Razze di cani con più problemi di salute

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia Razze di cani con più problemi di salute

Questo argomento contiene 38 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da  rita 2 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 39 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #131201

    dino0977
    Utente
    • Località: Cosenza
    • Genere: Maschio
      • @dino0977

      Certo sicuramente, ma un’allevatore che seleziona in odo corretto non dovrebbe far riprodurre cani cardiopatici, o comunque cani con problemi di salute.
      Il discorso è quello di prima, se io seleziono in modo corretto non posso accoppiare un cane cardiopatico poichè non potrebbe mai svolgere il suo lavoro.
      Il problema è che purtroppo ormai si seleziona solo in base all’estetica.
      Ad esempio io conosco la genealogia dei miei cani, so quello che c’è scritto sul pedigree, so anche quello che sul pedigree non c’è scritto, ma conosco bene l’allevatore ed i suoi cani.
      E’ chiaro che è un ”lavoro” difficile però purtroppo se non si vuole acquistare a scatola chiusa bisogna per forza informarsi bene, altrimenti le sorprese sono all’ordine del giorno.

      #131203

      rita
      Utente
        • @rita

        Ok Dino, allora se io credo che solo attraverso la correttezza reciproca si possono ottenere rassicurazioni che vanno oltre un mero pedigree, coppe, coccarde o sentito dire, non sbaglio.
        Grazie della pazienza nei miei confronti.

        #131206

        boxerina77
        Utente
          • @boxerina77

          Concordo in toto con Eleonor S., i certificati di esenzione delle principali malattie ereditarie della razza, tipo oculopatia, patella per i bouledogue, ecocardio, displasia all’anca per molossi, Labrador, pastori tedeschi, Etc. Inoltre un bravo e serio allevatore è sempre disponibile anche dopo, ti segue se hai problemi, alleva poche cucciolate all’anno e non utilizza consanguinei. Poi dipende da che cane cerchi, quelli da lavoro hanno una selezione a se, quelli da compagnia beh, li la bellezza oltre alla salute diventa importante se partecipano ad Expo. Io ho rischiato di incappare in un sedicente allevatore che voleva vendermi un boule con tanto di pedigree ( e da lì mi sono accorta delle problematiche) che aveva i genitori fratellastri e la mamma era già un imbreeding…ho lasciato lì la caparra. Poi finalmente ho trovato persone serie, non è giusto generalizzare. Io ho avuto boxer per anni, allevati da una persona competente, mai consanguinei, pochissime cucciolate, persi entrambi per mastocitoma, come tutti sanno i boxer sono i cani più colpiti dai tumori, ma per questo non posso incolpare nessuno, se non la selezione del cane di razza in se da generazioni, non l’allenatore di persona.

          #131211

          dino0977
          Utente
          • Località: Cosenza
          • Genere: Maschio
            • @dino0977

            Alla base di tutto deve esserci la correttezza, senza quella non si va da nessuna parte, le coccarde e le coppe possono avere un senso, o meglio, dovrebbero avere un senso se le expò sono, oppure fossero fatte nel modo corretto, ossia una verifica zootecnica di allevamento.
            Il cane che vince o che dovrebbe vincere è il più bello, o dovrebbe essere il più bello, in quanto più corretto morfologicamente perchè privo di tare genetiche di malattie e dunque più adatto alla sua funzione.

            #131244

            haze
            Utente
              • @haze

              Dino ha saputo spiegare meglio di quanto avrei potuto fare io.
              Per quanto mi riguarda, ho sempre considerato un pedigree alla stregua di geroglifici: una persona “qualunque” guarda i geroglifici su un templio egizio e vede delle figurine, magari certe figurine gli dicono qualcosa, ma continua a vedere solo delle figurine; un egittologo, lui vede le figurine ma va oltre, vede anche una scritta o comunque un concetto; le figurine nella sua mente si trasformano in parole e frasi e puo’ leggere il messaggio che é stato lasciato.
              Un pedigree é la stessa cosa: una persona “qualunque” (che non conosce approfonditamente la razza) guarda un pedigree e vede tanti nomi, anzi a volte vede solo delle parole, perché se la lingua é molto diversa dalla sua spesso non capirà neanche qual’é il nome del cane e qual é l’affisso. Una persona che si é studiata la razza e le sue linee, vede tanti nomi che, pero’, nella sua testa si trasformano in informazioni: sa immediatamente chi é quel cane, cosa ha fatto, com’era fisicamente, com’era caratterialmente, chi era il proprietario, quanti figli ha dato, cosa é uscito fuori dai vari accoppiamenti e cosa potrà uscire fuori dall’accoppiamento tra il cane “padrone” del pedigree ed un altro.
              Per questo penso che studiare le linee di sangue sia la base per capire una razza e scegliere il cane giusto.
              Siamo anche in un’epoca di telecomunicazioni per cui, con un po di volontà, si possono trovare dei database, chi più chi meno, completi.
              Poi ovviamente i cani andrebbero visti dal vivo.
              Io sul mio pc ho una cartella da 200 Gb solo di foto di Beauceron (suddivisa in mini cartelle “maschi” “femmine” ecc, ogni foto é salvata con nome del cane.
              E’ una piccola follia personale che mi aiuta a seguire la selezione, incrociando le foto di padri, figli, figlie, cugini (di cui conosco i pedigree) riesco a farmi un’idea di cosa esce da certi accoppiamenti.
              Ho anche dei quadernetti in cui annoto tutte le informazioni che posso avere su ogni cane (se lavora, se fa expo, se ha test di carattere, piccole info personali datemi dal proprietario, o allevatore, “voci di corridoio” ecc).
              Ci ho messo tutto l’impegno possibile e spesso riesco, da una semplice foto, ad indovinare da quale allevamento proviene un cane, o di chi é figlio (spesso non sempre).

              #131271

              lori
              Moderatore
                • @lori

                Non dimentichiamo che, anche nell’allevamento serio e consapevole, c’è una ricerca dell’ipertipicità che ha modificato molte razze e non sempre in meglio.
                Come esempio vi posto la canna nasale di questo chihuahua

                Attachments:
                #131272

                rita
                Utente
                  • @rita

                  Lori non conosco assolutamente la razza ma “a naso” :huh: mi sembra un muso un po troppo “incassato” :whistle:

                  #131273

                  rita
                  Utente
                    • @rita

                    Haze il tuo è un lavoro veramente certosino. Complimenti. :cheer:

                    No, lo ammetto io non ho fatto il check-up all’allevatore :sick: e traendo le conclusioni mi merito il cane che ho.

                    Ma attenzione, giù le mani dal mio “sfigatello”. :evil:

                    #131275

                    maurizio-r
                    Utente
                      • @maurizio-r

                      Per esperienza sul pastore tedesco,essendo stato per anni un cane alla moda ,gli allevatori hanno incrociato di tutto pur di venderli,molti presentano gli stessi sintomi alle anche e gomiti,hanno stomaco delicato ecc….discorso pedigree, il mio doveva essere un cane perfetto…..infatti sapete la fine che ha fatto

                      #131276

                      ela
                      Moderatore
                      • Località: Pavia
                      • Genere: Femmina
                        • @ela

                        Io sono una dei matti che ha scelto di acquistare un Carlino in un periodo in cui va molto di moda.
                        Al di là dell’allevamento serio e dei pedigree (che sono tra i più falsificati in queste razze) mi sono documentata e ci ho messo parecchio tempo prima di trovare il cucciolo giusto.
                        In razze come carlino, bulldog e frenchy non c’è solo il problema del muso schiacciato, ma anche dell’obesità con conseguenti problemi cardiaci. I cuccioli sono già obesi in modo sconvolgente a 2 mesi, perchè sono più “teneri” e si vendono meglio.

                        Quando abbiamo preso con noi Dana abbiamo messo tempo a trovare un cucciolo “magro” con pieghe nasali poco pronunciate e narici ben dilatate, le abbiamo fatto subito radiografie e controlli su trachea, cuore e polmoni. Questa non è certo una garanzia di salute futura, ma abbiamo un cucciolo sano che corre e gioca tutto il giorno senza avere problemi respiratori (almeno da giovane).

                        #131285

                        boxerina77
                        Utente
                          • @boxerina77

                          E io una matta innamorata del bouledogue francese, anche io come Ela ho visto più allevatori, cercato un cucciolo il più sano possibile, genitori esenti Etc…lui respira bene, è super atletico anche se è molto delicato di stomaco e intestino…insomma, tutto non si può avere con il cane di razza. La sfiga poi è quando vanno di moda, allora li il problema diventa immenso perché tutti vogliono il cane come quello o quell’altro e a basso prezzo, perché ricordiamoci che anche il fattore prezzo gioca un ruolo importante. Tra spendere 1800/2000 euro per un cucciolo e 800 c’è differenza no? All’apparenza sono uguali, stessa razza…

                          #131294

                          rita
                          Utente
                            • @rita

                            Il mio cane è bello e competitivo e ha vinto coppe e coccarde. Si piazzava pure come un modello ma io non gli avevo insegnato niente.

                            Si produce parecchio cerume alle orecchie ed è necessario pulirle un giorno si e l’altro pure perché il mio vet dice che diversamente diventerebbe terreno fertile per la malassezia.
                            Si le ghiandole pelifere si infiammano formando come delle cistine ma quando sono mature se si spreme un pochino facendo fuoriuscire il sebo, si sgonfiano.
                            Si non può essere vaccinato perché va in choc anafilattico e il mio vet dice che con un’ulteriore episodio potrebbe rimanere in orizzontale. Ma tanto io non lo porto più all’expo, non lo porto all’estero e non lo porto in pensione.
                            Si in alcune zone il colore del manto e la tessitura del pelo si sono modificati ma io sono miope e le mie mani callose.
                            Si ha perso un incisivo superiore permanente, senza una goccina di sangue e nessuna lacerazione gengivale. Giuro che non l’ho preso a randellate in bocca ed anche mio marito ha giurato che non l’ha fatto. Si è sfilato da solo come un grissino nel burro. Il Vet dice che questi denti non hanno radici molto profonde e può succedere. Del resto ne ha tanti altri in bocca!
                            Si lo so la responsabilità è solo mia; alimentato con avanzi, acqua con Ph troppo alcaina, zona collinare, esposizione nord-ovest e correnti ascensionali lo hanno caratterizzato.
                            Si lo so che non l’ho pagato neanche poco ma del resto le rarità hanno un valore intrinseco.

                            #131308

                            rita
                            Utente
                              • @rita

                              Il mio cane è bello e non ha niente che non va.
                              Per fare attività lo portavo spesso dai vet e questi volevano essere pure pagati. Che pretese!
                              In realtà qualcosina gli manca, incredibilmente non ha la famosa e gettonata displasia e c’è scritto pure sul cartellino arancione. Non è cardiopatico e non ha neppure problemi oculari, ci vede e sente benissimo. Il tempo poi confermerà. Pazienza, non si può avere tutto dalla vita.
                              Prima che si invecchi gli farò fare qualche cucciolata, ma tranquilli prezzi modici, giusto per ripagarmi le spese. Mi raccomando però non prendetevi per i capelli per avere un suo cucciolo, c’è ne sarà per tutti.

                              #131416

                              giovannadibob
                              Utente
                                • @giovannadibob

                                Chi alleva seriamente deve per forza chiedere un prezzo più alto di cuccioli provenienti dai paesi dell’est.

                                Qui puntualizzerei un attimo.. l’ affermazione corretta è : di cuccioli provenienti da pseudo allevamenti dei paesi dell’ EST.
                                Gli allevatori seri ci sono anche all’ est e sono in prima linea nella lotta contro queste fabbriche illegali di cuccioli.

                                Poi si crea un clima tale per cui se dici che hai preso il cane in Polonia ti guardano come se fossi un incentivatore del traffico illegale di cuccioli.
                                Ho preso Arwen in un allevamento polacco, riconosciuto FCI ,l’ allevatrice mi ha chiesto di andarla a prendere di persona per conoscerci ed ho visto dove e come erano tenuti i cani e la cucciolata successiva a quella di Arwen.L’ho portata a casa con tutte le vaccinazioni e passati 21 giorni dall’ antirabbica e su mia richiesta l’ allevatrice ha aggiunto il vaccino per la leptospirosi che in Polonia non si fa poichè non è una malattia presente.
                                Però ogni volta che si entra nel discorso,spesso mi lanciano sguardi strani e mi pongono domande poco simpatiche e devo prodigarmi in spiegazioni. Magari personaggi che poi quando chiedi tu dove hanno preso il cane ti dicono : l’ho preso li, senza pedigree perchè al tipo non interessava, i genitori ce l’ hanno ma lui sai è un amatore della razza e non gli interessa fare cani con pedigree :-O e se lo sono portati a casa ad un mese e mezzo di età.

                                E non vi dico quanto mi hanno rotto le scatole all’ ASL veterinaria quando l’ ho portata per la registrazione all’ anagrafe canina, ho dovuto chiedere all’ allevatrice la doc originaria dell’ antirabbica , lei è stata gentilissima ha scritto personalmente e mandando anche documentazione da cui risultava l’ affiliazione FCI dell’ allevamento e si sono calmati.

                                #131422

                                rita
                                Utente
                                  • @rita

                                  La questione dell’anagrafe canina è un po articolata. In Italia abbiamo l’obbligo di iscrivere tutti i cani di razza e non. Al di fuori del nostro territorio non sempre è istituita.
                                  Al n. del chip corrisponde il nome del proprietario. Se avviene una negoziazione dobbiamo necessariamente fare il passaggio di proprietà.
                                  Cioè l’allevatore dovrebbe già aver provveduto nei tempi previsti far inserire il chip intestando il o i cuccioli a suo nome e riceverà il modulo cartaceo individuale dall’ufficio preposto anagrafe canina (Comuni, ASL o Vet privato abilitato) che attesta l’avvenuto inoculo chip e il relativo n. (di 15 cifre mi pare) corrispondente ad una persona fisica e già predisposto per passaggi di proprietà. Quando l’allevatore cede un cucciolo, entro 15 gg. dovrà comunicarlo all’Ufficio preposto anagrafe canina e contestualmente consegnare il modulo con la sua firma di cessione al nuovo proprietario che a sua volta dovrà recarsi all’anagrafe canina con copia di tale certificato e apporre la sua per accettazione. E’ come dire per esempio: che l’anagrafe canina che fa capo all’allevatore XX di Milano avrà notizia che il cucciolo non è più di proprietà di XX ma del Sig. YY di Napoli che a sua volta consegnerà il certificato all’anagrafe di Napoli la quale lo inserirà. Il data base dovrebbe essere cosi aggiornato.
                                  Iscrizione Anagrafe canina (chip) e iscrizione ENCI (pedigree-ROI/RSR ) sono due cose diverse e seppur complementari hanno finalità diverse.
                                  Quando tra Stati non esistono stesse normative si genera il caos.
                                  Scusate se non mi sono spiegata ma non so fare di meglio.

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 39 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni