici specializzati dell’ENCI si siano occupati della selezione canina dalla preistoria ad oggi senza delegare nulla a madre natura o al contadino o pastore o semplice appassionato di turno. Dopodichè lascio a ciascuno i suoi passatempi. Il tuo a me pare essere quello di aprire topic esplicitamente provocatori al fine di mettersi nella posizione del cavaliere solitario che da solo si erge a difesa della ragionevolezza contro le orde barbariche del qualunquismo e dell’ignoranza.

                        Divertente…. :lol:
                        Mi piace l’immagine del Cavaliere SOLITARIO!

                        Qui di provocatorio vedo il tuo di topic, soprattutto quando dici “tu sembri ritenere che i tecnici specializzati dell’ENCI si siano occupati della selezione canina dalla preistoria ad oggi senza delegare nulla a madre natura o al contadino o pastore o semplice appassionato di turno“.

                        E oltre che provocatorio (anche se non si sa cosa o chi provochi…) pare anche qualunquista….
                        In primo luogo perché non è mai stato scritto che i “tecnici dell’ENCI” si siano occupati della selezione canina dalla preistoria ad oggi; ma io parlavo dell’OGGI! E quanto a Madre Natura (o ad altri “attori” più o meno protagonisti in questa “avventura” che è la Cinofilia Ufficiale (e non la generica romantica “Filìa” per il “Canis”), beh… è evidente che ce ne sono stati, ce ne sono e ce ne saranno sempre, magari cambieranno aspetto, veste e metodologia…

                        Ma….. E QUINDI???????

                        Credo che di passatempi non si possa parlare…. Almeno non attribuirmene, perché credimi, per me non lo è!
                        Poi se apro “topic provocatori” lo faccio perché mi piace farlo e so farlo, credo con stile e peraltro noto che sono (mi smentisca l’Admin…) molto seguiti, forse le statistiche potrebbero dirci che sono i più seguiti….
                        Di sicuro comunque, ti voglio rassicurare, c’è che non voglio assolutamente ergermi a difesa della “ragionevolezza”: sono infatti convinto sostenitore della Follìa di erasmiana memoria.
                        E, per inciso, a me le orde barbariche stanno pire simpatiche!

                        Quindi caro guzzilla…. mi sa che hai tappato “dibbrutto”…come si dice a Roma.
                        Però – se ti va – sono disponibilissimo a conoscerci meglio per mostrarti il mondo da un’altra angolazione. :side:

                        P.S. Di dove sei? Che cane hai?

                        #5309

                        guzzilla
                        Utente
                          • @guzzilla

                          “tappato”? non conoscevo questo termine… Conoscevo “toppare”. Tipo: toppare scrivendo “tappare” :evil:
                          Comunque sono di Brescia e ho un Cane Corso. Ora mi vedo costretto ad abbandonare il topic, onde non incrementare il seguito dei tuoi “stilosi” interventi.
                          Adios

                          #5310

                          Anonimo

                            ”tappato”? non conoscevo questo termine… Conoscevo “toppare”. Tipo: toppare scrivendo “tappare” :evil:
                            Comunque sono di Brescia e ho un Cane Corso. Ora mi vedo costretto ad abbandonare il topic, onde non incrementare il seguito dei tuoi “stilosi” interventi.
                            Adios

                            Ops… Errore di “battitura” (o correttore ortografico..) volevo scrivere in effetti “toppare” e non “tappare”.

                            Mi spiace per il tuo abbandono…. Sopravviverò…. :dry:

                            #5317

                            Anonimo

                              Cerco di spiegarmi meglio, anche a beneficio di chi magari non si districa tra tutte queste sigle.
                              L’ADBA o l’UKC non sono equiparabili a enti tipo l’ENCI in Italia il cui corrispettivo – per la cronaca – in America si chiama AKC (American Kennel Club). Nè tanto meno alla FCI ente sovranazionale…
                              Anzi (come potremmo spiegare in apposito altro topic) questi Club (cosí vanno definiti) sono nati proprio per questioni polemiche con l’AKC….

                              … Ribadisco solo che se non riconosciute da Enti come FCI qualche motivo ci dovrà pur essere… E non vado oltre.

                              Allora , anche se eviti accuratamente di rispondere direttamente alla mia domanda fatta sopra (se l’APBT per te è di razza o meticcio), non posso che dedurre che l’ APBT è meticcio, e che quindi da un punto di vista cinofilo non dovrebbe esistere e non se ne dovrebbbe parlare…
                              …che visione parziale… :dry:

                              Aggiungo che ritengo tu possa essere contento, perchè leggendo certe cose mi viene meno persino la voglia di ribattere. Discutere su concezioni così da paraocchi (“se l’ ENCI-FCI ha fatto così avranno delle buone ragioni”) diventa solo vacuo.

                              #5322

                              Anonimo

                                Cerco di spiegarmi meglio, anche a beneficio di chi magari non si districa tra tutte queste sigle.
                                L’ADBA o l’UKC non sono equiparabili a enti tipo l’ENCI in Italia il cui corrispettivo – per la cronaca – in America si chiama AKC (American Kennel Club). Nè tanto meno alla FCI ente sovranazionale…
                                Anzi (come potremmo spiegare in apposito altro topic) questi Club (cosí vanno definiti) sono nati proprio per questioni polemiche con l’AKC….

                                … Ribadisco solo che se non riconosciute da Enti come FCI qualche motivo ci dovrà pur essere… E non vado oltre.

                                Allora , anche se eviti accuratamente di rispondere direttamente alla mia domanda fatta sopra (se l’APBT per te è di razza o meticcio), non posso che dedurre che l’ APBT è meticcio, e che quindi da un punto di vista cinofilo non dovrebbe esistere e non se ne dovrebbbe parlare…
                                …che visione parziale… :dry:

                                Aggiungo che ritengo tu possa essere contento, perchè leggendo certe cose mi viene meno persino la voglia di ribattere. Discutere su concezioni così da paraocchi (“se l’ ENCI-FCI ha fatto così avranno delle buone ragioni”) diventa solo vacuo.[/quote]

                                Perché vuoi sembrare agli occhi di chi ci legge impreciso (se non in malafede?)
                                Perché lo dico?
                                Perchè se mi leggessi bene ti accorgeresti che al contrario di quello che vuoi far credere io sono molto interessato al dibattito

                                Quindi, non voglio entrare qui nel merito delle querelle (peraltro da me seguite con interesse) che hanno portato nel corso degli anni al mancato riconoscimento da parte dell’AKC di alcune razze….

                                Quindi – lo chiedo per cortesia – non attribuirmi più frasi tipo

                                non posso che dedurre che l’ APBT è meticcio, e che quindi da un punto di vista cinofilo non dovrebbe esistere e non se ne dovrebbbe parlare…
                                …che visione parziale… :dry:

                                perché altrimenti veramente dubito della tua capacità di comprensione…

                                Lo ribadisco ancora una volta, così magari soddisfo anche la tua richiesta e rispondo alla vecchia domanda: l’APBT non è una razza riconosciuta dalla FCI (lasciamo per un attimo stare l’ENCI…). OK?
                                Bene, poiché la FCI è l’organismo più autorevole e più importante del mondo cinofilo a livello mondiale e la sua “Standards and Scientific Commissions” scrive le caratteristiche morfologico/caratteriali di ciascuna delle oltre 300 razze, permetterai che le si riconosca un minimo di attendibilità? Almeno quanta ne avrebbe secondo te l’ADBA o la UKC?
                                Riconosciamo tutti – anche la FCI – che le suddette ADBA e UKC sono i migliori conoscitori della “candidata” razza APBT, ma quando prima scrivevo “se non riconosciute da Enti come FCI qualche motivo ci dovrà pur essere…” non intendevo in alcun modo “esserne contento” (e perché mai?), ma al contrario penso di rappresentare (o quanto meno di sentirmi tra) coloro che ritengono sia giusto che si compiano tutti i passi necessari per raggiungere (se va raggiunto) lo scopo di veder riconosciuta una razza.
                                Hai idea di quanto tempo ci si è messo per riconoscere ciascuna delle oltre 300 razze? Alcune in particolare?
                                Hai idea di quali aspetti (non solo quelli che certa propaganda vuol far passare) vengono vagliati dalla “Standards and Scientific Commissions”?

                                Concludendo (e leggimi bene): formalmente ritengo (non potrei e nessuno potrebbe altrimenti) l’APBT un cane meticcio di razza non riconosciuta dalla FCI.
                                Significa che non riconosco le qualità di questo magnifico animale? Ma nemmeno per sogno!
                                Significa che “non ne dovremmo parlare”? Ma neanche per idea….

                                Continuo infatti a ricordare che parlavo di “meticci=cani che non dovrebbero esistere (esclusi i presenti viventi)” solo riferendomi a quelli che nascono o per caso o per intervento di qualche praticone. E l’ADBA non l’annovero proprio tra i “praticoni”.

                                Semmai, ma ritengo sia opportuno spostarsi su altra sezione più adatta, potrebbe essere interessante discutere e confrontarsi sulle diverse e contrapposte motivazioni che vorrebbero o meno riconosciuto lo standard di razza APBT (ma anche di tanti altri…).

                                #5335

                                sivy77
                                Utente
                                  • @sivy77

                                  Cesarway vorrei capire cosa ne pensi del Pedigree Dogs Exposed ed in particolar modo di quello che riguarda il Rhodesian Ridgeback

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 93 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni