Accoppiamenti amatoriali tra cani

Forum Chi Siamo Annunci Cani in regalo – adozioni – bisognosi di aiuto Accoppiamenti amatoriali tra cani

Questo argomento contiene 45 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ellyebrando 1 anno, 2 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 46 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #21827

    lella
    Utente
      • @lella

      :blink: Ho provato a leggere qui e là, ma non sono riuscita a trovare un topic più inerente di questo per quello che ho bisogno di chiedervi, sicuramente ho canato di nuovo!? :S
      Dunque, la scorsa settimana, mio marito era fuori per commissioni (senza il cane), quando ha incontrato un tipo con un Border uguale e identico a Vasco :woohoo: FEMMINA!!! Gli ha poi chiesto se per caso era disposto a farla accoppiare…da lì ne è uscita una menata lunga come la fame :S …per esempio. ma, dipende, cosa mangia il suo cane, che tipo di corsi gli fa fare, se ha fatto la lastra all’anca ecc…Ma accipicchia, io pensavo che,se uno ci tiene a mantenere una razza pura, è sufficiente un buon pedigree, qui mi sembra un commissario di polizia!!!! Se poi aggiungo che il tono dell’uomo in questione sembra sia da Lord inglese….bah! Ma come funziona? Cosa si può fare a riguardo? Funziona proprio così?

      #21830

      Anonimo

        provo a risponderti io! Credo che gli accoppiamenti andrebbero lasciati fare ad esperti di razza, allevatori qualificati e persone che si intendono di pedigree e linee di sangue. Magari il signore che avete incontrato non ha usato i giusti toni, però credo che sia importantissimo quel che vi ha detto. I cani devono essere lastrati, devono anche essere provvisti di tutti i test per le malattie genetiche del caso. Se vogliamo salvaguardare le razze, dobbiamo fare accoppiamenti mirati. troppo spesso succede che le persone non si interessano e non si informano, per tanti basta avere maschio e femmina della stessa razza e null’altro…ma non è così che funziona!!!

        #21831

        dino0977
        Utente
        • Località: Cosenza
        • Genere: Maschio
          • @dino0977

          Far accoppiare il cane è una cosa da non prendere a cuor leggero. Innanzi se il cane ha il pedigree non significa che sia un cane da far riprodurre, ci sono decine e decine di cani con il pedigree, che non sono cani con caratteristiche idonee alla riproduzione.
          Se si sente il bisogno di far accoppiare il cane, la cosa più giusta, a mio modo di vedere, sarebbe quella di rivolgersi all’allevatore che ci ha venduto il cane, con lui, stabilire se il nostro cane è idoneo sempre insieme a lui trovare la femmina o il maschio più adatto, e sempre con il suo aiuto successivamente piazzare i cuccioli. E’ sempre bene che il cane sia lastrato, sopratutto per le razze di taglia grande, e controllato dal punto di vista sanitario. Far accoppiare due cani senza avere nessuna nozione di genetica, significa produrre cuccioli che spesso non rispettano lo standard, cuccioli che andranno magari a rimpinguare le tasche di chi li vende, ma cani che spesso non sono dei buoni rappresentanti di razza, cani portatori di tare genetiche e spesso di problemi di salute.
          Il mio consiglio è quindi quello di rivolgersi a persone del settore ed esperte, e non far accoppiare il cane con la prima femmina o maschio che si trova in giro.

          #21832

          lella
          Utente
            • @lella

            :oops: Avete ragione, scusate la mia ignoranza, il vostro discorso fila! In effetti nemmeno io vorrei far accoppiare Vasco così, lui tra l’altro ha fatto tutti gli esami e i controlli che andavano fatti, quindi, a riguardo non ci sono problemi. E’ vero Elena, probabilmente il Lord, non ha usato un tono…adeguato, vabbè, non importa quello, solo che sinceramente non pensavo fosse così problematico, quindi mi consigliate di rivolgerci all’allevatore :-) Ok, faremo così, grazie ancora! ;-)

            #21833

            fongaros
            Utente
              • @fongaros

              Le accortezze da mettere in essere per la compatibilità tra 2 soggetti sono più d’una. Per una cucciolata “casalinga”, ove non esiste un progetto zootecnico, ovviamente basta la valutazione del grado di consanguineità e le visite specifiche indirizzate alla valutazione della salubrità dei soggetti. La valutazione morfologica la si lascia agli esperti, come può essere un allevatore acculturato, oppure facendosi giudicare il soggetto in una esposizione riconosciuta. L’alimentazione e l’addestramento non centrano una beata FAVA.
              Poi, dall’altra, dobbiamo dire che solitamente è il proprietario della futuribile fattrice che si interessa ad un eventuale maschio, non viceversa. Tale ha una responsabilità soggettiva nei confronti dei nascituri e deve pianificarne l’alloggiamento futuro ancor prima di mettere in essere la gravidanza… Sempre non sia già in possesso di una struttura compatibile con la stabulazione mobile di uno o più soggetti che non sono stati ceduti (cosa prevedibile anche se non auspicabile) e che fa cambiare le abitudini familiari non poco, mettendo tutti sotto stress. In ogni caso, una persona intelligente e di cultura cinofila avrebbe sicuramente risposto in maniera semplice “Non sono interessato”, sottacendo ciò invece esposto. Certe volte si fa più bella figura a stare zitti.

              #21834

              dino0977
              Utente
              • Località: Cosenza
              • Genere: Maschio
                • @dino0977

                L’alimentazione e l’addestramento non centrano una beata FAVA.

                Certamente!! Figuriamoci se si accoppiano i cani in base alla marca di crocchette che uno usa :mrgreen:

                In ogni caso, una persona intelligente e di cultura cinofila avrebbe sicuramente risposto in maniera semplice “Non sono interessato”, sottacendo ciò invece esposto. Certe volte si fa più bella figura a stare zitti.

                Concordo e quoto!

                #21841

                lisa
                Utente
                  • @lisa

                  Addestramento secondo me potrebbe invece aver un suo ruolo, eccome – non tanto i corsi in se stessi quanto eventuali titoli da lavoro conseguiti e il tipo di essi. Con i border poi le discipline sono tante, penso che sia normale che uno potrebbe cercare il maschio dello stesso “profilo” che la sua femmina. Ciò non giustifica però assolutamente il tono del signore in questione.

                  Lella, in teoria la riproduzione del maschio in tutte le specie domestiche dovrebbe accadere solo in via eccezionale, per i soggetti piu’ dotati in assoluto :-(. Per la femmina già e’ più semplice. Come in natura d’altronde :-). Questo se la riproduzione e’ fatta bene ed è mirata al miglioramento della razza e non a peggioramento.

                  #21846

                  lella
                  Utente
                    • @lella

                    :-) GRAZIE ANCORA RAGAZZI!Fongaros, grazie per la precisazione, mi sembrava un pò strano che l’alimentazione fosse così….di vitale importanza! 100 e lode per la vostra esperienza.
                    Siccome qualche settimana fa è venuto un ragazzo a chiederci se eravamo interessati a far accoppiare con la sua il nostro cane, quando ritorna gli chiederò:” Prima di tutto mi dica che crocchette gli da”. :lol: :lol: :lol:

                    #21906

                    Anonimo

                      [color=#008800]Lella, in teoria la riproduzione del maschio in tutte le specie domestiche dovrebbe accadere solo in via eccezionale, per i soggetti piu’ dotati in assoluto :-(. Per la femmina già e’ più semplice. Come in natura d’altronde :-). Questo se la riproduzione e’ fatta bene ed è mirata al miglioramento della razza e non a peggioramento[/color]

                      domanda : e’ proprio così scontato che da 2 soggetti belli venga fuori uno altrettanto bello?(in natura nel caso dei cani non e’ detto che si accoppi il piu’ figo ! il senso dell’estetica non e’ detto che ci sia o che sia uguale al nostro gusto)
                      e se viene fuori brutto ? non da standar di razza, abbiamo il diritto ( fossimo allevatori) di imporre all’ acquirente
                      no, tu non devi far riprodurre questo cane perche’ non rispecchia del tutto lo standar ?(non sto parlando di tare ereditarie o displasia, ma solo di bruttezza)
                      negando anche la contentezza di avere cuccioli in casa ?

                      #21908

                      giuliaconpedro
                      Utente
                        • @giuliaconpedro

                        Negli accoppiamenti non si guarda solo al l’estetica ma anche alla genetica, un allevatore dovrebbe farlo. Perché è assolutamente possibile che un bel cane che segue lo standard non sia in grado poi di trasmettere alla progenie, e viceversa, cani non perfettamente in standard che danno cuccioli “belli”..

                        Legalmente l’allevatore non può impedirti niente, ma oltre alla gioia di avere cuccioli in casa dovresti anche pensare a tutto il resto prima di decidere, visto che non è una cosa così semplice e a rovinare una razza o a far nascere cani malati o portatori di malattia non ci si mette niente..

                        Poi ci sono casi di cani tanto brutti (come Pedro) che vengono venduti senza pedigree…. I suoi eventuali cuccioli non potranno avere il pedigree.
                        Ma anche questo volendo non mi impedisce niente… Se voglio gli faccio fare i cuccioli, non richiedo pedigree e li vendo lo stesso come amstaff… Tanto 10 tamarri poco informati li trovo di sicuro….

                        #21909

                        dino0977
                        Utente
                        • Località: Cosenza
                        • Genere: Maschio
                          • @dino0977

                          Nessuno ha il diritto di imporre niente, ma a meno che chi produce i cuccioli non ha intenzione di tenerseli tutti o quantomeno ha la possibilità di tenere quelli che non soddisfano i gusti dell’acquirente, sarebbe il caso di produrre dei cani che si avvicinano il più possibile allo standard e dunque che si confanno di più al tipo di cane di quella data razza. Succede continuamente che qualcuno voglia per forza far accoppiare il suo cane per avere la ”gioia” di avere i cuccioli in casa. Poi però i cuccioli crescono, nessuno li acquista, spesso non li vogliono nemmeno regalati, ed allora si abbandonano lungo la strada in campagna o vicino al canile di zona. Accettare il consiglio di un allevatore o comunque di un esperto, è dunque legato proprio al fatto che producendo dei cuccioli di un certo tipo, insieme a chi può aiutarci a piazzarli, riduce il rischio di abbandoni e riduce la possibilità di mettere in giro cani di razza che di razza non sono.

                          #21918

                          Anonimo

                            Negli accoppiamenti non si guarda solo al l’estetica ma anche alla genetica, un allevatore dovrebbe farlo. Perché è assolutamente possibile che un bel cane che segue lo standard non sia in grado poi di trasmettere alla progenie, e viceversa, cani non perfettamente in standard che danno cuccioli “belli”..

                            io ho intenzione di far fare cucciolate a Poang ,ma era una curiosita’(mi vengono di quei botti di curiosita’ :cheer:
                            cosa vul dire guardare la genetica?
                            e a che eta’ il cane si puo’ se sia o no bello ?

                            #21919

                            dogbite
                            Utente
                              • @dogbite

                              Il fatto è che chi alleva deve avere un obbiettivo nella selezione. Ci vogliono conoscenze , buon senso, è una certa cultura in materia.
                              Chi alleva quando sceglie i soggetti deve guardare tante cose , deve conoscere ascendenti e discendenti dei soggetti e valutare cosa questi sono in grado di trasmettere alla prole , malattie comprese.
                              Capita spesso che soggetti perfetti a livello fenotipico non siano in grado di trasmettere le stesse caratteristiche, come capita il contrario , soggetti non bellissimi che però fanno cucciolate eccellenti sia caratterialmente che morfologicamente.
                              Se un soggetto ha fissati i caratteri ricercati ma non trasmette i suoi difetti può anche se non bellissimo essere utilizzato in riproduzione.
                              Tutto sta alla capacità dell’allevatore di selezionare quei soggetti che possano trasmettere le caratteristiche facenti parte del suo progetto.
                              Poi per quanto mi riguarda un soggetto funzionale è sempre bellissimo !

                              #21923

                              lori
                              Moderatore
                                • @lori

                                Molte notizie sulla genetica e sulla scelta dei soggetti da accoppiare sono stati esposti nel topic:

                                https://www.canedifamiglia.com/index.php/forum/cinognostica-cinotecnia-cinologia-cinofilia/12820-allevamento-selezione-dei-caratteri-del-cane#15740

                                che + sempre interessantissimo da rileggersi… :cheer:

                                #21931

                                Admin
                                Admin
                                • Genere: Maschio
                                  • @admin

                                  come ha giustamente suggerito LORI, ci sono dei concetti scientifici che un “privato” quasi sempre ignora, quando vuole “far accoppiare il proprio cane”.

                                  vale la pena leggere il topic che ha indicato già lei, io intanto mi limito a chiarire che nella sezione in cui ci troviamo adesso, si trattano le più comuni domande che si pongono le persone che adottano un cane, tipicamente dal canile, ma anche da un’altra famiglia.

                                  le associazioni che aiutano i cani bisognosi, VIETANO la riproduzione dei cani adottati e siccome ci sono troppe persone che si credono furbe, addirittura arrivano a pretendere che il cane venga sterilizzato, così non si corrono rischi.

                                  quest’ultima misura è quasi sempre eccessiva, almeno per i maschi… ma il concetto di non riprodurre cani inidonei rimane giusto.

                                  chi pensa che il cane possa soffrire, se non si accoppia almeno una volta nella vita, molto probabilmente cerca di proiettare sul cane un’idea del tutto umana

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 46 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

                                  Ultime Discussioni