Antiossidanti nell’alimentazione del cane

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia Antiossidanti nell’alimentazione del cane

Questo argomento contiene 15 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  adrenalin 2 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 16 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61301

    Daniele
    Utente
      • @messico

      Visto che trattiamo anche degli omega3, volevo ricordare che l’utilizzo prolungato di pufa determina un aumento dell’utilizzo di vit E, che dovrebbe essere concordato col veterinario, anche in base a qu8anto il cane ne assume; per cui non vi consiglio di integrare con l’olio grizzly senza tener conto della quantità di vit ‘e’ che il vostro cane assume giornalmente nei suoi pasti.

      In particolare per quelli di voi che vogliono approfondire, la Fediaf si rifà a tre studi sull’argomento:

      Hall JA. Potential adverse eff ects of long-term consumption of (n-
      ) fatty acids. Comp Cont Educ Pract Vet. 1996; 18 (8): 879-895.

      Hall JA, Tooley KA, Gradin JL, et al. Influence of dietary n-6 and
      n-3 fatty acids and vitamin E on the immune response of healthy
      geriatric dogs. Am J Vet Res 2003; 64 (6): 762-772.

      Hendriks WH, Wu YB, Shields RG, et al. Vitamin E requirement
      of adult cats increases slightly with high dietary intake of
      polyunsaturated fatty acids. J Nutr 2002; 132: 1613S-1615S.
      a

      Con romeo seguo la somministrazione consigliata dalla veterinaria jane birks, (quindi somministrazione agiorni alterni) adattate a quanto assume con le regal e calibrate sui 14 kg di romeo… per quanto, rispetto alla A e alla D, effetti tossici di tale vitamina si hanno a dosi veramente elevate…[/quote]

      Proviamo a fare un discorso quantitativo?

      Da quello che ne so io e’ buona norma agiungere 1/2 UI di Vit. E per ogni Kg p.v. quando vengono integrati gli Omega 3 nella dieta (nell’ipotesi di assumere complessivamente da 20mg a 40mg di EPA per ogni Kg p.v.).
      Ogni UI di Vit. E e’ equivalente a circa 0.667mg di α-tocoferolo.

      Sei d’accordo? Con quale prodotto eventualmente integreresti la vitamina E?

      #61408

      Anonimo

        @messico :woohoo:

        Mi meraviglio di te Messico, lo sai che adesso ti tocca leggere uno dei miei pipponi, vero ? :P

        Premetto che come sai non sono un vet, per cui quello che dico è quello che ho capito io e, pertanto, potrebbe essere errato; ti invito quindi a confrontarti in merito con il tuo vet.
        Fatta questa premessa iniziamo:
        per quel che penso io il discorso è molto diverso da come lo imposti tu nel tuo post; imho non puoi dire quanto aggiungere quando integri i PUFA se non dici quanta vit E il cane assume. Se è poca devi integrare a prescindere dai Pufa e, se è tanta, non c’è bisogno di integrare neanche se aggiungi olio di pesce. La domanda che devi porti è:

        quanta vitamina E deve essere data giornalmente al mio cane (intendo proprio “il mio”, quindi tenendo conto di razza, eta, peso, e sua attuale assunzione di tocoferoli nella dieta)?

        Per rispondere ti dico che se mi parli di mg la risposta dipende dalla forma; tu parli di alfa-tocoferolo ma negli integratori vi sono spesso molte forme di vitamina E, a volte anche mischiate; se ad es., si da un misto di tocoferoli o quella sintetica (dl-alfa-tocoferolo) conviene riferirsi alle unità internazionali (UI o IU) invece che ai mg. Sembra stupida la cosa ma se un mangime ha 400mg di vit E ed un altro 200UI come fai a paragonarli se non conosci la forma di vitamina E usata? (mi riferisco al fatto che 1 UI è l’equivalente biologico di circa 0,667 mg di d-α-tocoferolo (esattamente 2/3 di mg), o di 0,45 mg di dl-α-tocoferolo acetato per cui passiamo dai 2/3 a 1/2)
        Inoltre quantità molto basse come quelle che citi tu, servono per mantenere l’olio dai processi di irrancidimento, ma per contrastare i PUFA,e svolgere tutte le altre funzioni, è necessario fornire al cane dosi abbondanti di vit E, soprattutto se il mangime è olistico, e quindi, se buona parte di tale vitamina è spesa per conservare il mangime dai processi di degenerazione…
        Fatta questa premessa diciamo che i valori minimi (sottolineo minimi, che non vuol dire sufficienti) sono per la AAFCO 50UI per kg di mangime (60 ui se si integra con pufa, mentre per la FEDIAF 36UI in un cane adulto) infine i massimi sono 1000 UI per kg di materia secca.
        Va detto che non esistono studi che dimostrano che dosi superiori a 1000 UI diano problemi al cane sano (discorso diverso per cani con problemi ai reni, che vengono aggravati dalla vit E; ad es puoi vedere http://etd.adm.unipi.it/t/etd-03162011-172557/); anche se in letteratura si sa, che dosi eccessive possono alzare la pressione e, di certo, non fanno bene al cane.

        Per gli effetti della vit e puoi vedere: http://italian.lef.org/prod_hp/abstracts/php-ab429c.htm

        Ovviamente una quantità precisa da dare al nostro cane è impossibile da determinare a priori perchè varia a seconda della razza, età, sesso, peso, stato di salute, etc etc del soggetto; ma anche da quanto tocoferolo è realmente presente nella sua dieta (quindi nelle crocche e nell’integratore che gli diamo); ad es. l’NRC consiglia mezza IU per kg di peso del cane mentre il mio vet consiglia dosi notevolmente superiori.
        La veterinaria Jane Birks nel suo libro “un cane felice, guida completa alla nutrizione e alla salute del cane” consiglia di integrare a giorni alterni nel seguente modo:

          [li]piccola taglia: 50/100UI[/li]
          [li]media taglia: 125/250 UI[/li]
          [li]grande taglia: 250/400 UI[/li]
          [li]taglia gigante: 400/600UI[/li]

        Date queste premesse non è che non si possa fare un ragionamento rozzo che comunque ci consenta di integrare correttamente con il cane; tuttavia l’argomento è così delicato che poi occorre sottoporlo per forza ad un vet o si rischia, col tempo, di creare gravi patologie al cane.
        Fatta questa premessa essenziale (controllare la dieta col veterinario) potremmo fare il seguente ragionamento spannometrico;
        Prendiamo un cane di esempio: Romeo (bullo di 14 kg circa, abbastanza paraculo, 200gr di crocche al giorno con forte integrazione di PUFA, 1 anno di età):
        Secondo alcuni veterinari con cui mi sono confrontato, già intorno ai 500mg di vit E (d-alfa-tocoferolo circa 750 UI) per kg di materia secca sono sufficienti a sostenere l’eventuale integrazione di PUFA e le necessità nutrizionali del cane in quanto rappresentano una dose molto generosa. Se faccio un calcolo spannometrico: Romeo con la dose di 200 gr di crocchette ed una soglia max di 1000IU ammessa dalla aafco (dose che non voglio raggiungere ma che mi fa stare in un limite di sicurezza) assumerebbe una quota massima di vit E di circa 200UI; mentre con una dose molto abbondante in un normale mangime commerciale di 500mg di vit e né assumerebbe 150UI (mi sembra di aver visto al max mangimi dermatologici, o per cani anziani, con 750IU). Ne consegue che per Romeo una dose abbondante dovrebbe oscillare tra le 150 e le 200 Iu di vit E al giorno.
        Il mio veterinario mi ha consigliato comunque, per stare tranquillo, di non superare le 10IU per kg di peso del cane (quindi per Romeo staremmo a 140IU tenuto conto che le necessità aumentano per i cuccioli ed i cani anziani, e diminuiscono per i cani adulti, e che romeo integra con abbondante olio di salmone selvaggio direi che il range calcolato va bene). Abbiamo ottenuto così un valore di soglia intorno ai 140UI che è sicuramente una soglia al di sotto della massima di integrazione (200UI).
        Prendiamo ora un mangime di esempio; regal al salmone, che dichiara 145UI di vit E per kg di materia secca.
        Premessa: per avere le certificazioni che ha, il mangime Regal è certificato presso laboratori indipendenti e i valori sono i reali valori contenuti nelle crocchette; non quelli presunti attraverso calcoli matematici o addirittura riferiti alle quantità presenti all’inizio del processo produttivo , come mi è capitato di trovare in tante marche di crocchette (fine premessa).
        Ciò significa che per 200gr di regal salmon romeo non ne assume neanche 30UI. Ora la cosa è un pò rozza, ma salta agli occhi che un’integrazione sarebbe un fatto positivo (30 ui contro 100/140UI); per cui se voglio dargli l’equivalente di brit, disugual etc, gli aggiungo 75UI (e posso fare integrazione giornaliera senza scarichi), se voglio dargliene un pò di più: aggiungo 100UI e, di sicuro, non corro alcun rischio anche con un’integrazione giornaliera, perchè mi mantengo al disotto delle 200Ui e rispetto il limite di 10Ui per kg di peso vivo consigliato dal mio veterinario. Se vai su internet scopri che queste dosi sono minime e che per cani medi consigliano anche 600UI o 20Ui per kg di peso, ma io mi attengo al limite consigliato dal mio vet…
        La birks va oltre e consiglia un’integrazione a giorni alterni con dosi leggermente più alte da quelle da noi calcolate (però sottolineo a giorni alterni), probabilmente per dare al cane il modo di metabolizzare la vit E che, ricordiamo, è liposolubile… Su internet ho trovato che per un pastore tedesco usano mediamente dalle 400 alle 800UI tutti i giorni…
        Per un principio di precauzione e per il fatto che siamo limitati dalle dosi che si trovano in commercio (io ho trovato 30 ui, 100 ui, 200 ui), somministriamo a romeo un’integrazione di 100UI; per un totale di 130UI che è un valore abbastanza alto (siamo al livello di un mangime che integra con 650UI di vit E per kg di materia secca, cioè ben 5 volte il dato di partenza delle Regal al salmone ) e, se vogliamo possiamo scaricare ad intervalli regolari (o come dice la birks a giorni alterni, oppure ad intervalli maggiori, tipo solo il sab e la domenica o tre settimane si ed una no ).
        Tali dose sono già molto abbondanti e rispondono ai fabbisogni di cani che integrano con olio di pesce e si trovano in una fase di alta necessità di tale vitamina (cuccioli, anziani etc); al contrario 30Ui di vit E potrebbero a lungo andare, generare i problemi riportati negli studi che ho sopracitato (anche se il discorso è complesso e non banale come può sembrare, perché ad es, la deficienza di vit E potrebbe essere compensata dalla presenza di sostanze come gli aminoacidi solforati o il Selenio, che svolgono funzione antiossidante; così come paradossalmente se il mangime contiene conservanti artificiali come bha/bht etc, la vit E non verrebbe utilizzata a tale scopo e sarebbe disponibile per altre funzioni). In pratica non ne faccio un ragionamento di quanto occorre integrare se aggiungo olio di pesce, ma di quanto è necessario integrare considerando le necessità del cane e quanto realmente ne assume; per cui se già ne ha in abbondanza non è affatto necessario integrare, anche se si aggiunge olio di pesce…

        #61442

        Daniele
        Utente
          • @messico

          per quel che penso io il discorso è molto diverso da come lo imposti tu nel tuo post; imho non puoi dire quanto aggiungere quando integri i PUFA se non dici quanta vit E il cane assume.

          Ammetto che ho cercato di provocarti :-) Scherzo

          Provo a trarre una conclusione…
          Una volta capito qual e’ la quantita’ di vit. E quotidianamente assunta dal cane tramite la dieta si puo’ puntare, con un ragionevole margine di sicurezza, a 10UI/Kg p.v. (taglia medio-piccola), magari qualcosa in meno per cani di taglia medio-grande.
          L’ingrazione potrebbe anche essere quotidiana, ma un paio di giorni di scarico a settimana non farebbero male…

          Conviene sempre farsi aiutare dal veterinario, anche perche’ si sta parlando di cani con patologie articolari e che, per forza di cose, saranno seguiti da qualcuno. A questo punto pero’ si ha almeno un’ordine di grandezza e si possono chiedere informazioni sulla vitamina E al produttore in modo da arrivare preparati dal veterinario ;-)

          #61456

          Anonimo

            Una volta capito qual e’ la quantita’ di vit. E quotidianamente assunta dal cane tramite la dieta si puo’ puntare, con un ragionevole margine di sicurezza, a 10UI/Kg p.v. (taglia medio-piccola),

            no, la percentuale la decidi tu con il tuo vet, in base alle soglie fissate (non più di 1000UI per kg di materia secca, per cui sapendo quanto mangia calcoli la soglia limite) ed in base soprattutto alle esigenze del tuo cane (per motivi di salute puoi superare tale soglia, se il vet lo ritiene opportuno)…

            magari qualcosa in meno per cani di taglia medio-grande.

            e’ il contrario; come vedi dai consigli della birks, più un cane è grande e più ne può assumere (posto il limite di 1000UI suggerito da Aafco, fediaf etc etc). Se ti aoffermi sulla risposta precedente, vedi che più è grande la razione del cane e più il limite di vit e aumenta. Ad es con 200 gr (legati ai 14 kg di romeo) la razione max da non superare è 200UI, con 1000gr (stò estremizzando, ma pensa ad un cane enorme) diviene 1000UI!!! Mentre il limite del 10% per il peso corporeo rimane invariato (tieni presente però che alcuni vet consigliano 5% o meno, come limite, ed altri anche 20% o superiori; per cui è importante che ti confronti con il tuo; il mio considera 10% il limite da non superare, non il valore ideale da integrare)…

            Conviene sempre farsi aiutare dal veterinario, anche perche’ si sta parlando di cani con patologie articolari e che, per forza di cose, saranno seguiti da qualcuno

            No, io stò parlando di cani normali come il mio che riequilibria un’integrazione di pufa, e che usa un mangime olistico con poca vit E, e che è cucciolo…
            le patologie possono richiedere più vitamina E, oppure come nel link che ti ho messo (insufficenza renale cronica) nessuna integrazione di vitamina E….

            A questo punto pero’ si ha almeno un’ordine di grandezza e si possono chiedere informazioni sulla vitamina E al produttore in modo da arrivare preparati dal veterinario

            no

            (scherzo :P )

            si :lol: ,
            in particolare ogni volta che integriamo con Vit E sbilanciamo la formula delle crocchette; per cui se ti passano il nutrizionista si può chiedere in che modo si sbilancia la formula e, se secondo loro, è necessario ritoccare l’integrazione o meno… a volte sono proprio loro a suggerire un limite da integrare oltre il quale non andare…

            #61471

            Daniele
            Utente
              • @messico

              e’ il contrario; come vedi dai consigli della birks, più un cane è grande e più ne può assumere (posto il limite di 1000UI suggerito da Aafco, fediaf etc etc). Se ti aoffermi sulla risposta precedente, vedi che più è grande la razione del cane e più il limite di vit e aumenta. Ad es con 200 gr (legati ai 14 kg di romeo) la razione max da non superare è 200UI, con 1000gr (stò estremizzando, ma pensa ad un cane enorme) diviene 1000UI!!!

              Non ci siamo capiti, intendevo dire che se per Romeo 10UI/Kg p.v. e’ una buona integrazione, per un cane di 50Kg 500UI sono eccessivi, quindi conviene stare poco sotto i 10UI/Kg quando il cane e’ di taglia grande.

              Anche nelle indicazioni di Jane Birks la funzione (vitamina E – peso vivo) e’ piu’ lenta rispetto alla proporzione semplice.

              #61490

              Anonimo

                Al contrario, io ho capito bene e come ti ho detto non è che sono un vet per cui il mio parere lascia il tempo che trova; in pratica io concordo con te (ma io sono molto tirato sull’integrazione) tuttavia ribadisco che 10Ui è un criterio per tutti i cani indipendentemente dal peso; gli studi dimostrano che un cane che mangia 1 kg di mangime contenente 1000Ui di vit e non riporta danni da tale assimilazione.

                difatti su internet è pieno di suggerimenti superiori a tale limite
                per es puoi trovare: cats and small dogs, 400 IU, medium dogs, 600 IU, large dogs 800- 1000 IU.

                oppure:

                Different researchers and veterinarians recommend different dosages of Vitamin E supplements for dogs. Some recommend 200 to 300 IU (International Units) for a dog weighing 15 to 50 pounds, and 300 to 400 IU for a dog heavier than 50 pounds. Another expert recommends 400 IU for all dogs under 2 years old, and 800 IU for dogs over 2 years old. No known side effects occur as long as the dosage stays below 4,000 IU of vitamin E each day.

                oppure su internet è pieno di siti di pitbull o pastori tedeschi dove i veterinari consigliano tranquillamente 800UI (e non penso che pesino 80kg); cose del tipo:

                Vitamin E for canines: This vitamin has proven beneficial in two areas, one in helping to maintain good footpads and as a mild anti-inflammatory. Normal dosage should be about 400IU / dog twice daily.

                oppure di pareri di esperti:

                According to R.M. Clemmons, a professor of neurology and neurosurgery at the University of Florida’s Veterinary Medical Teaching Hospital “There is no known side-effects to vitamin E at levels less than 4000-6000 IU per day (except in cats, where levels >100 IU/day can create hepatolipidosis). I recommend that vitamin E be given to all dogs. For dogs under 2 years of age, give 400 IU of vitamin E daily. For dogs over 2 years of age, give 800 IU of vitamin E daily.”

                Questo per dire che il principio del 10% non esiste, ma è un limite che ci si può fissare con ogni cane in quanto è proporzionato al peso del cane (dopodiche essendo un limite, non dovrebbe essere raggiunto imho). Poi troppa vit e compete con la A e la K e diventa molto tossica, ma siamo ben al di là di tale limite… almeno per quello che ho capito io…

                Questo per es è molto interessante e ribadisce i danni al sangue dalla competizione con la vit K…

                Supplementing Vitamin E to Alaskan Sled Dogs

                Alla luce di tutto ciò non possiamo affermare che il 10% è un limite, nè che va a decrescere con i cani medio/grandi o che l’integrazione vada fatta a giorni alterni o con periodi di scarico… ma solo che va discussa col proprio veterinario.
                però, detto tra noi, io faccio proprio così :woohoo:

                #97472

                Anonimo

                  @lamar

                  bene :cheer: ,
                  se posso darti un suggerimento, ma prendilo solo come tale,
                  controlla la quota di vit. E che assimila il tuo cane, e valuta se è il caso di integrare (molti olii di salmone sono già arricchiti con vit e).
                  Queste perché il dosaggio raccomandato triplica in caso si integrino lipidi alla dieta, data l’azione antiossidante della vit E.
                  La migliore è la forma d-Alpha-tocoferolo che è la più biodisponibile (fa attenzione che la dl-alpha-tocoferolo ha un nome simile, ma è molto meno biodisponibile:

                  1 UI è l’equivalente biologico di circa 0,667 mg di d-α-tocoferolo (esattamente 2/3 di mg), o di 0,45 mg di dl-α-tocoferolo acetato per cui passiamo dai 2/3 a 1/2.

                  imho sarebbe meglio che ti mantenessi su una soglia max totale (crocchette + integrazione) di 10ui per kg di peso del tuo cane e che non superassi le 200ui (di modo che siamo sicuri che non avrai alcun tipo di effetto collaterale, perché troppa vit e compete con la vit K e si hanno problemi seri per il cane, ma per raggiungerla dovresti superare il doppio della soglia che ti ho consigliato); devi sempre sentire il parere del veterinario prima di fare queste integrazioni (in quanto potrebbe avere delle riserve per motivi inerenti il tuo cane) e devi vedere il mangime che gli dai quanta ne ha (e se è contenuta nell’olio che stai per integrare). Secondo il protocollo della veterinaria Jane Birks sarebbe meglio integrare a giorni alterni. Io sono molto cauto nell’integrare vit E, ma su internet si trovano integrazioni assai più spinte (non è raro vedere pastori tedeschi viaggiare dai 400 ai 1000UI di vit E)

                  In sostanza se il tuo mangime ha già una dose molto abbondante di vit E, o se l’olio che compri ha aggiunta di vit E, può non essere necessario integrare, tuttavia in caso ve ne sia poca, imho (ed io non sono un veterinario) andrebbe fatto nei limiti e nelle modalità che ti ho esposto sopra.

                  qui trovi un post dove abbiamo trattato l’argomento nel forum (usa il motore di ricerca per trovarne altri):

                  https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/cinognostica-cinotecnia-cinologia-cinofilia/15128-calibrare-l-integrazione-di-omega3-e-vitamina-e-nella-dieta-del-cane

                  spero di essere stato utile.

                  #97483

                  lamar
                  Utente
                    • @lamar

                    Grazie Romeo. Queste aggiunte me le sta facendo fare il vet che mi segue.. Non le faccio di mia iniziativa…

                    Rex sta prendendo anche Omega3 e sciroppo betotal per bambini (oltre al l’olio di cocco)

                    In sintesi mi spiegava che sta cercando di trovare e dosare le cose giuste, prossima settimana inizierà il cambio di mangime (da anallergenic a i/d ) ..non so poi se manterremo uno di questi olii o più di uno..

                    #109777

                    Anonimo

                      stavo dando un’occhiata alle brit convinto che avessero 500UI di tocoferoli, invece con mia grande sorpresa noto che hanno 500mg di tocoferoli;

                      Ora, poiché non solo l’attività biologica varia molto da tocoferolo a tocoferolo:

                      α : β : γ: δ – 1 : 0,2 : 0,1 : 0,01

                      ma anche la loro conversione in UI o TE (tocoferoli equivalente) varia a seconda del tipo di tocoferolo:

                      1 Tocoferolo Equivalente 1,5 UI = 1 mg alfa-tocoferolo = 2 mg beta-tocoferolo = 3 mg delta-tocotrienolo = 10 mg gamma-tocoferolo (wikipedia)

                      valori fediaf

                      Bio-equivalence of various tocopherols:

                      d-α-tocopherol 1mg = 1.49 IU
                      d-α-tocopherol acetate1 1mg = 1.36 IU
                      dl-α-tocopherol 1mg = 1.10 IU
                      dl-α-tocopheryl acetate 1mg = 1.00 IU
                      dl-β-tocopherol 1mg = 0.33 IU
                      dl-δ-tocopherol 1mg = 0.25 IU
                      dl-γ-tocopherol 1mg = 0.01 IU

                      ho pertanto cercato di approfondire il discorso per capire la composizione (ad es nel supleneo dicono: tocoferoli misti (60% Gamma-γ, 20% Alfa -α) ed è possibile fare un calcolo spannometrico.
                      Per le brit c’è un pdf che si scarica con tutte le nuove formulazioni; si specifica 500mg ma anche di alfa-tocoferolo; tuttavia ho fatto una brutta scoperta :pinch: :-| :blink:

                      Per le brit ho trovato questa dichiarazione recente dell’Ing. Martin Kváš, che è il responsabile della nutrizione brit.

                      Ing. Martin Kváš – nutriční specialista Brit

                      29.09.2015

                      Martin Kváš Hallo, all of our products are stabilised with mixture of tocopherols, beta, gamma and delta tocopherol. These substances are similar to widely known alpha tocopherol – vitamin E, They have very positive impact on stabilisation of fats in foods and thus allow to use very long shelf life 18 months in our products.
                      Best regards,
                      Martin Kvas

                      come si vede mancano completamente gli alfa e sul “sono simili al molto noto alfa tocoferolo” avrei da ridire qualcosina…
                      Inoltre trovo preoccupante che dica beta, delta e gamma invece di beta, gamma e delta… non vorrei li stesse indicando in ordine di quantità…
                      Considerando che servono circa 10mg di delta per fare 1,5 UI (secondo Wikipedia, invece secondo albanesi ne servono 5) si capisce come si ridimensioni di molto il discorso quantitativo vitaminico.
                      In pratica se prendiamo gli estremi avremo che: 500mg di alfa tocoferolo = 750UI di vit E, 500mg di gamma-tocoferolo ne avremmo un decimo.
                      Certo in mancanza di percentuali esatte non è possibile fare una stima precisa;
                      tuttavia non ho capito se ho sempre sbagliato io a considerarlo così (un mangime estremamente ricco di vit E), o se con le nuove formule sono passati ad una formulazione più economica.

                      Contenuto nascosto
                      Devi loggarti per vedere il contenuto nascosto.

                      So che può sembrare una sciocchezza, ma vorrei capire se hanno cambiato la formula oppure no…

                      nel frattempo scrivo al dott martin kvas per vedere se mi dice quante UI di vit E vi sono nelle brit.
                      Tengo a precisare che i limiti minimi AAFCO di 50Ui per kg di sostanza secca, o di 60Ui per kg se si integra con olio, sono comunque ampiamente superati dalle brit; tuttavia per me il discorso cambia e molto, in ottica di integrazioni.
                      Infatti con le brit non ho mai fatto integrare vitamina E mentre regal dichiara 130 UI di tocoferoli misti e se decido di integrare so come e quanto.

                      #109781

                      Admin
                      Admin
                      • Genere: Maschio
                        • @admin

                        Tengo a precisare che i limiti minimi AAFCO di 50Ui per kg di sostanza secca, o di 60Ui per kg se si integra con olio, sono comunque ampiamente superati dalle brit; tuttavia per me il discorso cambia e molto, in ottica di integrazioni.
                        Infatti con le brit non ho mai fatto integrare vitamina E mentre regal dichiara 130 UI di tocoferoli misti e se decido di integrare so come e quanto.

                        se rispettano ampiamente i livelli minimi raccomandati (perché prendi a riferimento AAFCO? FEDIAF se non sbaglio ne raccomanda minimo 4.17 UI) e quindi non c’è di che preoccuparsi, perché dovresti integrare?

                        #109787

                        Anonimo

                          se rispettano ampiamente i livelli minimi raccomandati (perché prendi a riferimento AAFCO? FEDIAF se non sbaglio ne raccomanda minimo 4.17 UI) e quindi non c’è di che preoccuparsi, perché dovresti integrare?

                          Parti dall’idea che tutto è discutibile, io ti dico la mia…
                          FEDIAF ne considera minimo 36UI per kg di s.s. in un cane adulto; consigliando di aumentare di 10Ui se si integra con olio di pesce. Se poi il mangime usa i tocoferoli anche come conservante naturale la quota che si ottiene è quella AAFCO circa 60UI per kg di s.s.
                          Il limite di 36ui è ridicolo, per un cane come il mio equivale a 7 UI in un giorno; per farti capire se gli dessi la dose consigliata per lui di supleneo flex ne prenderebbe più di 25 volte quella dose…
                          Il discorso è che i tocoferoli sono gli antiossidanti per eccellenza; il loro ruolo è fondamentale per una miriade di fattori per il cane (dermatosi, tumori, displasie, artrosi, difese immunitarie, anoressia, capacità di riprodursi, gestazione, problemi relativi alla vecchiaia etc etc) e mantenersi sulla quota minima sarebbe imho poco saggio, considerando che dosi di 1000UI per kg di s.s. non producono danni al cane e che le quote minime sono appunto quote minime e non quote ideali;
                          da quando ho cani somministro un buon range di vitamina E (sia attraverso le crocche, che attraverso integratori se necessario) e non ho mai avuto problemi in tal senso, anzi.
                          Considera che un cane con crocchette mangia tutti i giorni le stesse cose per anni; e che parte del contenuto vitaminico può andare perso nel processo di produzione delle crocchette.
                          In pratica preferisco dare al cane ciò di cui può aver bisogno prima che avvenga un problema invece di comprare prodotti che contengono vitamina E dopo che il problema si è manifestato.
                          Personalmente mi mantengo sempre in un range che sia lontano dal max consentito, ma anche dal minimo; e considero se vi è necessità di integrare anche in base alla percentuale di aminoacidi solforati, selenio, pufa, conservanti artificiali, ferro, rame ma anche le percentuali di grassi che contiene il mangime.
                          Confrontandomi con un veterinario nutrizionista ho scelto di seguire il suo consiglio di non superare il limite di 10UI per kg di peso del cane nell’assunzione, ed ho un mio foglio Excel in cui calcolo le qtà assunte dal cane in base alle crocche mangiate e i range min e max ;
                          Io la penso così: occorre fornire adeguate quantità di macronutrienti, alto valore biologico e digeribilità delle proteine; ma anche una buona dose di pufa (con corretto rapporto) e di antiossidanti.
                          Quello che vorrei capire è se le brit care sono migliorate (i 500mg sono di alfa-tocoferolo) o peggiorate; e se anche la vecchia formula era in mg e non in UI.

                          #109829

                          Daniele
                          Utente
                            • @messico

                            In effetti specificare che si tratta di 3a700, significa essere molto precisi, si tratta di RRR-α-tocopheryl acetate , ossia il tocoferolo naturale di riferimento per cui vale l’uguaglianza 1mg=1UI.

                            @Romeo: Per quanto riguarda la dichirazione trovata di Martin Kváš, sei sicuro che la risposta riguardasse Brit Care (e non magari un prodotto di qualita’ inferiore della stessa azienda Brit)?

                            #117462

                            Admin
                            Admin
                            • Genere: Maschio
                              • @admin

                              anche se non è specificamente riferito al cane, questo studio sulle conseguenze dell’eccesso di antiossidanti penso sia interessante:

                              http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/eccesso-di-antiossidanti.html

                              #130505

                              Admin
                              Admin
                              • Genere: Maschio
                                • @admin

                                condivido anche qui:

                                Alla mia do Reserve della Jeunesse: è una miscela a base vegetale di antiossidanti (Resveratrolo, ciliegia, melograno, te verde, acai), antocianine (mirtillo), e acidi grassi essenziali.
                                Rispetto alle capsule questa forma in gel è più biodisponibile e quindi assorbibile. Lo compro sul web con uno sconto del 20%. In tutto mi costa circa 30 euro al mese.
                                Aki la assume volentieri e penso che questa “bomba” di antiossidanti la protegga dai danni dei radicali liberi e sia un concentrato anti invecchiamento.

                                #130575

                                adrenalin
                                Utente
                                  • @adrenalin

                                  condivido anche qui:

                                  Alla mia do Reserve della Jeunesse: è una miscela a base vegetale di antiossidanti (Resveratrolo, ciliegia, melograno, te verde, acai), antocianine (mirtillo), e acidi grassi essenziali.
                                  Rispetto alle capsule questa forma in gel è più biodisponibile e quindi assorbibile. Lo compro sul web con uno sconto del 20%. In tutto mi costa circa 30 euro al mese.
                                  Aki la assume volentieri e penso che questa “bomba” di antiossidanti la protegga dai danni dei radicali liberi e sia un concentrato anti invecchiamento.

                                  [/quote]

                                  Grazie Admin.
                                  Specifico che non è un prodotto farmaceutico, per cui le % di antiossidanti non sono alte..
                                  In compenso -Cosa secondo me importante- sono di derivazione vegetale e non di SINTESI.
                                  P.s.: se fossero di sintesi le dosi a parità di assimilazione dovrebbero essere maggiori.

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 16 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni