Condroprotettori e antinfiammatori naturali per cani con patologie ortopediche e neurologiche

Forum Gestione del cane Problemi di Salute Condroprotettori e antinfiammatori naturali per cani con patologie ortopediche e neurologiche

Questo argomento contiene 909 risposte, ha 107 partecipanti, ed è stato aggiornato da  sio 1 mese, 2 settimane fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 910 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #31187

    Anonimo
      #35121

      espada
      Utente
        • @espada

        60 compresse da 450mg €30,00

        ogni compressa contiene:

        glucosamina solfato (300 mg)
        condroitinsolfato (200 mg)
        vitamina c (60 mg)
        collagene (50 mg)
        biossido di silicio

        personalmente ritengo interessante l’integrazione di vitamina C

        il prezzo però mi sembra un filino alto, anche perchè non sono riuscito a capire la qualità dei GAGS impiegati

        #35343

        Anonimo

          questo articolo sull’uso dei condroprotettori nell’uomo, mi ha messo la curiosità di sapere in che modo funzionino sui cani…

          http://www.medicitalia.it/michelemassaro/news/3312/La-condroprotezione-quanto-c-e-di-reale

          #35351

          espada
          Utente
            • @espada

            ti ringrazio per questo link… pensa che a me la prima persona che suggerì un condroprotettore era una signora che soffriva di artrite reumatoide!
            lei usava due distinti prodotti: uno per la reintegrazione dei tessuti cartilaginei ed uno per sopportare il dolore… siccome non è che le avanzassero soldi da buttare, mi misi alla ricerca di un prodotto conveniente per lei… e dopo aver setacciato ben bene, trovai il BOSART

            :cheer:

            (comunque lei usava anche il cortisone, non le bastavano questi integratori naturali)

            #37543

            Daniele
            Utente
              • @messico

              Ciao a tutti, tra qualche giorno il mio cucciolo di labrador Jack verra’ sottoposto ad un operazione di pulizia articolare in artroscopia ed una osteotomia ulnare per eliminare una grave displasia al gomito di tipo FCP. Da qui’ dovro’ iniziare la somministrazione di condroprotettori e (forse) analgesici naturali (es. acido boswellico). Le soluzioni sono divrese ed Espada mi ha consigliato 2 diverse strade da percorrere:

              per un’azione completa l’ideale è combinare (eventualmente alternandoli 2 alla volta su cicli di 10-15 giorni):
              – condroprotettori
              omega3
              – vitamina C

              le migliori opzioni per un cane che ha già dolore come il tuo, a mio avviso, sono:

              Bosart + un integratore a scelta di omega3 + C-Tard
              oppure
              Artikrill + C-Tard

              se scegli la prima combinazione, puoi alternare
              15 giorni Bosart (2 compresse x 2 volte al giorno) + C-Tard (1 capsula x 2 volte al giorno)
              15 giorni Bosart (2 compresse x 2 volte al giorno) + integratore omega3 (1 perla x 2 volte al giorno)

              vantaggi: hai l’acido Boswellico che è un analgesico naturale e il metilsulfenilmetano che arricchisce l’azione condroprotettiva
              svantaggi: 3 prodotti da alternare

              se scegli la seconda combinazione, puoi somministrare direttamente
              2 perle di Artikrill x 2 volte al giorno + 1 capsule C-Tard x 2 volte al giorno

              questa combinazione ha meno condroprotettori, però ha omega3 di altissimo profilo…

              Sono sicuramente d’accordo sui condroprotettori e vit. C, tuttavia l’utilizzo di analgesici (anche se naturali) ho paura porti ad uno sforzo eccessivo del cucciolo convalescente che, al contrario, dovro’ un po’ contenere. Aggiungo che in lui ancora non si nota sofferenza e la camminata e’ sciolta e senza zoppia.

              #37563

              Anonimo

                Ciao messico, mi spiace tanto per jack :-(

                condivido il consiglio di espada;
                la vitamina C è in grado di limitare lo sviluppo di malattie ortopediche, tra cui anche la displasia perchè è un attore importante nella produzione del collagene. (c’è un vecchio studio sui pastori tedeschi in cui alle mamme diedero 2/4 gr di vit C e ai cuccioli prima 500mg e poi 1,5 gr dal 4 mese ai 2 anni. Nessuno dei cani fu affetto da displasia dell’anca. Tuttavia il dott. strombeck ricorda che un eccesso di vit C nei cuccioli che devono sviluppare, aumenta la calcemia e ritarda lo sviluppo delle cartilagini, interferendo con il riassorbimento osseo. Pertanto, contrariamente a quanto si potesse pensare, essendo una vit. idrosolubile, il mangime per i cuccioli non deve contenere quantità eccessive di vit C. (per cui se jack è cucciolo parlane prima con il veterinario o somministragli solo 500mg prima dei 4 mesi)
                Uno studio recente ha dimostrato che la vit c migliora sensibilmente lo stato di salute dei cani affeti da artrite croniche, tuttavia strombeck avverte che non è ancora stato effettuato alcuno studio circa la possibilità di curare la displasia dell’anca con la vit.C.

                infine due parole sugli acidi grassi polinsaturi; non so quanto possano essere utili nel tuo problema, perchè io li ho studiati per le patologie intestinali tuttavia se decidi di darli al cane, assicurati di averne una buona quantità; uno studio recente dimostra buoni risultati con un rapporto omega6/3 di 5/10:1. Se somministri molti grassi polinsaturi tieni presente che si può causare una infiammazione intestinale, perchè l’olio di pesce riduce la concentrazione mucosale di prostaglandine; per ovviare a ciò devi fornire antiossidanti attraverso la dieta; mi raccomando di dare una buona quantità di vit E, che tra le altre cose, deve svolgere la sua funzione antiossidante.
                (mi raccomando nella forma più biodisponibile: d-alpha-tocoferolo).

                per i calcoli devi togliere le sostanze già contenute nei mangimi o rischi di andare in sovradosaggio; anzi se il tuo mangime contiene una buona qta di vit E ed omega3/6 non devi fare nulla, altrimenti puoi parlarne col vet per vedere se integrare…

                ti abbraccio

                #37619

                Daniele
                Utente
                  • @messico

                  Da qualche parte devo partire nei conti, partiamo con le crocche che ha usato sino ad ora: Monge Superpremium Maxi puppy.

                  Vitamine:
                  vitamina A (come acetato di retinile) 25.700 UI/kg,
                  Vitamina D3 (come colecalciferolo) 1.700 UI/kg,
                  Vitamina E 192 mg/kg, da integrare???
                  Vitamina C 64 mg/kg, quantita’ irrisoria, da integrare
                  Pantotenato di Calcio 21,90 mg/kg,
                  Colina Cloruro 200 mg/kg,

                  Omega 6 2,76%
                  Omega 3 0,59% integro?
                  Rapporto 1:4.7

                  Solfato di Condroitina 55 mg/kg, quantita’ irrisoria, da integrare
                  Metilsulfonilmetano 80 mg/kg,
                  Glucosamina 80 mg/kg, quantita’ irrisoria, da integrare
                  L-Carnitina 95 mg/kg.

                  uno studio recente dimostra buoni risultati con un rapporto omega6/3 di 5/10:1.

                  E’ un dato assodato o c’e’ una discussione che deve ancora terminre?
                  Guardando i prodotti sul mercato ho trovato rapporti diversi (1:2, 1:3) che richiederebbero un integrazione di un paio di g al giorno do omega3

                  #37629

                  espada
                  Utente
                    • @espada

                    uno studio recente dimostra buoni risultati con un rapporto omega6/3 di 5/10:1.

                    E’ un dato assodato o c’e’ una discussione che deve ancora terminre?
                    Guardando i prodotti sul mercato ho trovato rapporti diversi (1:2, 1:3) che richiederebbero un integrazione di un paio di g al giorno do omega3…[/quote]

                    non esattamente… la maggior parte dei prodotti che utilizziamo, ha una maggior quantità di omega3, rispetto alla proporzione indicata!

                    cioè, omega6/omega3 = generalmente vicina a 3/1 anzichè a 5/1 – 10/1

                    #37631

                    Admin
                    Admin
                    • Genere: Maschio
                      • @admin

                      siccome il topic era già lunghissimo e più d’uno m’ha detto che faticava a confrontare i prodotti, ho sganciato questo approfondimento dalla discussione nella quale si era originato:

                      https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/10-problemi-di-salute/635-condroprotettori-per-cani-quali-scegliere?

                      #37634

                      Daniele
                      Utente
                        • @messico

                        Scusa ma mi sfugge qualcosa…

                        1- Qual’e’ l’obiettivo da raggiungere nel rapporto Omega6/Omega3 per un cane con problemi articolari?? Anche io ho visto che il 3:1 e’ il piu’ gettonato…
                        2- Assunto come obiettivo il rapporto 6:1. Perche’, se io mi trovo gia’ 4.5:1, dovrei integrare Omega3 allontanandomi dal target?

                        Addirittura nei prodotti per cani don problemi articolari il rapporto si avvicina a 2:1, Forza 10 sul sito decanta un 1:1 nel prodotto per cuccioli per poi dire che secondo loro il target e’ 2.2:1.

                        #37637

                        Admin
                        Admin
                        • Genere: Maschio
                          • @admin

                          scusate credo che stiamo andando fuori strada…

                          a mio avviso forse va considerato un rapporto ottimale Omega6/Omega3 in condizioni ordinarie (cane in salute) e probabilmente è 5/1

                          poi nel caso in cui ci sia un’esigenza di maggior impiego di Omega3 con potere antinfiammatorio, allora ovviamente la proporzione dev’essere diversa!

                          NOTA: un veterinario che ha molto approfondito l’impiego dell’Olio di Krill (contenuto nell’Artikrill) sottolinea come contenga un’alta concentrazione di omega 3 in forma di fosfolipidi a differenza dell’olio di pesce che contiene questi acidi grassi quasi esclusivamente in forma di trigliceridi.
                          Questo significa che si tratta di un utilissimo integratori in caso di interessamento sia infiammatorio che degenerativo del sistema nervoso in particolare il periferico. Indicatissimo in tutte le forme che direttamente a livello della colonna vertebrale portano danni ai tronchi nervosi in uscita ed entrata dallo stessa può dare risultati interessanti in diverse situazioni (cauda equina, ernie discali, lesioni vertebrali, neuriti periferiche, artrosi etc.).
                          (thanks to: http://www.forumpastoretedesco.com)

                          #37643

                          Anonimo

                            sul rapporto omega3/6 l’unico studio ufficiale che è riuscito a dimostrarne l’efficacia positiva lo ha fatto trovando un rapporto 5/10:1 che è l’unico rapporto in campo scientifico ad essere considerato attendibile; questo me lo ha detto il vet e l’ho ritrovato nei libri per cui è certo. Dopodichè la materia è ancora oggetto di studio e se ne esce uno nuovo che trova nuovi dati, ben venga. Ma fino ad allora ilo rapporto migliore è quello.
                            Tuttavia lo studio verte sull’azione gastrointestinale e non su quella articolare; di cui io non sono a conoscenza di studi specifici. Poichè i problemi intestinali sono comuni nei cani, quando si acquista un mangime sarebbe meglio orientarsi in questo range; tuttavia se tu poni la domanda ai fini dei problemi articolari, non so che dirti e credo che espada ne sappia molto più di me…
                            La mia opinione personale è questa: per quello che vedo, sugli omega 3 proporrei al vet l’olio consigliato da espada, mentre discuterei col vet per un integrazione degli antiossidanti vit C ed E… (tieni presente che le vitamine sono anche negli integratori e quindi devi calcolarle se glieli somministri) il resto lo integrerei con prodotti di qualità…
                            L’importante se gli aumenti la quota di acidi grassi è che gli dai abbastanza antiossidanti…
                            però a mio parere, è essenziale concordare il tutto con il vet che è l’unico che conosce veramente bene come stà il tuo cane.

                            #37644

                            Admin
                            Admin
                            • Genere: Maschio
                              • @admin

                              sul rapporto omega3/6 l’unico studio ufficiale che è riuscito a dimostrarne l’efficacia positiva lo ha fatto trovando un rapporto 5/10:1 che è l’unico rapporto in campo scientifico ad essere considerato attendibile.

                              tra 5:1 e 10:1 c’è una certa differenza, comunque il rapporto è omega6/omega3 o il contrario?
                              :blink:

                              #37646

                              Anonimo

                                c’è una differenza ma non per gli effetti positivi che si sono manifestati solo in questo range; l’omega 6 deve essere da 5 a 10 volte superiore all’omega 3 e non il contrario.

                                #37662

                                Daniele
                                Utente
                                  • @messico

                                  Probabilmente sostituiro’ il CondroSTRESS prescritto (prescritto sulla base di pressioni di Innovet) con il Bosart.

                                  In particolare su 20Kg di cucciolo CondroSTRESS XL 1 pastiglia al gg verra’ sostituito con 1 pastiglia al gg di BOSART e una di CTARD.

                                  Eventuali altre integrazioni le valutero’ con il veterinario, poi ne discuteremo insieme ;-)

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 910 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni