omega 3 e omega 6 – benefici per la salute del cane

Forum Gestione del cane Quotidianità omega 3 e omega 6 – benefici per la salute del cane

Questo argomento contiene 127 risposte, ha 27 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ela 7 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 106 a 120 (di 128 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #135801

    mccaw
    Moderatore
      • @mccaw

      Ieri ho fatto un po’ di ricerche e secondo me l’omegor vitality 1000 tra le capsule è quello con il miglior rapporto qualità/quantità – prezzo.

      #135802

      Anonimo

        Mercoledì se ho tempo creiamo uno specchietto mettendo anche quello consigliato da saga13 e omegor dha 1000

        #135806

        mccaw
        Moderatore
          • @mccaw

          Segnalo questo prodotto ottenuto da alghe

          Opti3[/url]
          Valori minimi per capsula
          EPA 150mg
          DHA 250mg
          DPA (ultima campionatura) 29mg
          Omega3 835mg
          Vitamina D3 2,5mcg

          60 capsule al prezzo di listino di 21,90€

          #135808

          Anonimo

            Dovresti indicare anche la quantità di olio x capsula…

            #135825

            Admin
            Admin
            • Genere: Maschio
              • @admin

              grande McCaw

              #135828

              Anonimo

                interessante per un cucciolo, o un cane anziano, anche l’omegor dha 1000:

                Omega-3 totali

                630 mg

                DHA 470 mg

                EPA 100 mg

                1 scatola da 30 sta intorno ai 15 euro, anche meno…

                infine faccio notare che il buon vecchio olio grizzly, con una sola spruzzata da 3,5 ml ha valori altissimi, ma non è chiaro il processo di purificazione, si dice solo che viene lavorato in ambiente controllato, senza entrare in contatto con l’aria se non al momento in cui usiamo lo spruzzino.
                sempre per cani anziani intorno alle 25 euro per 36 perle abbiamo anche il neurogen pet, che non è solo integratore di omega 3(per la verità non ricchissimo avendo 210mg a capsula, con 25 di epa e 125 di dha, ma ha anche nucleotidi (Uridina e Colina), 20 mg di vit E e 5 mg di resveratrolo.

                segnalo questo sito indipendente sugli omega 3:

                https://3omega3.it/%5B/b%5D

                interessante la sezione per cani e gatti, e la lista dei migliori integratori con analisi indipendenti su residui mercurio etc…

                #135833

                mccaw
                Moderatore
                  • @mccaw

                  Dovresti indicare anche la quantità di olio x capsula…

                  Dell’opti3 non viene indicata la quantità di olio.

                  #135835

                  mccaw
                  Moderatore
                    • @mccaw

                    interessante per un cucciolo, o un cane anziano, anche l’omegor dha 1000:

                    Omega-3 totali

                    630 mg

                    DHA 470 mg

                    EPA 100 mg

                    1 scatola da 30 sta intorno ai 15 euro, anche meno…

                    Non avevo notato che conteneva anche EPA.
                    A proposito ho notato che in quelli ad uso umano spesso sono in maggiore quantità gli EPA mentre in quelli veterinari il DHA. Perché questa differenza?

                    Visitando il sito omegor ho notato anche il Meaquor 900 (c’è scritto che contiene vitamina E naturale ma non specificano la quantità, però cercando):

                    Ingredienti per 1 capsula
                    Acidi grassi omega-3 totali 1000 mg
                    EPA+DHA* 900 mg
                    *EPA min. 460 mg/cps, DHA min. 380 mg/cps
                    Vitamina E mediamente[/url] 4mg
                    30 capsule a 15,90€

                    Ricordo che scrivesti dell’importanza della vitamina E quando si prendono omega 3. Io fattomi un rapido calcolo tra le capsule andrei sull’omegor vitality 1000, anche se questo Mequor900 ha dei gran bei valori.

                    #135837

                    Anonimo

                      A proposito ho notato che in quelli ad uso umano spesso sono in maggiore quantità gli EPA mentre in quelli veterinari il DHA. Perché questa differenza?

                      in realtà dipende dai motivi per cui dobbiamo integrare se preferire epa o dha; se devi aiutare un cane con osteoartrosi ad es è meglio un olio che abbia più epa, ma se si tratta di un cucciolo o di un cane anziano meglio il dha (per via del suo ruolo su occhio e cervello)
                      La composizione dipende molto dalla fonte da cui si estrae l’olio. Ad es l’omegor non è olio di salmone ma sardine e aringhe (o qualcosa di simile, non ricordo bene) per cui più economico, ma anche con una sua percentuale tipica di epa e dha.
                      A suo tempo trovai che il range min e max di epa+dha andavano dal (pv * 125) al (pv * 370).
                      Per la vit E la concentrazione plasmatica cala anche del 20% per cui sarebbe bene integrare se non è contenuta nell’olio di pesce, ma anche qui occorre vedere quanto ne contiene il mangime.

                      Per citare me stesso:

                      io preferisco seguirne altri, come ad es. il dottore Doug Bibus, un noto esperto in campo di pufa ed un ricercatore indipendente, (della University del Minnesota) afferma che il miglior rapporto è in un range da 1:2 a 1:4 omega6/3) e che un buon mangime deve avere almeno 2,2% Omega-6 e 0,3% di Omega-3.
                      Tuttavia è indubbio che non vi sia ancora accordo tra gli studiosi su quali rapporti e quantità siano ottimali per i nostri cani ed ognuno deve far riferimento al proprio vet per orientarsi…

                      #135878

                      l4g54
                      Utente
                        • @l4g54

                        Per citare me stesso:

                        io preferisco seguirne altri, come ad es. il dottore Doug Bibus, un noto esperto in campo di pufa ed un ricercatore indipendente, (della University del Minnesota) afferma che il miglior rapporto è in un range da 1:2 a 1:4 omega6/3) e che un buon mangime deve avere almeno 2,2% Omega-6 e 0,3% di Omega-3.

                        [/quote] però considerando le quantità minime (w3 al 0.3% ed w6 al 2.2%) queste sono in rapporto 1:7, ben oltre i rapporti ottimali. Considerando w6 al 2.2% (di meno credo siano davvero pochini) gli w3 devono essere almeno 0.5%
                        Anche se non mai capito se i valori espressi in etichetta degli a vidi grassi si riferiscono all’alimento e quindi al totale o se alla quota lipidica

                        Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

                        #135890

                        Anonimo

                          però considerando le quantità minime (w3 al 0.3% ed w6 al 2.2%) queste sono in rapporto 1:7, ben oltre i rapporti ottimali. Considerando w6 al 2.2% (di meno credo siano davvero pochini) gli w3 devono essere almeno 0.5%

                          sono due cose diverse il rapporto e le quantità minime. Di solito si vede solo il rapporto senza far caso ad es che gli omega 6 sono troppi (in formulazioni con molto mais per es) o che i pufa sono troppo pochi. Quei valori sono indicativi come quantità minime, cioè al di sotto delle quali non va bene e servono per dare dei modelli di confronto.
                          Per fare un es:

                          “PURINA® Friskies® VitaFit™ Omega crocchette con Manzo e Pesce per cani adulti” pubblicizzate per essere ricche di omega 3 (dicono più ricche rispetto a friskie balance :-? ) hanno 0,14 e 2,2; se non hai un valore minimo di riferimento puoi confonderti dal nome della crocca…

                          poi molte ottime crocche non hanno un rapporto ideale, le regal active hanno 0,45 e 3,3 ad es…mentre le sensi hanno 0,8% e 3%.

                          per curiosita sono andato a vedere sto firskies balance: 0,10% e 2% un rapporto di 1 a 20
                          ho detto tutto…

                          gli w3 devono essere almeno 0.5%

                          no, vanno molto bene anche quote inferiori…

                          sulle dosi si discute molto, soprattutto sui quantitativi di epa + dha; e il discorso è diverso dal prevenire alcurare, e soprattutto al curare cosa…cito da siti in inglese:

                          L’EPA (Acido Eicosapentanoico) è più attivo per la pelle, le articolazioni e il cuore. DHA (Docosahexanoic
                          Acido) è più attivo per il cervello e la retina. La combinazione, se somministrata rispettivamente a 40mg / kg e 25mg / kg, ha dimostrato di disattivare mediatori infiammatori che causano danni in tutto il corpo (1).

                          alcuni suggeriscono per tutti i giorni dai 20 ai 36mg di epa per kg e 22 mg di dha. Ad es:

                          Omega-3 For Dogs EPA Dosage Chart

                          A differenza dei farmaci, sono necessarie dosi elevate di questi composti per trattare molte di queste malattie e le gamme target variano a seconda della malattia trattata. Le gamme di dosaggio sono compresi tra 50 e 220 mg / kg, con le dosi più basse più frequentemente utilizzate per le malattie infiammatorie, renali e cardiache

                          I requisiti dei cani e dei gatti hanno stabilito 2.800 mg / 1.000 kcal di dieta come limite superiore sicuro delle quantità combinate di EPA e DHA, pari a 370 mg / kg0.75 nei cani. Ad esempio, in un cane da 10 kg, il limite massimo sicuro sarebbe di 2.080 mg. Essi affermano inoltre che non sono disponibili sufficienti dati pubblicati per stabilire un limite superiore sicuro nei gatti.

                          Lenox CE, Bauer JE. Potential adverse effects of omega-3 fatty acids in dogs and cats. J Vet Intern Med 2013;27:217-226.

                          #135893

                          Anonimo

                            ho ritrovato il mio foglio Excel per romeo, io mi attengo ai valori raccomandati dall’NRC

                            in pratica l’NRC raccomanda:

                            •NRC recommended daily allowance: 30 mg/kg0.75

                            •NRC safe upper limit: 370 mg/kg0.75

                            #135901

                            l4g54
                            Utente
                              • @l4g54

                              gli w3 devono essere almeno 0.5%

                              no, vanno molto bene anche quote inferiori…

                              [/quote]

                              non intendevo in valore assoluto, ma se si devono rispettare, o comunque se è meglio restare nel rapporto 1:2 o 1:4, considerando i valori minimi da te riportati di w6 di 2.2% nel rapporto 1:4 gli w3 dovrebbero essere lo 0.5% ….così per un alimento con w3 allo 0.3%, gli w6 (sempre rispettando il range 1:4) dovrebbero aggirarsi su valori dell’ 1.2% , al di sotto del valore minimo da te riportato…

                              #135905

                              Anonimo

                                io non mi fisserei troppo sui rapporti.
                                Non necessariamente i rapporti devono essere tra 1:2 e 1:4; alcuni sostengono che un rapporto 1:5 è un ottimo rapporto per prevenire (a questo rapporto si ottiene infatti il tasso ottimale di leucotreni b5 e non a caso è il rapporto raccomandato dall’organizzazione mondiale della sanità) mentre altri per problemi di condroprotezione sono arrivati a 1:1. Rapporti troppo spinti però possono portare problemi; inoltre devi tenere presente che gli omega 6 e 3 concorrono in alcuni processi enzimatici per cui lo squilibrio di uno si ripercuote sull’altro, per cui avere una qta minima e max è molto importante.
                                Inoltre i risultati in vivo stanno smentendo categoricamente quanto scoperto in vitro, ad es da mypersonaltrainer:

                                Lo sapevi che… recenti studi effettuati in vivo suggeriscono che il rapporto tra gli acidi grassi essenziali NON gioca un ruolo così determinante come si era ipotizzato interpretando i risultati ottenuti in vitro.

                                Ciò significa che è prima di tutto necessario preoccuparsi di SOSTITUIRE i grassi saturi e quelli trans con ANALOGHE quantità di acidi insaturi.
                                Infatti, nell’ambito di una dieta a basso tenore di grassi saturi e trans, un apporto di omega 6 pari al 5-10% delle calorie totali (in particolare di acido linoleico) sembra svolgere un effetto protettivo nei confronti del rischio coronarico.
                                D’altro canto gli esperimenti effettuati sull’impatto dei vari acidi grassi possono condurre a risultati non solo diversi ma addirittura opposti.
                                Un approfondimento recente ha mostrato una correlazione inversa tra gli omega 6 e l’infiammazione, evidenziando una prevalenza dell’attività antiinfiammatoria in vivo, cioè l’esatto contrario di quanto sospettato osservando i risultati in vitro.
                                La spiegazione potrebbe risiedere nella tipologia di omega 6 utilizzata o in altre variabili metaboliche ancora poco conosciute.

                                per cui la parte da leone devono averla la quantità di epa+dha e le percentuali minime e max di omega3 e 6; poi in un alimentazione normale imposti un rapporto intorno a 1:4/1:5
                                anche se nello specifico il dott bibus :

                                Il dottore Doug Bibus (della University del Minnesota) ha completato uno studio in merito agli acidi grassi e i cani e raccomanda un rapporto tra 2: 1 a 4: 1 di Omega-6 e Omega-3. Bisogna sempre tenere a mente la quantità di acido grasso presente. Sono consigliati i prodotti che contengono almeno uno 0,3% di Omega-3 e un 2,2% di Omega-6. È inutile stabilire un rapporto se la percentuale degli acidi grassi presenti nell’alimento è bassa.

                                ora per favore non vedere le quantità minime insieme, ma considerale separatamente, e poi ti metti a calcolare i rapporti; sono le quantità minime, quindi se sei sotto su una delle due, addio rapporto, non conta più.
                                Non so se mi sono spiegato…

                                #139191

                                sampei
                                Utente
                                  • @sampei

                                  grazie a tutti per le tante informazioni che ho letto

                                  mi starei orientando o sull’olio grizzly o, meglio, sull’omegor dha 1000… entrambi segnalati da voi
                                  l’obiettivo è appunto un valore di dha superiore rispetto all’epa (in base proprio alle indicazioni che avete dato su quale preferire in base ad età e/o patologie)

                                  dubio, forse banale…
                                  come doso l’eventuale perla di omegor? (dose per cane di piccola taglia)
                                  devo bucarla?

                                  o meglio a questo punto optare sull’olio grizzly che si può dosare anche con “mezza spruzzata”?

                                  io avrei preferito l’omegor per la maggiore quantità di dha e per la certificazione di qualità e lavorazione… però se non si può dosare per cani di piccola taglia, non saprei

                                  ovviamente grazie in anticipo

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 106 a 120 (di 128 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni