omega 3 e omega 6 – benefici per la salute del cane

Forum Gestione del cane Quotidianità omega 3 e omega 6 – benefici per la salute del cane

Questo argomento contiene 127 risposte, ha 27 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ela 7 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 128 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #52318

    Daniele
    Utente
      • @messico

      (Sempre in merito al blasonato Hill’s J/D) Tenendo conto del fatto che EPA e DHA sono gli Omega3 “piu’ nobili”, utili a contrastare i processi infiammatori, nei laboratori di Hill’s hanno comunque deciso per un’integrazione di Omaga3 basata sui semi di lino. Infatti l’olio di pesce (ossia la fonte migliore di Omega3) ha circa 400mg di EPA in 1000mg di Omega3 totali, ma facendo i conti all’interno del prodotto J/D si hanno solo 120mg di EPA ogni 1000mg di Omega3 totali: cosa che implica una scarsa presenza di olio di pesce.

      #52319

      espada
      Utente
        • @espada

        Parlando di casi estremi c’e’ Hill’s J/D Omega3 3.6% e Omega6 2.54%.

        non è un caso estremo… non è un alimento… è una “dieta curativa” che contiene:

        Granoturco, riso, semi di lino, farina di soia, farina di pollame, farina di piselli, idrolisati, grassi animali, olio di pesce, uova intere in polvere, minerali, L-carnitina, crostacei idrolisati, cartilagine di suino idrolisata, vitamine ed elementi in tracce. Conservato naturalmente con tocoferoli misti, acido citrico

        questa mattina avevamo visto in altro topic:
        https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/9-alimentazione-industriale/14697-alimentazione-per-cuccioli-bovari-svizzeri-san-bernardo-terranova?start=80#49834

        comunque gli acidi grassi omega 3 e gli altri antiossidanti sono indicati anche per altre situazioni, non soltanto articolari, ma pure ad esempio dermatologiche, vascolari, ecc.

        sempre con riferimento al metabolismo umano (cercheremo anche riscontri su quello canino):

        http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/eccesso-di-antiossidanti.html

        per l’eccesso di omega 3 ho trovato solo questa pagina di controinformazione che segnala il rischio di tumore alla prostata doppio del normale…

        http://ilserpentedigaleno.blogosfere.it/2011/04/omega-3-e-il-rovescio-della-medaglia-in-eccesso-aumentano-il-tumore-alla-prostata.html

        #52335

        Daniele
        Utente
          • @messico

          Parlando di casi estremi c’e’ Hill’s J/D Omega3 3.6% e Omega6 2.54%.

          non è un caso estremo… non è un alimento… è una “dieta curativa”[/quote]

          Estremo nel senso “guardiamo chi ha piu’ Omega3 :-)”

          Solo per completezza l’eccesso di Omega3 puo’ dare problemi gastrointestinali e puo’ rendere il sangue eccessivamente fluido (quindi potenzialmente sfavorire la rimarginazione di eventuali ferite).

          Contenuto nascosto
          Devi loggarti per vedere il contenuto nascosto.
          #52345

          espada
          Utente
            • @espada
            Contenuto nascosto
            Devi loggarti per vedere il contenuto nascosto.
            #60560

            espada
            Utente
              • @espada

              sapete che non sono mai stato innamorato di Forza 10, ma ultimamente sto molto riconsiderando le loro formulazioni, che integrano erbe officinali ed altri ingredienti secondari scelti con attenzione per apportare benefici alla salute.

              ebbene mi sono imbattuto in questo prodotto e davvero ne sono rimasto favorevolmente impressionato:

              http://ita.forza10.com/prod/45-condro_l-xl_active.php

              Composizione
              (della sola crocchetta): riso, farina di pesce, olio di pesce, farina di riso, lievito di birra, sostanze minerali, lievito disidratato (Bio MOS), FOS, Yucca schidigera.
              (Compressa AFS – 7% dell’alimento): idrolisati proteici di pesce, idrolisati proteici vegetali, sostanze minerali, condroitin solfato (da cartilagine di squalo) (0.0811%), glucosamina vegetale (0.0810%), Perna canaliculus (0.0635%), chitosamina (0.0400%).

              Additivi
              vitamine: vitamina A 15.000 UI/kg, vitamina D3 1.200 UI/kg, vitamina E 200 mg/kg, colina cloruro 1.000 mg/kg, acidi grassi insaturi essenziali Omega3 320 mg/kg.
              Oligoelementi: rame chelato di aminoacidi idrato 20 mg/kg. Additivi nutrizionali: DL-metionina 500 mg/kg. Additivi tecnologici: antiossidanti, conservanti, estratto ricco in tocoferoli di origine naturale 29.6 mg/kg. Additivi organolettici: prodotti naturali botanicamente definiti: Boswellia serrata 250 mg/kg, Harpagophytum procumbens 243 mg/kg, Rosmarinus officinalis 0.61 mg/kg.

              Componenti Analitici
              umidità 9%, proteina grezza 26%, oli e grassi grezzi 16%, fibra grezza 2.1%, ceneri grezze 7.5%, Omega3 3.3%, Omega6 1%, EPA 0.38%, vitamina E 0.03%. Rapporto Omega3/6 3.3:1.

              Energia Metabolizzabile
              3.646 kcal/kg – 15.3 MJ/kg

              che ne pensate?

              #60575

              barbarachloecharlie
              Utente
                • @barbarachloecharlie

                Ciao Espada! Io conosco la linea active di forza 10 da 2 anni e la uso per i miei cani nella formulazione dermo. La linea active penso sia la loro linea di punta, come ingredienti nn puo’ competere co. Acana o orijen o farmina N&D pero’ ti posso dire che e’ un buon mangime adatto a varie problematiche e “tranquillo” a livello di proteine e grassi.
                Il dermo ha una proporzione omega 3 – omega 6 di 1:3 come la foto che allego.

                Non sono male, il condro e’ col riso e io preferisco il dermo che usa le patate ed e’ un tranquillo grainfree italiano.

                Attachments:
                #60576

                espada
                Utente
                  • @espada

                  sì ho visto che il Dermo lo usano anche altri utenti (per problemi di fistole perianali principalmente), ritengo che abbia un apporto interessante di erbe officinali…
                  ma non lo vedo “emergente” rispetto ad altri prodotti per cani sensibili.

                  il Condro invece ha più omega3 che omega6 e sinora non ho trovato altri prodotti con questa proporzione (nemmeno il Farmina N&D al merluzzo, ad esempio, arriva a oltre 3 volte superiore gli omega3)

                  :woohoo:

                  PS: Acana e Orijen non li ho mai messi nel novero dei miei prodotti preferiti, comunque

                  ;-)

                  #60577

                  peter-parker
                  Utente
                    • @peter-parker

                    A leggere le vostre attente considerazioni sulle integrazioni di acidi grassi mi verrebbe da dire che non utilizzerei questo prodotto per tutta la vita del cane.
                    Non riesco a valutare l’apporto e l’efficacia di glucosamina e condrotina di origine naturale ma rimane il fatto che se compro a parte l’olio Grizzly e condroprotettori risparmio comunque rispetto ai 6€/Kg di questa crocchetta con il vantaggio che decido io i dosaggi.

                    #60615

                    mccaw
                    Moderatore
                      • @mccaw

                      Non vorrei che il rapporto omega3 e 6 ribaltato possa essere controproducente. Ci sarà un motivo se dicono che il rapporto ideale (omega6:3) varia da 3:1 a 5:1, mantenendo questo rapporto forse sarebbe meglio un prodotto con il 2% di omega3 ed il 6% di omega6.

                      Più concretamente vediamo quanti condroprotettori ci sono in un Kg:

                      Di questi è già riportatà la quantità:

                      Boswellia serrata 250 mg/kg, Harpagophytum procumbens 243 mg/kg, Rosmarinus officinalis 0.61 mg/kg
                      Quel 0.61mg mi sembra pochissimo, non è che sul sito si sono sbagliati e sono 61mg? 0.61 vuol dire poco più di mezzo milligrammo.

                      Condroitin solfato (da cartilagine di squalo) (0.0811%), glucosamina vegetale (0.0810%), Perna canaliculus (0.0635%), chitosamina (0.0400%).
                      Il conto è abbastanza rapido comunque:

                      Condroitin Solfato: 811 mg
                      Glucosamina vegetale: 810 mg
                      Perna Canaliculus: 635 mg
                      Chitosamina: 400 mg

                      Meglio di molti altri prodotti che ne hanno decisamente meno (tipo Brit Care), peggio di altri tipo Acana che è stata citata o Famrina N&D, qui però oltre ai classici Glucosamina e Condroitin solfato abbiamo due plus in più. Tutto sommato direi che nel complesso il prodotto non è niente male, certo è che il rapporto prezzo/qualità è esagerato.

                      #60620

                      Admin
                      Admin
                      • Genere: Maschio
                        • @admin

                        Non vorrei che il rapporto omega3 e 6 ribaltato possa essere controproducente. Ci sarà un motivo se dicono che il rapporto ideale (omega6:3) varia da 3:1 a 5:1

                        infatti da tempo ho il dubbio che quello sia il rapporto ottimale, in condizioni normali, per un cane sano.
                        vediamo ad esempio anche il contributo di Romeo nell’altro topic (gli omega3 danno benefici anche per la pelle e pelo):
                        https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/16-quotidianita/15018-integratori-per-migliorare-salute-di-cute-e-pelo-del-cane?start=60#56560

                        in questo caso è stato deliberatamente invertito (come il Farmina N&D al merluzzo, ma il Forza10 ancora di più) per migliorare l’effetto antinfiammatorio.

                        vale la pena sempre tenere presente il topic:
                        https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/10-problemi-di-salute/14027-cani-con-patologie-articolari-condroprotettori-vitamine-omega-3-antinfiammatori-naturali?

                        #62436

                        espada
                        Utente
                          • @espada

                          GOLDEN EAGLE SALMON WITH OATMEAL
                          http://www.eagleitalia.it/goldeneagle_olistico_seccocane.html#SALMON

                          Omega 6: 2.2%
                          Omega 3: 2.0%

                          :cheer:

                          #62484

                          Anonimo

                            In letteratura scientifica non esiste ancora un accordo su delle quantità di omega3/6. La aafco li considera nutrienti non essenziali mentre fediaf pur riconoscendo la crescente importanza afferma che non ci sono ancora sufficienti dati scientifici per stabilire una quantità. A parte i range di cui abbiamo sempre parlato, esistono delle quantità minime individuate dall’nrc ma solo x i cuccioli. Un veterinario mio amico mi ha fornito uno studio molto documentato (una dozzina di pagine) sui numerosi effetti collaterali degli omega3; è affascinante ma ancora devo approfondire come merita …

                            #62520

                            mccaw
                            Moderatore
                              • @mccaw

                              Un veterinario mio amico mi ha fornito uno studio molto documentato (una dozzina di pagine) sui numerosi effetti collaterali degli omega3; è affascinante ma ancora devo approfondire come merita …

                              In un piccolo articolo in un settimanale ho letto che secondo uno studio sugli uomini il consumo prolungato nel tempo di omega 3 aumenta le probabilità di tumore alla prostata.

                              #69748

                              Anonimo

                                Aggiungo solo che una crocchetta che contiene olio di pesce, a meno di casi particolari, è da preferire ad una che contiene semi di lino perché apporta acidi grassi essenziali di migliore qualitaà (EPA e DHA).

                                vero se consideriamo l’affermazione nel suo complesso (e cioe se siamo interessati agli acidi grassi essenziali) ma falso se consideriamo il punto di vista generale (e cioè che le crocchette con olio di pesce sono da preferire a quelle con semi di lino);

                                L’olio di semi di lino infatti contiene i preziosi ‘lignani’, sono dei fitoestrogeni, potenti antiossidanti che numerosissimi studi dimostrano molto importanti nella lotta contro il cancro perchè, tra le varie azioni, interferiscono con la crescita e la diffusione delle cellule tumorali…

                                ad es: http://www.caninecancer.com/nutrition.html

                                inoltre per il cuore i lignani riducono l’accumulo di placca arteriosclerotica fino al 75%

                                poi, combinandosi con ala e fibre sono coinvolti nella riduzione del colesterolo cattivo (LDL)

                                hanno azione antinfiammatoria non indifferente (la loro azione positiva si rivela utile anche epr pelo e cute e per le allergie, ma qui gli sutdi sono solo agli inizi)

                                e dulcis in fundo:

                                uno studio su donne in menopausa (condotto in doppio ceco, con barrette placebo,. finanziato dal MIUR e fatto on la collaborazione della ASl B di Roma), ha evidenziato che l’assunzione di semi di lino nell’alimentazione, ha portato una riduzione delle vampate di calore di quasi il 60% (tu dirai: e che ce ne frega ? :cheer: era solo per dire che gli effetti che esplicano questi semi sono i piu’ svariati :P )

                                Poi l’olio di pesce è indubbiamente molto più efficace per i pufa rispetto a quello di semi di lino, ma ciò non toglie che quello di semi di lino abbia una sua efficacia:

                                http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22005411

                                e che sia notevolmente migliore ad es. di quello di oliva per un cane…

                                Va infine detto che sui PUFA non è ancora stata data una parola definitiva dalla scienza (sia per l’uomo che per il cane), per cui i prossimi studi sicuramente faranno chiarezza sull’argomento e potranno anche ribaltarealcuni concetti che sono dati attulmente per certi…

                                Questo per dire (ma è solo mia opinione personale) che personalmente preferisco mangimi che contengono sia olio di pesce che semi di lino.. altrimenti se devo scegliere, preferisco quelli che contengono solo semi di lino e integro con olio di salmone;

                                #69769

                                espada
                                Utente
                                  • @espada

                                  Va infine detto che sui PUFA non è ancora stata data una parola definitiva dalla scienza (sia per l’uomo che per il cane), per cui i prossimi studi sicuramente faranno chiarezza sull’argomento e potranno anche ribaltarealcuni concetti che sono dati attulmente per certi…

                                  concordo, infatti preferisco anche evitare i prodotti che ne sono “troppo ricchi”…

                                  ;-)

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 128 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni