Aggressività intraspecifica tra cani e dominanza

Forum Cinologia Cinognostica Cinotecnia Cinofilia Aggressività intraspecifica tra cani e dominanza

Questo argomento contiene 204 risposte, ha 38 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Admin 2 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 181 a 195 (di 205 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #123810

    genny301
    Utente
      • @genny301

      Grazie Lori, gli educatori con cui ho parlato e con cui faccio educazione mi hanno sempre detto che lei è ben socializzata anche se proveniente da un rifugio. Purtroppo sono capitata in un periodo in cui non ci sono stati molti cuccioli con cui farla socializzare al campo di addestramento ..e quelli più adulti non le danno molto retta. Lei ha un approccio abbastanza delicato e se vede che gli altri non gradiscono le sue attenzioni, non insiste. Il fatto è che ero stata già parecchie volte ai parchetti dei cani e non avevo mai avuto problemi (ovviamente controllando bene prima i cani presenti prima di entrare). Il problema è che io di mio sono abbastanza insicura quindi la critica mossa dal quel “esperto” mi ha mandato in confusione e poi mi ha fatto innervosire il fatto di avergli permesso di farmi sentire così. Quindi ho continuato ad arrovellarmi perché non ero sicura su fino a che punto avevo sbagliato qualcosa io e quanto l'”esperto” fosse un c……e. Quindi un’altra volta che mi trovo in una situazione del genere la cosa migliore da fare è girare i tacchi ed andarmene?

      #123813

      lori
      Moderatore
        • @lori

        Non vedo altra soluzione. .. lontano dai maleducati…

        #123821

        el-loco
        Utente
          • @el-loco

          Concordo pienamente con lori… il tizio con i 3 cani se veramente voleva aiutare lei a socializzare avrebbe dovuto intervenire per frenare l’irruenza dei suoi cani, o almeno io faccio così con la mia e non ho mai avuto problemi. Aiutare un cucciolo a socializzare vuol dire aiutarlo a non avere timore non a farlo spaventare e magari mordere se per difesa, nell’attimo di paura, mostra i denti al più grande…

          Chissà se fossi arrivata con due pastori del caucaso adulti che avrebbero provato a sottomettere i suoi cani se l’avrebbe vista nella stessa maniera….

          #123829

          Admin
          Admin
          • Genere: Maschio
            • @admin

            penso che sarebbe stato meglio se li avesse liberati uno per volta, ma comunque non ci vedo nulla di “aggressività intraspecifica” o di “dominanza” in tutto questo, solo difficoltà relazionali del tuo cane e scarsa attenzione del proprietario degli altri.

            #123845

            genny301
            Utente
              • @genny301

              Scusa Alessio se ho scritto in questo topic..infatti ero indecisa se scrivere qui o in quello dei padroni maleducati. Ho scritto qui perché per me il problema era dato dalla dominanza del cane femmina in questione..come ho detto non era aggressiva ma voleva comandare e la mia Genny non si sottometteva..ora padrone deficiente a parte..io in queste situazioni come dovrei comportarmi? Lasciare che i cani se la sbrigano tra di loro se non ci sono pericoli? O se vedo che è insicura e la situazione non si sblocca mettermi in mezzo? Portarla via da una situazione difficile o darle il tempo di affrontarla con il rischio che si spaventi di più? Di solito Genny viene a chiamarmi e cercare il mio aiuto..ma io quale comportamento dovrei tenere? Oggi dopo qualche settimana di tempo (a causa della sterilizzazione) siamo tornati al parchetto dei cani..e a parte all’inizio che non voleva neanche avvicinarsi all’entrata..poi è entrata senza problemi e ha fatto conoscenza con gli altri cani anche se nessuno ha voluto giocare con lei.

              Inviato dal mio HTC One SV utilizzando Tapatalk

              #123852

              marco74
              Utente
                • @marco74

                La mia allevatrice mi ha consigliato caldamente, ed io condivido al 100% la sua idea, di non frequentare aree pubbliche per cani ( sgambatoi) perché rischi veramente di “rovinare” un cucciolo.
                L’ideale è farlo incontrare con altri cani, solo in centri di socializzazione/addestramento, dove l’educatore sa esattamente con chi farlo socializzare e con chi no.
                Io non sono un esperto, ma penso sia una cosa “saggia” e quando arriverà la mia cucciola (Gwen), farò sicuramente così, almeno fino a che non si sentirà sicura e fino a che io non imparerò a conoscere le sue reazioni.
                Ciao

                #123854

                Admin
                Admin
                • Genere: Maschio
                  • @admin

                  Scusa Alessio se ho scritto in questo topic..infatti ero indecisa se scrivere qui o in quello dei padroni maleducati. Ho scritto qui perché per me il problema era dato dalla dominanza del cane femmina in questione..come ho detto non era aggressiva ma voleva comandare e la mia Genny non si sottometteva..ora padrone deficiente a parte..io in queste situazioni come dovrei comportarmi? Lasciare che i cani se la sbrigano tra di loro se non ci sono pericoli? O se vedo che è insicura e la situazione non si sblocca mettermi in mezzo? Portarla via da una situazione difficile o darle il tempo di affrontarla con il rischio che si spaventi di più? Di solito Genny viene a chiamarmi e cercare il mio aiuto..ma io quale comportamento dovrei tenere? Oggi dopo qualche settimana di tempo (a causa della sterilizzazione) siamo tornati al parchetto dei cani..e a parte all’inizio che non voleva neanche avvicinarsi all’entrata..poi è entrata senza problemi e ha fatto conoscenza con gli altri cani anche se nessuno ha voluto giocare con lei.

                  ovviamente le mie sono fallibili opinioni, ma credo che non andrebbe MAI protetto il cane che “subisce” un altro cane.

                  i loro equilibri non sono dettati dalla morale, ma dalla natura.

                  quando un cane ha chiaro il proprio posizionamento IN RELAZIONE agli altri cani, di conseguenza riesce a relazionarsi (scusa il gioco di parole) più correttamente.

                  se invece intervieni, le fai solo confusione.

                  quindi, la mia opinione è che in quella situazione l’unica cosa che non andava bene è che si trovasse 3 cani male organizzati dal padrone.

                  però, prova a leggerla con un’altra chiave: gli altri due erano “gregari” della femmina che cercava di prevaricarla?

                  il punto a mio avviso è che l’altra femmina NON doveva aver BISOGNO di dare questa dimostrazione alla tua.

                  quindi, se l’ha fatto, è perché qualcosa non era chiaro all’una o all’altra.

                  la mia Ninny, per esempio, a seconda del cane che si trova davanti, può presentare alternativamente uno di questi biglietti da visita:
                  1) lo attacca direttamente
                  2) cerca di sottometterlo (con il mento sulla schiena)
                  3) fa manovre di corteggiamento e gioco

                  però come dicevo sono fallibili opinioni, sentiamo gli esperti… ;-)
                  spero di esser stato utile, ciao

                  #123858

                  kendra
                  Utente
                    • @kendra

                    Scusa Alessio se ho scritto in questo topic..infatti ero indecisa se scrivere qui o in quello dei padroni maleducati. Ho scritto qui perché per me il problema era dato dalla dominanza del cane femmina in questione..come ho detto non era aggressiva ma voleva comandare e la mia Genny non si sottometteva..ora padrone deficiente a parte..io in queste situazioni come dovrei comportarmi? Lasciare che i cani se la sbrigano tra di loro se non ci sono pericoli? O se vedo che è insicura e la situazione non si sblocca mettermi in mezzo? Portarla via da una situazione difficile o darle il tempo di affrontarla con il rischio che si spaventi di più? Di solito Genny viene a chiamarmi e cercare il mio aiuto..ma io quale comportamento dovrei tenere? Oggi dopo qualche settimana di tempo (a causa della sterilizzazione) siamo tornati al parchetto dei cani..e a parte all’inizio che non voleva neanche avvicinarsi all’entrata..poi è entrata senza problemi e ha fatto conoscenza con gli altri cani anche se nessuno ha voluto giocare con lei.

                    Inviato dal mio HTC One SV utilizzando Tapatalk

                    Secondo me, il principale beneficio della socializzazione affidata ad un educatore esperto con cani ben controllati è proprio questo: evita l’intervento del padrone o, almeno, lo indirizza nelle modalità corrette. Il tuo intervento risolutore sarebbe la soluzione ottima se il problema di fondo fosse la tua relazione con il cane e la sua fiducia in te, ma in questo caso specifico mi pare che il problema di Genny sia la sua insicurezza. Quindi quando tu intervieni e la “salvi”, risolvi il problema della paura momentanea della circostanza specifica ma non quello dell’autostima del tuo cane che, anzi, rafforzerà l’idea di non essere in grado di sbrigarsela da solo. Se invece la fai approcciarecon cani sicuri di sè, che non hanno bisogno di manifestazioni di forza, ed equilibrati, che sanno come rapportarsi agli altri, eviti proprio il dubbio se intervenire o meno e il tuo cane gestirà da solo, o meglio, con l’aiuto dell’altro, una situazione che a lei senbra critica

                    #128875

                    ela
                    Moderatore
                    • Località: Pavia
                    • Genere: Femmina
                      • @ela

                      Ciao, sono di nuovo qui a parlare di Stella e chiedere un parere.

                      Stella (bassotto di quasi 13 anni) è sempre stata molto socievole in passeggiata, sia libera che al guinzaglio. Non ha mai litigato con altri cani e non ha mai risposto ai cani che le abbaiavano contro (semplicemente li ignorava). E’ sempre stata delicata ed “educata” nell’approccio e mai attaccabrighe.

                      Quando abbiamo preso Dana ha avuto qualche settimana di ipervigilanza dove rispondeva alle “provocazioni” in maniera decisa ma equilibrata. Il tutto si è risolto abbastanza in fretta.

                      Ora, sono 2-3 settimane che le cose sono cambiate. E’ stato un cambio graduale in cui ci hanno sorpresi certi atteggiamenti una tantum, che poi sono diventati la norma.

                      Complice (credo) la semi-cecità ed i dolori articolari, Stella è diventata del tutto intollerante verso gli altri cani. Fa un sacco di scena quando sono “a portata”: abbaia, urla, sbava, gli si scaglia contro anche se è legata. Mette in scena un’aggressione in tutta regola, ma senza mai mordere. Lei vuole mandarli via, indipendentemente da sesso ed età (anche i cuccioli).
                      Ieri ci siamo resi conto che lo fa in maniera particolare quando gli altri cani si avvicinano a noi (in particolare a mio marito), mentre permette a Dana di giocare e di avvicinarsi.
                      Siamo arrivati al punto che non fa nemmeno i bisogni quando c’è un cane nei paraggi (anche lontanissimo).

                      La vet ci ha detto che è normale per un cane anziano e che lo fa perchè si sente debole a causa dei dolori e perchè i cani anziani sviluppano un attaccamento morboso verso il padrone. Stiamo facendo degli esami completi per capire il suo stato di salute generale.

                      Scusate il papiello, il consiglio che cerco è, al di là della somministrazione di psicofarmaci dei quali farei volentieri a meno, c’è qualcosa che possiamo fare per aiutarla?
                      Ritenete che sia troppo anziana per un blando addestramento magari alla difesa? So che un vecchio bassotto da difesa fa ridere, ma vorrei capire se questo suo “attaccamento” può essere indirizzato e gestito in maniera più sana.
                      Non ha ormai una lunghissima capacità di concentrazione, ma i suoi atteggiamenti sono proprio quelli di difesa del padrone.
                      Giochi e piste di fiuto non li vuol più fare, ormai ignora quasi interamente anche le tane delle nutrie (che prima andava a cercare).

                      #128876

                      sio
                      Moderatore
                        • @sio

                        Io penso che a parte l’attaccamento da cane anziano, lei cerchi di difendersi. Ha dolori, non vede e cani sconosciuti le si avvicinano…in caso la aggredissero non avrebbe molta possibilità di difendersi. Forse attacca per prima per questo motivo, come fanno molti cani timorosi, tutta scena per scacciare l’altro cane prima che le possa far del male.
                        L’altra vostra cucciola la conosce se che non è una minaccia.

                        Una mia amica aveva una canetta diventata cieca, quando si avvicinavano dovevano far sentire bene la voce prima, perchè lei reagiva mordendo qualunque cosa si avvicinasse se non fosse ben sicura che erano persone amiche. Spesso essendo anziana si assopiva, per cui sempre sicuri di far sentire la voce e che lei fosse sveglia prima di toccarla.

                        A 13 anni io sarei per lasciarla in pace, se non vuole cani estranei intorno, evitare che ci siano.

                        Poi ecco questa è la mia idea personale, probabile altri la pensino diversamente :)

                        #128877

                        Admin
                        Admin
                        • Genere: Maschio
                          • @admin

                          gli psicofarmaci non sono nemmeno da prendere in considerazione… anche perché non risolverebbero in alcun modo il suo problema!

                          la cosa migliore che puoi fare, sotto stretto controllo veterinario perché a quell’età fegato e reni diventano delicati, è darle un antinfiammatorio che la faccia star bene; probabilmente in questo modo ritroverebbe anche la serenità nei confronti degli altri cani.

                          altrimenti, semplicemente, evitate di portarla in mezzo agli altri.

                          altro consiglio: ogni tanto portate fuori solo lei lasciando a casa Dana – e viceversa.

                          magari è la cucciolona che la istiga (volontariamente, oppure semplicemente è stato il suo cambio di ormoni) e voi non riuscite ad accorgervene perché c’è una forma di comunicazione tra cani difficilmente percettibile per l’uomo.

                          magari uscendo da sola con voi, si sente più serena.

                          #128879

                          ela
                          Moderatore
                          • Località: Pavia
                          • Genere: Femmina
                            • @ela

                            Grazie @Sio, infatti facciamo così quando ci approcciamo a lei, controlliamo bene che sia sveglia e ci “annunciamo” parlando. Ha imparato anche la cucciola a tastare il terreno prima di avvicinarsi.

                            Grazie @Admin, stiamo facendo una terapia e nuovi esami. Lei viene curata con antidolorifici e condroprotettori che stanno funzionando bene per quanto riguarda la mobilità e -speriamo- anche il dolore per quanto si possa fare.

                            Il problema è che dove abito io ci sono davvero tantissimi cani. Esco con Stella da sola o assieme a Dana negli orari più assurdi, ma almeno 3-4 cani li si incontra sempre, per non parlare di quelli chiusi dietro ai cancelli che prima ignorava e che ora cerco di evitare (ma almeno 2 ce li si becca sempre).
                            Il bosco che frequentavamo per farle correre ora è strapieno di cani, per non parlare degli sgambatoi.

                            Non credo che il problema attuale sia la piccola, perchè Stella fa sceneggiate assurde anche quando la cucciola non c’è. Abbiamo notato che fa ancora più casino se c’è mio marito, cosa strana perchè la sua presenza l’ha sempre tranquillizzata. Aggredisce anche le persone che si avvicinano a lui e che lei conosce. Due pinzate in due settimane, fortunatamente alle scarpe. Uno dei malcapitati è mio suocero :evil:

                            Adesso la sto portando in giro io, cercherò di portarla da sola, però la situazione è diventata imprevedibile. Tenete conto che lei era un “soldatino” sia condotta al guinzagli, sia libera. Probabilmente le sua condizioni di salute sono peggiori di quanto ci aspettassimo…

                            #129324

                            ela
                            Moderatore
                            • Località: Pavia
                            • Genere: Femmina
                              • @ela

                              Ho un piccolo aggiornamento e un’altra richiesta di consiglio.
                              Le cose sono ulteriormente peggiorate. Per il momento le passeggiate le fa solo con me, brevi e più frequenti e più o meno riesco a gestire la cosa con piccoli comandi quando vedo un altro cane (mi sa che dovrò uscire con qualche bocconcino perchè si è dimenticata -o ignora- quasi tutti i comandi base).

                              Per ora me la sto cavando così e cerchiamo di avere passeggiatine il più rilassanti possibile per entrambe.

                              Abbiamo fatto un tentativo con un cane tutor e Stella l’ha aggredito nemmeno fosse un cane rabbioso… sono esterrefatta e anche molto triste perchè non riconosco più il mio cane.
                              Dato lo sviluppo velocissimo e imprevedibile di questa aggressività (che non si limita solo ai cani, ma diciamo che è più accentuata con gli altri 4 zampe) la vet ci ha consigliato di integrare le cure con degli psicofarmaci perchè, secondo lei, il problema è neurologico ed il cane non può essere gestito solo dal punto di vista comportamentale. In condizioni normali non mi sarei nemmeno posta il problema ed avrei rifiutato ma, razionalmente, capisco che il problema è diverso dalla sola gestione.
                              Quindi non so che fare…

                              #129325

                              Admin
                              Admin
                              • Genere: Maschio
                                • @admin

                                se ha un problema neurologico, conviene che ne parli con un veterinario ortopedico/neurologo (vedi nel topic dedicato in area privata “i fatti nostri”) non certo con un veterinario comportamentalista.

                                i comportamentalisti generalmente ti appioppano la fluoxetina, che ti stordisce il cane… ci sono altri mediatori chimici che, a naso, vedrei più indicati viste anche le patologie che ha il cane.

                                #129326

                                dino0977
                                Utente
                                • Località: Cosenza
                                • Genere: Maschio
                                  • @dino0977

                                  Non mi occupo di queste cose, quindi non so darti un consiglio vero e proprio, ti posso solo dire che gli psicofarmaci li darei al veterinario che te li ha prescritti!
                                  Per quello che riguarda l’aggressività del tuo cane sicuramente è un problema probabilmente di non facile e completa risoluzione, ma un buon comportamentalista e sopratutto tanto esercizio possono portare a risultati insperati. Cani abituati a combattere, dunque con una aggressività sviluppatissima sono riusciti a convivere in modo più o meno ”civile” con i loro simili grazie all’aiuto di professionisti validi.

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 181 a 195 (di 205 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni